La pizza

Tutto sulla pizza in generale. Conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, la pizza si presta ad infinite interpretazioni e condimenti a seconda dei propri gusti, della tradizione locale e dei prodotti di stagione. La scelta di ingredienti di qualità è sicuramente la chiave del successo per ottenere una buona pizza. La pizza tradizionale per eccellenza è la pizza napoletana che può essere marinara o margherita. Il 9 dicembre 2009 l'Unione europea, su richiesta del parlamento italiano, ha concesso la denominazione di Specialità Tradizionale Garantita (STG) a salvaguardare la tradizionale pizza napoletana, in particolare "Margherita" e "Marinara". L'Unione europea ha emanato una denominazione di origine protetta del sistema nel 1990.

Vedi Come fare la pasta della pizza e Trucchi e consigli per una pizza perfetta.

All'inizio la pizza era condita solo con pomodoro come la marinara napoletana, successivamente venne aggiunta la mozzarella, come nel caso della pizza classica napoletana per eccellenza: la Margherita. Solo più tardi vennero aggiunti gli altri ingredienti come le troviamo oggi in pizzeria.

Pizze classiche

Marinara (pizza napoletana)

Pomodoro, aglio, origano ed olio

Pizza marinara

 

Margherita (pizza napoletana)

Pomodoro, mozzarella di bufala o fiordilatte, basilico

Pizza margherita

 

Romana o Napoli

Pomodoro, mozzarella, acciughe

 
Pizza napoletana  

Quattro formaggi

Pizza bianca o rossa condita con formaggi

Pizza ai quattro formaggi

 

Salame piccante o diavola

Pomodoro, mozzarella, salame piccante

Pizza al salame piccante

 

Tonno e cipolle

Pomodoro, mozzarella, tonno, cipolle

Pizza tonno e cipolle

 

Ortolana

Pomodoro, mozzarella, verdure varie

Pizza ortolana

 

Quattro stagioni o capricciosa

Pomodoro, mozzarella, carciofini sott'olio,
funghetti sott'olio, olive nere, prosciutto cotto

Pizza quattro stagioni

 

Siciliana

Pomodoro, mozzarella, acciughe,
capperi, cipolle, olive, nere

Pizza Siciliana

 

Pizza ai wurstel

Pomodoro, mozzarella, wurstel

Pizza ai wurstel

 

Calzone o pizza chiusa

Pomodoro, mozzarella

Calzone

 

Prosciutto e funghi

Pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto e funghetti

Pizza prosciutto e funghi

 

Formati di pizza

La pizza viene ormai venduta in vari formati e pezzature, a peso o per lunghezza. Nelle panetterie si trovano pizzette di tutte le dimensioni e farcite svariatamente. Inoltre si possono consumare in certi bar la piadina "pizzata", dove per pizzata si intende una piadina condita con pomodoro e mozzarella.

Pizza tonda

Pizza tondaLa pizza tonda è la più classica delle pizze e viene servita in un grande piatto tondo. La più tradizionale è la pizza margherita napoletana rigorosamente di forma tonda. Napoli ha svolto infatti un ruolo importantissimo nella storia della pizza, creando ed esportando questa specialità che è ora la più diffusa nel mondo.
La stesura dell'impasto in forma di disco deve essere fatta preferibilmente, a mano girando e tirando le palline lievitate d'impasto sopra un piano di lavoro. Può essere condita in moltissimi modi.

Pizza al taglio

Pizza al taglioPer la pizza al taglio o pizza in teglia la pasta lievitata viene stesa, condita e cotta in grandi teglie di metallo tonde o rettangolari e poi venduta a tranci della dimensione scelta dal cliente. Questo formato di pizza è il più facile da realizzare nel forno di casa ed è facile trovarla anche nelle panetterie.

A Roma, Trastevere, è tipica la pizza al trancio venduta a peso.

Pizza alla pala

Pizza alla palaLa pizza alla pala, come la pizza in teglia, è una pizza di grandi dimensioni venduta a peso e cotta come la pizza tonda direttamente sul piano del forno.  È diffusa soprattutto a Roma. Una delle sue varianti è la pizza al metro, anch'essa di grandi dimensioni, sviluppata soprattutto in lunghezza e venuta appunto in base alla lunghezza e non al peso.

La pizza romana

È una pizza tonda molto sottile e croccante. L'impasto è fatto con farina di grano tenero tipo 00 o 0, acqua, lievito di birra (oppure lievito naturale), olio d'oliva. Dopo l'ultimo dopoguerra viene chiamata "Napoli" la variante di condimento con pomodoro, mozzarella e alici o acciughe.

Pizza americana

Anche in America la pizza ha avuto una sua evoluzione fino alla pizza all'americana contraddistinta dalla morbidezza e dal notevole condimento. Non raramente all'impasto vengono aggiunti burro o margarina (o altri tipi di grassi) e zucchero.

