Gomasio

Tipico della cucina giapponese, il gomasio oggi è arrivato anche in occidente e viene usato come condimento per insaporire ricette non solo della cucina macrobiotica o vegana. È un'alternativa sana al sale. Il gomasio è un mix di semi di sesamo e sale marino tostati e tritati, e si può facilmente preparare anche in casa.

Il Gomasio fa parte degli aromatizzanti salati. È un condimento che fa bene alla salute, ovviamente sempre senza esagerare proprio per l'elevato apporto nutrizionale dato dai semi di sesamo, ingrediente principale del gomasio. Il sesamo è infatti molto ricco di calcio, magnesio, silicio e fosforo, oltre che di vitamine del gruppo B e di acidi grassi insaturi. È alcalinizzante, energetico e ricostituente. 

Varietà

Esistono alcune varianti al comune gomasio. Si può trovare in commercio il gomasio alle alghe dal sapore un po' più deciso. Le alghe oggi stanno arrivando anche nella nostra cucina, non solo in quella giapponese.

Le più utilizzate sono la alga dulse di bretagna dal sapore piccante e la wakame. L'aggiunta delle alghe al gomasio garantisce un aroma più pungente e corposo al condimento. Le alghe sono molto ricche di sostanze nutritive, in particolare sali minerali (ferro, calcio, iodio), vitamine (betacarotene, vitamine B, C ed E), proteine e acidi grassi Omega 3. Contengono inoltre sostanze antiossidanti e acido alginico, dal potere disintossicante.

Dove si compra

Gomasio varietàOramai è piuttosto facile trovare il gomasio in vendita nei grandi supermercati. In genere lo si trova nel reparto degli aromatizzanti o del sale. In alcuni casi è nel reparto di alimenti naturali o biologici.

Nei negozi bio e nelle erboristerie è sicuramente un prodotto presente con estrema facilità. Prestare sempre attenzione alle origini del prodotto e alla data di scadenza. Si consiglia di prepararlo in casa, essendo un procedimento piuttosto semplice e poco costoso. Vedi ricetta come si fa il gomasio in casa.

Il gomasio è un ingrediente di uso comune nella cucina tradizionale giapponese e viene utilizzato spesso come condimento per insalate, noodles, onigiri o sushi.

Come si usa in cucina

Il gomasio può arricchire qualsiasi piatto dalle minestre alle insalate, ai piatti a base di carne, a quelli a base di pesce. Sarebbe meglio utilizzarlo a crudo così da godere in pieno delle sue proprietà, inoltre è bene ricordare che il sesamo se portato ad elevate temperature , essendo ricco di Omega 6, può diventare tossico. 

Si può usare il gomasio in aggiunta alle panature per rendere gli alimenti più saporiti ma non per questo più salati.

Come si fa il gomasio in casa

Gomasio: come si faPer preparare questo condimento in casa occorrono soltanto due ingredienti, neanche troppo costosi, ovvero:

  • semi di sesamo biologico, sale integrale in proporzione 1 a 10, cioè per ogni cucchiaino di sale, dieci di sesamo tostato, fino ad un massimo di 1 a 20 per chi gradisce il gusto meno salato e più sano.

Lavare sotto l’acqua i semi di sesamo e farli poi asciugare su un tagliere. I semi di sesamo saranno asciutti quando non si attaccheranno alle dita! Procedere quindi alla tostatura usando una padella antiaderente su una fiamma medio/alta facendo attenzione che non brucino, non devono infatti fumare, ma solo scoppiettare i raggiungere un colore dorato.

Una volta raffreddati passarli nel mixer o in alternativa in un macina-caffè.

Gomasio: come si faGli appassionati cucina orientale avranno la Suribachi con pestello in legno, il surikogi, ovvero la tipica ciotola zigrinata in ceramica che serve per pestare semi oleosi.
Aggiungere poi il sale fine integrale, mischiare bene e conservare in un barattolo per una o due settimane al massimo.

