Farro spezzato

Deriva da una particolare lavorazione del farro. È ottenuto dai chicchi di farro integrale. Visivamente presenta una colorazione marrone chiaro ambrato.

Utilizzo principale

Può essere usato in grani interi come il riso, in zuppa, per i minestroni, suppli', per piatti freddi a insalata o tritato tipo polenta per polpette oppure sempre nei minestroni.

La maniera più tipica di prepararlo è cuocere il farro, ammollato a lungo in acqua, dentro un passato di fagioli, possibilmente rossi, insaporito con gli odori e condito con olio extra vergine a crudo. Vedi ricetta Zuppa di farro e fagioli.

L'ideale per conservarne le proprietà è accompagnarlo con verdure o con erbe aromatiche e olio di oliva.

Lavorazione

Il farro spezzato è ottenuto dai chicchi di farro integrale cioè semplicemente svestiti della pula spezzando ogni chicco in più parti (3 o 4 parti) e successivamente vagliato nel calibro attraverso una macchina vagliatrice.

 

Come cucinare

Il farro spezzato richiede 10 minuti in meno di lessatura rispetto a quello intero e non necessita di ammollo. Dopo cotto prende la consistenza del semolino.

Vedi Farro in generale.

Celiachia

ATTENZIONE! Contiene glutine.

Alimento originale: 
Farro
Materie prime: 
Farro
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda