Zenzero

O ginger
Zenzero

Lo zenzero, anche detto Ginger, è la radice di una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zinziberacee, carnoso e densamente ramificato, molto aromatico e dal profumo canforato, ha sentore di limone e di citronella. Con cardamomo e curcuma è ingrediente del curry, tipico condimento indiano. Utilizzato in Oriente da millenni, sia per aromatizzare e insaporire i cibi, sia come rimedio medicamentoso per svariati disturbi, si sta diffondendo sempre più anche in Italia insieme ad altri alimenti etnici. L'aroma dello zenzero in generale, è molto gradevole, dona freschezza e rende particolarmente gustosi dolci e vivande.

Utilizzo principale

Il rizoma essiccato, generalmente commercializzato in polvere, è impiegato come spezia in cucina e nella preparazione di liquori come aromatizzante. Si può usare sia in piatto salati, primi e secondi, che nei dolci.

In Estremo Oriente, in particolare in India e nell’area del Sud-Est asiatico, è usato come condimento in molte ricette di curry. Vedi la ricetta del Garam Masal dello chef Gordon Ramsey.

Nei paesi anglosassoni lo si trova nelle preparazioni di birre o di altre bevande fermentate come ad esempio il ginger-ale o di dolci come il pain d’epice, il pane speziato dei paesi nord-europei.
Grattugiato fresco dona un gradevole aroma ai piatti.

La pianta

Zingiber officinale RoscoeZingiber officinale Roscoe, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zinziberacee e originaria dell'Asia orientale, ha l'aspetto di una canna con grossi rizomi orizzontali tuberosi, con portamento eretto, che può raggiungere il metro e mezzo di altezza e ha una radice detta rizoma. Annualmente, lo zenzero emette, direttamente dalla radice, uno stelo simile alla canna da zucchero, con foglie strette a forma di lancia.

Fiore dello zenzero

Fiore della pianta Zingiber officinale RoscoeLa fioritura è formata da una infiorescenza con l’aspetto di una spiga, composta di fiori bianchi, verde pallido o giallini. Il rizoma viene estratto dopo la fioritura quando la pianta ingiallisce.

Reperibilità

Ormai facile da trovare anche nei comuni supermercati in Italia.

Varietà

Parente stretto delle orchidee, comprende un centinaio di specie, tra cui l' “alpinia officinalis”, conosciuta come “zenzero cinese”. Si può reperire al naturale, con la sua cuticola esterna, e allora viene chiamato Zenzero grigio, oppure il rizoma viene decorticato e commercializzato come Zenzero bianco.

Forme in commercio

Lo zenzero viene venduto sia in forma di polvere che intero, da grattugiare sulle pietanze; quest’ultima tipologia, anche se mantiene migliori le caratteristiche qualitative del prodotto, ha lo svantaggio di non rimanere fresco a lungo.

Zenzero candito

Zenzero canditoIl rizoma candito o sciroppato è un dolciume apprezzato sia in Oriente che Occidente.

 

Come conservare

La radice fresca è piuttosto costosa e purtroppo si conserva per poco tempo. Alcuni consigliano di conservare il rizoma immerso in un barattolo pieno di sabbia.

Zona di origine

È originario dell’Asia meridionale, ma è coltivato in tutte le aree equatoriali con clima monsonico.

Zona di coltivazione

Oggi la sua coltivazione si è diffusa in molti paesi caldi come Brasile, Messico, Africa, Indonesia, Perù, Tailandia e dovunque vi siano le condizioni adatte, cioè un clima caldo tropicale. Il maggior produttore comunque è l'India, che da sola fornisce più del 35% della produzione mondiale.

Proprietà dello zenzero

  • Nella medicina araba è considerato afrodisiaco.
  • Alcuni popoli dell'Africa ritengono che mangiare regolarmente zenzero preservi dalle punture delle zanzare.
  • Utilizzato per applicazioni esterne lo zenzero ha una leggera azione revulsiva, che viene sfruttata per fare cataplasmi contro i reumatismi e nelle odontalgie.
  • Studi recenti hanno confermato diverse proprietà di questa radice, ad esempio contro la dispepsia: esso infatti è capace di agire efficacemente su tutto l'apparato digerente, nei casi di inappetenza o di digestione lenta e laboriosa, flatulenza, meteorismo e gonfiore intestinale per le sue proprietà carminative.
  • Si è dimostrato efficace anche contro il mal d'auto, la nausea e il vomito in gravidanza, e come antispasmodico.
  • Efficace in caso di reumatismi, gastrite e ulcera, mal di testa, è stata anche confermata la sua attività antiossidante.
  • La sua attività antinfiammatoria viene sfruttata anche per preparare colliri decongestionanti.

Controindicazioni

L’estratto di zenzero può essere responsabile di fenomeni irritativi gastroduodenali. Può aumentare l’attività di anticoagulanti orali, dei farmaci antinfiammatori e degli antiaggreganti piastrinici, in quanto inibisce l’attività della trombossano sintetasi.

Tabella nutrienti

Nutriente Valore
Calorie 4 Kcal

Valori per un cucchiaio di zenzero fresco.

Origine del nome

Zenzero è il nome italiano dello Zingiber officinale.

Nella musica

Nel 2004 il gruppo italiano Elio e le Storie Tese ha dedicato una canzone allo zenzero: "Natale allo Zenzero".

Nella storia

Lo Zenzero era già conosciuto da Galeno che ne descrisse la radice, definendola "importata dalla Barbaria"; nel 1500 il Matthioli descrisse questa droga raccomandandola come "commendevole nei cibi e costumarsi di mangiare nei condimenti".

Curiosità

È spesso confuso con il peperoncino, con il quale non esiste neppure una lontana parentela botanica. Le due piante in comune hanno invece l’impiego in gastronomia, così come la Curcuma (Curcuma longa), appartenente alla stessa famiglia dello Zenzero.

Anche detto

Ginger.

Altre lingue

Lingua Voce
Inglese ginger
Francese gingembre
Spagnolo jengibre
Tedesco ingwer