Gomasio alle alghe

Far seccare circa 3 cm di alghe kombu per una decina di minuti in padella o forno e poi ridurre in polvere. Procedere aggiungendo le alghe polverizzate alla ricetta per fare il gomasio, sostituendole al posto del sale.

Gomasio ai semi

Si possono aggiungere altri semi oleosi come quelli di lino, di canapa o di girasole.

Conservazione

Si conserva il gomasio preparato in casa in un barattolo ben chiuso e una volta aperto riporlo in frigo e cosumare entro al massimo dieci giorni.

Il gomasio è originario del Giappone.

Oltre ad avere il vantaggio di ridurre l'uso del sale con i benefici sulla salute che questo comporta, il gomasio presenta tutti i valori nutrizionali dei semi di sesamo. Occorre precisare che è un alimento molto ricco dal punto di vista nutrizionale perché contiene vitamine, grassi insaturi, sali minerali e piccole dosi di proteine

Proprietà e benefici

Il gomasio è una grande fonte di calcio, un sale minerale utile per le ossa e per la prevenzione dell’osteoporosi.

Aiuta a contrastare la stanchezza, a migliorare la memoria, a limitare nausee ed emicranie inoltre agisce favorevolmente sulle nostra difese immunitarie.

Il gomasio contiene sesamina e sesamolina: due antiossidantiche contribuiscono a regolare il livello di colesterolo nel sangue e a migliorare le funzioni epatiche (del fegato).

È consigliato come sostituto del sale nelle diete che richiedono un consumo controllato di cloro e sodio, è ideale per chi soffre di ipertensione o disfunzioni ai reni (come calcoli renali, renella).
È anche un ottimo integratore nelle diete rigide in cui non vengono apportate quantità sufficienti di sodio e oli vegetali.

Attenzione a chi segue regimi dietetici ipocalorici perchè il gomasio, a differenza del sale, è calorico, proprio perchè contiene sesamo, ma considerando il ridotto quantitativo di condimento che si utilizza al giorno, non dovrebbe sbilanciare troppo la dieta.

Gomasio è il nome tradizionale giapponese, che deriva dal giapponese goma, semi di sesamo e shio, sale. In Corea è chiamato Ggaessogum.

Curiosità

Con lo stesso termine in Giappone si usa descrivere il colore di capelli di tipo brizzolato, il nostro modo di dire “sale e pepe".

Alimento originale: 
Sesamo
 

I vostri commenti

l'articolo è stato scritto bene molto esaudiente, complimenti.Mi interessano le cose vere, naturali, l'alimentazione e tutto quello che ci fa stare bene. Arrivederci.

Occhio a cosa scrivete!!!i celiaci sono intolleranti al glutine da grano, frumento, orzo, kamut..... E non dalla frutta secca o con il guscio!! Inorridita dalla tanta ignoranza!!

Gentile Patrizia, ci scusiamo per l'errore. Può capitare e quando succede siamo subito pronti a correggere e a ringraziare chi si prende cura di segnalarceli. Mi spiace se l'abbiamo fatta "inorridire", questo non toglie la qualità delle nostre informazioni che comunque sono a livello divulgativo e non si sostituiscono al parere del medico.
Buona giornata

Scheda sul gomasio perfetta! Un grazie di cuore e tanti complimenti!

Grazie Cinzia! Siamo felici per esserti statii utili! :-) Un caro saluto

Vi ho scoperto per caso cercando consigli su come fare il gomasio in casa. Sono felice di aver trovato questo sito, ben fatto, chiaro e ricco di informazioni. Grazie, vi consultero' spesso

Grazie Manuela! Non sai quanto ci facciano piacere commenti come il tuo ;-)

Buongiorno, volevo sapere se per la preparazione del gomasio si puo' utilizzare sale rosa dell' imalaia.
Grazie
Eddy

Buonasera avendo letto che il sesamo ad altre temperature diventa tossico, il gomasio quindi non può essere usato per ricetta che prevedono cottura?? Va bene solo se usato a crudo???? Grazie in anticipo per la risposta! Saluti.

Lascia un commento o una domanda