Pizza senza glutine

Negli ultimi anni si è andata sempre più affermando anche la pizza senza glutine, preparata con farine non a base di frumento, adatte a chi soffre di celiachia.

La pizza margherita, contiene varie sostanze nutrienti: i carboidrati sotto forma di amido (nella farina), i lipidi vegetali dell'olio extravergine d'oliva e quelli animali della mozzarella di bufala o fior di latte, proteine animali (ancora dalla mozzarella).

Calorie

La pizza non è un alimento ipocalorico adatto a qualunque regime dietetico: una margherita del peso di 300 gr dà un apporto di oltre 800 calorie peraltro molto sbilanciate a favore dei carboidrati (circa 75%).

Celiachia

Contiene glutine, ma è possibile trovare pizzerie che producono pizze con farine senza glutine o farla in casa con le apposite farine.

Origine

La pizza ha una storia lunga, complessa e incerta. Già nell'antichità focacce schiacciate, lievitate e non, erano diffuse presso gli Egizi, i Greci e i Romani. Benché sia ormai diffusissima in quasi tutto il mondo, la pizza è un piatto originario della cucina italiana ed in particolar modo napoletana. Quando si parla di pizza in generale si intende infatti la pizza tonda condita con pomodoro e mozzarella: la Margherita. Tuttavia altre città si contendono con Napoli l'invenzione della pizza. Infatti col termine "pizza", trattandosi di una particolare specie di pane o focaccia, presenta innumerevoli varianti, diversi nomi e caratteristiche a seconda delle diverse tradizioni. In alcune aree dell'Italia centrale, viene chiamata "pizza" qualsiasi tipo di torta cotta al forno, salata o dolce e alta o bassa che sia.

Vedi anche la Storia della pizza Margherita.

Origine del nome

L'etimologia del nome "pizza" deriverebbe secondo alcuni, da pinsa, "tpinsa" o "tpansa" (dal dialetto napoletano), participio passato del verbo latino pinsere oppure del verbo "pansere", cioè pestare, schiacciare, pigiare che deriverebbe da pita mediterranea e balcanica, di origine greca (pita o pitta ossia "infornato"; secondo quest'ultima ipotesi la parola deriverebbe dall'ebraico פִּתָּה o פיתה, dall'arabo كماج e dal greco πίτα, da cui anche pita che appartiene alla stessa categoria di pane o focacce. Studi più recenti accreditano, oltre all'origine greca, anche altre ipotesi, cioè che la parola deriverebbe dal germanico (longobardo o gotico) dell'alto tedesco d'Italia bĭzzo-pĭzzo (da cui anche in tedesco moderno Bissen: "boccone", "pezzo di pane", "tozzo di focaccia").
Questa ipotesi sarebbe pure confermata dall'area di diffusione originaria della parola, che coinciderebbe con il regno e i ducati longobardi di Benevento e Spoleto. Tuttavia la diffusa presenza, in area balcanica di pita, induce J. Kramer, riportato dalla stessa fonte, a cercare nel greco πίτα l'origine dell'italiano "pita", da cui poi "pizza" per incrocio con "pezzo" oppure "pazzo". Più recentemente (2007) gli studiosi Mario Alinei ed Ephraim Nissan hanno proposto un'etimologia semitica della parola "pizza". Appare comunque certo che la fortuna odierna della parola "pizza" venga dal dialetto napoletano e dalla regione campana. Di fatto queste tesi sembrano contraddittorie, ma essendo un alimento così diffuso l'etimologia originaria ed arcaica di questa parola non è evidente. Il dibattito tra i massimi studiosi è tutt'oggi aperto e verte sulle tesi presentate. Tratto da Wikipedia.

Pizzaioli acrobatici

Pizzaiolo acrobaticoI pizzaiolo acrobatici, detti anche pizzaioli "freestyler", sono pizzaioli che oltre ad essere in grado di produrre la pizza sono dei giocolieri che fanno esibizioni originali facendo roteare la pasta della pizza in evoluzioni spettacolari. Spesso si esibiscono fuori dallle pizzerie a ritmo di musica. Vengono utilizzati impasti per pizza speciali adatti a facilitare e prolungare le prestazioni.
 

Pizza Hut

Pizza HutPizza Hut è una catena di ristorazione americana in franchising con sede in Texas a Dallas, famosa per aver portato la pizza americana in tutto il mondo. Dispone di oltre 12.000 ristoranti in oltre 100 paesi.
Nonostante sia la più grande catena del mondo specializzata nella ristorazione a base di pizza, essa non ha mai messo piede in Italia, per la scarsa convenienza del proporsi in concorrenza ad un alimento che in tale paese è tipico ed artigianale.

Altre lingue

In tutte le lingue del mondo si chiama solo e soltanto Pizza.

Materie prime: 
Farina 0
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda