Coronavirus: chi sono i 105 deceduti. L’identikit dal report dell’Istituto Superiore di Sanità

Coronavirus: chi sono i 105 deceduti. L’identikit dal report dell’Istituto Superiore di Sanità

Dall’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità vengono confermate le osservazioni fatte fino ad ora in tutto il mondo sulla tipologia dei pazienti deceduti risultati positivi al COVID-19. Viene confermato che l’età media dei pazienti presi in esame è 81 anni, circa 20 anni superiore a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione.

Statistiche sui deceduti italiani
Coronavirus: età media e caratteristiche dei deceduti in Italia

I dati statistici ufficiali dei deceduti italiani

L’Istituto superiore di Sanità ha rilasciato un report ottenuto dai dati ricavati dal questionario sviluppato appositamente ai fini della rilevazione dei casi di morte e che riguarda:

  • 73 pazienti deceduti in Lombardia,
  • 21 in Emilia Romagna,
  • 7 in Veneto,
  • 3 nelle Marche.

N.d.r.: il totale risulta 104 e non 105. Il motivo di tale discrepanza è da richiedere all’Isi. Possiamo suppore che sia mancato un questionario.

Dal comunicato stampa relativo a tale report, sui 105 pazienti italiani deceduti al 4 marzo e positivi al COVID-19, risultano i seguenti dati:

L’età media è di 81 anni

42,2% nella fascia di età tra 80 e 89 anni
32,4% tra 70 e 79 anni
8,4% tra 60 e 69
2,8% tra 50 e 59
14,1% sopra i 90 anni.

Più uomini che donne

– Sono 28 le donne decedute dopo aver contratto l’infezione da COVID-2019, pari al 26.7%.
– L’età media delle donne è di 83,4 anni.
– L’eta media degli uomini è di 79,9 anni.

Presenza di patologie pregresse

– Più di due terzi dei casi presentava tre o più patologie preesistenti.
– Il numero medio di patologie osservate in questa popolazione è di 3,4.
– Il 15,5% del campione presentava 0 o 1 patologie.
– Il 18,3% presentava 2 patologie.
– Il 67,2% presentava 3 o più patologie.

Le patologie preesistenti più frequenti

– Il 74,6% soffriva di ipertensione.
– Il 70,4% soffriva di cardiopatia ischemica.
– Il 33,8% era affetto da diabete mellito.

Tempo medio del ricovero

Il tempo mediano dall’insorgenza dei sintomi al ricovero in ospedale è stato di 5 giorni e la mediana del tempo intercorso tra il ricovero e il decesso è stato di 4 giorni.

Osservazioni del presidente dell’ISI

“Anche se preliminari, questi dati confermano le osservazioni fatte fino a questo momento nel resto del mondo sulle caratteristiche principali dei pazienti – commenta il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro – in particolare sul fatto che gli anziani e le persone con patologie preesistenti sono più a rischio. Si tratta di persone molto fragili, che spesso vivono a stretto contatto e che dobbiamo proteggere il più possibile”.

Forse ti potrebbe interessare anche…

Luisanna Messeri

Sarago comune

Gino Sorbillo. La pizza nel cuore

Salmone



Libri consigliati:

Libro: Ricette straordinarie per il diabete

Ricette straordinarie per il diabete

Basta parlare di diabete e subito si pensa a una dieta ferrea: niente zucchero e solo pasti nutrienti, che non riescono però a stuzzicare il palato….
Libro: Cuochi si diventa. Vol. 2 Di Allan Bay

Cuochi si diventa – Vol. 2

Cuochi si diventa – Vol. 2. Questo volume completa il progetto del primo libro di Allan Bay, proponendo altre cinquecento ricette. Dopo la carne, le…
Frollini. Cook'in box. Con gadget libro di Santin Maurizio

Frollini

Il cuoco nero Maurizio Santin in questo libro porterà nelle vostre case il profumo dei frollini appena sfornati. Difficile resistere a una tale…
In cucina comando io. Libro di A. Cannavacciuolo

In cucina comando io

In questo libro Antonino Cannavacciuolo ripercorre i momenti più significativi della sua carriera professionale, dagli esordi a Vico Equense, terra…

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda

Potrebbe interessarti anche