Dovadola. Sagra del tartufo

Domenica 24 Ottobre 2010. Dovadola (FC). Alimentipedia ha partecipato in giuria alla Quarta Edizione del Concorso Gastronomico “Gli Chef e il Tartufo di Dovadola”. Edoardo Raspelli che avrebbe dovuto partecipare come presidente di giuria non è potuto venire per motivi di salute. Al suo posto lo chef Igles Corelli. Il Concorso, patrocinato dall'Associazione cuochi Forlì Cesena, ha visto una giuria costituita da 4 quattro affermati professionisti del settore e presieduta da Igles Corelli. Abbiamo valutato 7 secondi di 7 chef romagnoli a base di Bovina Romagnola IGP e Tartufo di Dovadola, accompagnati da due contorni.

La Fiera del tartufo

Prima dell'inizio del concorso abbiamo fatto un giro per le strade di Dovadola tra stupende bancarelle con ogni prelibatezza, non solo tartufi e funghi, ma anche formaggi, pane, e tanto altro da tutta Italia.

Prima del concorso

Prima che iniziasse il concorso abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Igles Corelli. Ci ha raccontato di essere entusiasta del passo che sta facendo. Dopo 14 anni chiude il suo storico ristorante "La locanda della tamerice" a Ostellato (FE), sua terra natia, per scollinare dalla Romagna verso la Toscana e mettere radici a Pescia, tra Lucca e Pistoia dove a Novembre (2010) aprirà il ristorante "Atman", dove un tempo c’era una trattoria chiusa da anni.

TagliatelleL'ospitalità tipicamente romagnola, prima del concorso, ha messo a tavola la giuria e gli amici sponsor, per gustare in tutta la loro genuinità delle fantastiche tagliatelle artigianali con ragù e tartufo, polenta e crostini al tartufo, maestralmente cucinati da Alberto Saiani vice presidente Associazione cuochi Forli-Cesena il Passatore, e dallo chef Mirko Gadignani. Edoardo Raspelli, famoso giornalista e critico gastronomico, ricoverato all'ospedale di Trento, ha inviato un saluto a Dovadola e ha rassicurato sul suo stato di salute. Lo chef Igles Corelli ha presieduto la giuria al suo posto.

Concorso: "Gli chef e il tartufo di Dovadola"

GiuriaAlberto Saiani da il via al concorso all'interno del Teatro comunale di Dovadola. Sul palco, seduti ad un grande tavolo, i giudici sono 5: presidente lo chef Igles Corelli, il direttore di "Degusta" Gianluigi Veronesi, il presidente dell'Associazione italiana Sommelier Terenzio Medri, Spelta Federica direttore di Alimentipedia.it, e Federico Chiari presidente Associazione Cuochi Forlì Cesena il Passatore.

CuochiI cuochi hanno a disposizione un grande tavolo ai piedi del palco su cui preparare i loro piatti e dei fuochi all'esterno per la cottura. Appena pronto il piatto viene servito alla giuria e presentato dall'autore. Per ogni piatto la giuria deve giudicare con un valore da 0 a 10 il gusto e la presentazione, mentre la valutazione della tecnica e dell'igiene è a carico di un giudice esterno alla giuria.Oltre ai piatti per l'assaggio della giuria, ogni chef deve prepararne uno di presentazione. Nella prima foto sotto uno dei piatti presentato sull'elegantissimo tagliere Strapper. Per ogni piatto Igles è riuscito a trovare pregi e difetti, idee interessanti o errori tecnici. Non si smetterebbe mai di ascoltarlo.

Piatti

Piatti

Alcuni dei piatti preparati

La giuria assaggia

La giuria assaggia i piatti preparati

Premiazione  

Premiazione

In primo piano il 3° posto Massimiliano Cameli e a destra il vincitore Roberto Bandini

Igles Corelli dimostra i taglieri intelligenti Strapper

Igles Corelli e Piero GuglielmiVuoi un tagliere sempre nuovo e igenicamente impeccabile? Tra un piatto e l'altro con Igles e Piero Guglielmi (inventore dei taglieri Strapper) abbiamo ammirato la semplicità con cui si sostituisce la pellicola usa e getta che permette di far ritornare come nuovo il tagliere. I taglieri in polietilene Strapper sono una ottima base di appoggio per tagliare ogni tipo di alimento. Il loro aspetto elegante rende un piacere servire in tavola salumi e formaggi. Vedi Taglieri Strapper provati da Alimentipedia. Per info www.strapper.it

Conclusioni

Una giornata davvero speciale trascorsa tra persone preparate e disponibili. Abbiamo potuto apprezzare l'ottimo connubbio tra la Bovina Romagnola IGP e il tartufo di DOVADOLA, sapientemente cucinati dai sette cuochi in gara che nonostante l'emozione e l'assenza di una "vera" cucina professionale hanno dato il massimo. È stato un grande piacere ritrovare Igles e poter ascoltare le sue opinioni sulle nuove tecniche di cottura piuttosto che sulla cucina molecolare o sulle nuove tendenze dei fruitori della ristorazione. Gusto, piacere di stare insieme e le materie prime di qualità hanno creato l'atmosfera di questo evento.

Ricordi

Dovadola, Spelta Federica con Igles Corelli

Ricevimento della targa ricordo e un ricordo con Igles Corelli

Un consiglio

Ristorante TouringVogliamo inoltre ringraziare e consigliare la cucina del ristorante "Touring" a Milano Marittima dello chef Roberto Marzola. Abbiamo gustato, in compagnia di Piero Guglielmi e Alberto Saiani, dell'ottimo pesce, abbondante e squisito. Provatelo!

Nella foto a destra: Roberto Marzola (chef Touring), Nicoletta e Federica Spelta (Alimentipedia) e Piero Guglielmi (taglieri Strapper). A destra uno dei tantissimi antipasti di mare

Ringraziamenti

Vogliamo ringraziare la stupenda ospitalità ricevuta. Un grazie all'organizzazione e agli amici Alberto Saiani e Piero Guglielmi.
Si ringrazia inoltre l’Associazione Cuochi Forlì-Cesena e la Pro Loco di Dovadola.

 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda