Sara Papa

Sara Papa, maestra di cucina, esperta di panificazione e di lievito madre. Le sue ricette e i suoi consigli sono preziosissimi per chi voglia affacciarsi al mondo della panificazione anche a livello casalingo. Nei suoi libri così come in televisione su Alice nel programma "Pane, amore e fantasia", Sara ha la grande dote di saper spiegare in modo semplice, naturale ed efficace anche le tecniche che potrebbero sembrare di difficile realizzazione. Sara dà vita a pani di ogni genere, dai più tradizionali a quelli più originali con forme ed ingredienti speciali, con passione, fantasia e professionalità. Vedi anche il calendario corsi di Sara Papa.

Sara Papa nasce a San Nicola da Crissa, in provincia di Vibo Valentia, ed è lì che con la sua mamma nasce l'amore per la cucina. Con lei impara a sfruttare le risorse che la stagione offre preparando conserve, marmellate, facendo il pane e la pasta, carpendo da lei tanti trucchi e ricette.

Da costumista a maestra di cucina

In seguito, il suo innato buon gusto e senso estetico la portano ad iniziare la carriera come costumista cinematografica. In quegli anni Sara non dimentica l'amore per la cucina, ma continua a coltivarlo preparando cene per attori e registi, tra i quali Renato Pozzetto. Ci racconta che anche allora in quelle occasioni la sua tavola era sempre "assolutamente" elegante, raffinata, curata nei minimi particolari, così come i piatti preparati da lei, in cui la sua fantasia e creatività hanno dato sempre il tocco di originalità.

In seguito Sara inizia a frequentare corsi di cucina prima amatoriali e poi professionali imparando le tecniche di cucina a tutto tondo, dalla pasticceria, alla panificazione, corsi sul cioccolato e corsi formativi con grandi chef.

Impegni e collaborazioni

Oggi fa parte della Federazione Nazionale Cuochi ed è docente presso molte scuole di cucina, tra cui la Scuola di Arti Culinarie Cordon Bleu; è stata anche maestra di cucina nella celebre trasmissione La prova del cuoco in cui ha portato le sue conoscenze della cucina tradizionale calabrese.

Collabora con prestigiose riviste, tra cui “Cucina moderna” e “A tavola”.

La sua idea di cucina consiste soprattutto nel proporre piatti della tradizione realizzati con le nuove tecniche; i campi in cui trova la sua migliore espressione sono la pasticceria, la lavorazione del cioccolato, la gelateria e la preparazione della pasta fillo, ma è con la panificazione che riesce a coniugare al meglio tradizione e creatività.

Attualmente Sara vive a Roma e sta conducendo la seconda fortunata serie di "Pane, amore e fantasia" su ALICE TV.

I libri

Pane dolci e fantasia
Pane, dolci e fantasìa

Tutta la bontà del pane
Tutta la bontà del pane

Impara a cucinare in un mese
Impara a cucinare in un mese

Ingredienti preferiti

Assolutamente il rosmarino e la cipolla di Tropea. Sara ama cucinare proprio tutto, ma ammette di preferire il pesce alla carne.

La sua mania

Sara PapaSara ammette di avere un rapporto maniacale con la farina. Non accetta compromessi sulla qualità. Un buon pane non può nascere da farine che non siano assolutamente genuine. Usa infatti solo farine macinate a pietra, in cui la crusca dona al pane un sapore più intenso oltre che a giovare alla salute e al benessere dell'organismo. Per Sara genuinità e qualità sono gli ingredienti per un buon pane.

Sara è...

Semplice, ma anche raffinata al tempo stesso. Chi frequenta i suoi corsi o la segue in Tv o ha letto i suoi libri, non può che descriverla come una grande professionista che sa spiegare in modo semplice, naturale e diretto anche quelle tecniche che potrebbero sembrare molto complesse per chi non è del mestiere, rendendo tutto molto semplice e fattibile e infondendo sempre sicurezza con il suo ingrediente segreto: la PASSIONE! La conosciamo personalmente e possiamo confermare che Sara è proprio così, preparata, dinamica, eclettica, positiva e nonostante la sua profonda preparazione, Sara è umile, curiosa e non smette mai di voler crescere e imparare per poi "trasferire" le sue conoscenze a chi la segue.

Luogo di nascita: 
San Nicola da Crissa VV
Italia
 

I vostri commenti

in che anno è nata sara?

Ciao Lory... è... Top Secret ;-) Per me ne ha 20 dentro e 20 fuori ...

SARA per favore potresti dirmi la vera ricetta dell'impasto della pizza al piatto della pizzeria ? Ne ho provate tante, ma tutte false ho anche il forno giusto, ma non la ricetta .

Gentilissima Sara seguo sempre le tue ricette in tv...
Ho un grande desiderio per la mia bambina che è celiaca...
Potresti dedicare una delle tue puntate su questa intolleranza?
Spesso cucinare per i celiaci è davvero difficile e il pane confezionato è orrendo!
Se non lo "tostiamo" nel fornetto è davvero disgustoso.
Anche preparare la pizza non è semplice...
Vorrei sapere se quando utilizzo il lievito secco, devo lasciare la pasta a riposo...Per quanto tempo e le dosi esatte... Quando invece utilizzo il lievito fresco devo lasciar lievitare per ore?
In una rivista avevo letto di recente che per i celiaci la pasta va lasciata lievitare per circa 15 minuti...
Ti ringrazio e aspetto con ansia una tua risposta.
Un abbraccio
Elisa da Bergamo

Elisa, il tuo commento è stato inoltrato a Sara, appena può ti risponde...torna a trovarci :-)

La seguo da tanto tempo e devo dire dire che e una vera professionista....Seguendo i suoi consigli ho imparato a fare il pane con il lievito madre ed e veramente affascinante vedere che si riesce a panificare con questi ingredienti semplici semplici!!!!! BRAVA !!!!!

come faccio a procurarmi la farina che lei usa? a torino non riesco ancora a trovarla. grazie

Letizia, scriva la richiesta a info@alimentipedia.it e le forniremo tutti gli indirizzi utili, oppure visiti il sito ufficiale di Molino Quaglia.

Grazie

Ciao Sara,
non appena posso ti seguo nel tuo bellissimo programma “Pane amore e fantasia”, ma a causa di impegni, purtroppo non sempre riesco!!!! Vorrei iniziare ad usare nelle mie ricette di pane pizza e focaccio il lievito madre, per quanto riguarda la preparazione del lievito e i rinfreschi mi è tutto chiaro e anche per le ricette che fai. Ma se io volessi utilizzarlo nelle mie ricetti in che proporzioni dovrei sostituirlo al lievito di birra disidratata che normalmente utilizzo? C’è un rapporto di proporzione tra lievito madre e quello che io uso? Ad alcune di queste ricette sono affezionata perche le ho personalizzate negli anni secondo il mio gusto e vorrei continuarle ad usare? Grazie per la tua attenzione !!!!! Ancora complimenti, è una gioia vedere con che amore e naturalezza impasti il pane, riesci a trasmettere la voglia di cucinare!!!!!!! Ciao e buon lavoro
Cry

il lievito madre si può utilizzare anche con la macchina per il pane

Maria...shhhhh....non dirlo a Sara, ma io l'ho usato anche con la mdp :-)

Bgiorno come va'?Per piacere mi potrebbe dire dove posso trovare la farina Petra ?Io abito a Millesimo provincia di Savona...................noi a Roccavignale abbiamo gia' un mulino che vende farina 00 ...va' bene uguale per fare il pane e altre cose che le fa' sul canale Arturo in tv.con la presentatrice Rossa di capelli?Per piacere mi potrebbe dare una risposta?Grazie e blavoro

Carissime,
Assunta la proporzione della ricetta della la trovi nel libro Pane dolci e fantasia.
Elisa anche in questo caso le farine son o importantissime, Glutinò del Molino Quaglia è ottima in quanto contiene anche la fibra e grano saraceno, a differenza delle altre è lavorabbile e ha più gusto, a questo proposito troverai le ricette nello stesso libro.
Cry, la proporzione del lievito di birra con la madre è sempre in virtù del tempo che hai per la lievitazione e la temp. ambiente, comunque su 1 kg di farina puoi mettere 300 g di madre.
La macchina del pane.......orroreeeeee ahahahah....

Ciao Gloria,
le farine sono molto importanti per la nostra alimentazione soprattutto conoscere la provenienza del grano. Le 00 le evitere in in quanto sono raffinate e non contengono sostanze nutritive per la nostra salute. Ma se ti interessa le puoi ordinare on line e con il codice (per tutti) SP444CC avrete uno sconto del 5%.........

Ciao Sara, guardandoti in tv riesci a far venir voglia a tutti di fare il pane in casa. Ho iniziato anch'io a fare il lievito madre e l'ho gia rinfrescato per 10 giorni, lievita che è una meraviglia e non vedo l'ora di poterlo utilizzare. A volte è talmente bello che mi piange il cuore doverlo buttare. Quello che vorrei capire è: quando sarà pronto e lo rinfrescherò senza utilizzarlo, lo metto in frigo subito dopo il rinfresco o lo lascio crescere e poi lo metto in frigo per un futuro utilizzo? Nel caso in cui lo secco come tu hai detto in una trasmissione, lo conservo in frigo in un sacchetto di carta o in quello per surgelati? ho ordinato la farina Petra da internet ed è veramente ottima, anche se l'ho provata con il lievito di birra per fare le treccine con l'uva di Corinto. Un grazie ancora per quello che ci insegni e aspetto charimenti su come conservare il lievito.

Ho acquistato il tuo manuale (PERFETTO) della Pasta FILLO. Complimenti per la chiarezza. Con quale farina posso sostituire la PETRA3? Ho in casa farina di grano duro tipo 0 e tipo 1.

A mio marito si gonfia la pancia qnd mangia il pane (di solito leva la mollica) e qllo senza lievito della panetteria è un mattone. Se faccio il pane in casa con il lievito madre può aiutare?

gentilissima signora sara papa, io la seguo tantissimo e ho trovato le sue ricette a dir poco eccezionali ! ho quasi finito di acquistare il suo corso sul pane sono arrivata al n. 13
vorrei sapere se possibile il suo indirizzo e-mail per poterle scrivere quando avrei bisogno di qualche consiglio !
ad esempio : la farina petra 1 - 2 - 3- e' una farina integrale ? la numero 1 a quale della nostra farina corrisponde ? allo 0 o al 00 ?
lei e' una persona veramente speciale !!! io adopero sempre la pasta madre e macino il grano duro o tenero a seconda di quello che devo fare con il mio mulino !!!
il mio indirizzo e-mail e' : pasiando@alice.
grazie per la sua cortese attenzione e se avro' risposta le sarei tanto grata !!!!

A Maristella, quando rinfreschi e non devi panificare, non devi farlo lievitare ma metterlo subito in frigo e quello secco nel sacchetto da freezer.
Per Giusy usa la Perta 1 per la pasta phyllo
Ciao

CARISSIMA SIGNORA SARA HO VISTO QUALCHE GIORNO FA SU ALICE LA PREPARAZIONE DELLA CROSTATA CON GRUE' MA NON SONO RIUSCITA A PRENDERE GLI APPUNTI SUGLI INGREDIENTI E IL PROCEDIMENTO. SAREBBE COSI' GENTILE DA SCRIVERMI DOVE POTER TROVARE LA RICETTA COMPLETA . GRAZIE PER LA SUA GENTILEZZA

Eccola:
Crostata con Gruè di cacao
au chocolate
Ingredienti
Per la frolla al cacao
490 g farina per dolci Petra 5
10 g cacao amaro
300 g burro
200 g zucchero a velo
80 g tuorlo
2 g sale
20 g Gruè di cacao

Per la crema al cioccolato
1 litro di latte
150 g cioccolato fondente al 55%
75 g cacao amaro
30 g amido di riso
70 g amido di mais
100 g zucchero semolato
120 ciliegie sotto spirito

Preparazione
Ammorbidite il burro, aggiungete lo zucchero insieme al sale e amalgamate bene, facendo attenzione a non lavorarlo troppo, mantenendo una temperatura di 18°C. Unite i tuorli facendoli assorbire completamente. Versate la farina setacciata con il cacao e il gruè in un’unica volta e fatela amalgamare delicatamente, formate una palla e fate riposare in frigo.
Nel frattempo preparate la crema.
In una ciotola versate gli amidi e stemperateli con 150 g circa di latte a temperatura ambiente.
In un casseruola versate 200 g di latte e portatelo a una temperatura di 90°C. Fuori dal fuoco versatevi il cioccolato tritato, il cacao e amalgamate con una frusta fino a completo scioglimento. Rimette la casseruola sul fuoco e aggiungete, lo zucchero, il rimanente latte e, mescolando per evitare che il cioccolato si attacchi al fondo, riportate a una temperatura di 90°C.
Aggiungete a filo continuando a mescolare velocemente gli amidi e, una volta che la crema sarà addensata, togliete dal fuoco e abbattete la temperatura. Aggiungete le ciliegie sotto spirito e coprite la crema con pellicola alimentare per evitare che si formino ossidazioni e contaminazioni batteriche.
Riprendete dal frigo l’impasto e lavoratelo per brevissimo tempo, dividetelo tenendo da parte una quantità sufficiente per rivestire la superficie della torta e stendete il resto.
Rivestite una tortiera a cerniera del diametro di 24 cm ricoprendo tutto il bordo.
Versate la crema a temperatura ambiente, ricoprite con le strisce di frolla rimasta e cuocete a una temperatura di 200°C per 10 minuti e a 180°C per 20 minuti.

Sara sei semplicemente "favolosa"! Ho seguito le tue ricette su Arturo e le trovo eccezionali, infatti le ho rifatte e son venute una bontà! Sai che ho iniziato l'anno scorso a fare il lievito madre usando farina di kamut e mi son trovata bene, infatti io compro e uso farina di kamut bio e farina di farro tipo 0. Con queste farine faccio di tutto e mi trovo bene. Mi piacerebbe vedere più ricette con queste farine che uso abitualmente è vorrei chiedenti se sai qualcosa sul lievito da fare a base di farina di legumi, lo so che il lievito madre non lo batte nessuno, ma questa e' una mia curiosità a proposito. Infine vorrei dirti che mi piacerebbe tanto avere una zia come te, avrei tanto da imparare!
Con affetto.
Marina

HO ACQUISTATO LE FARINE SENZA GLUTINE DEL MULINO PETRA,
CON QUESTE FARINE POSSO PREPARARE IL LIEVITO MADRE?
GRAZIE CORDIALI SALUTI SUSANNA VEI

Eccezionali le farine Petra!!! Non potrei più farne a meno!!!

Ciao Susanna... leggi qua...http://www.alimentipedia.it/esperto-risponde-marco-scaglione.html il nostro esperto Gluten Free risponde sul lievito madre senza glutine :-)

Semplicemente splendida! Da tempo ho acquistato "Tutta la bontà del pane" e lo stampo per il pane in cassetta. Seguo anche le sue trasmissioni dove viene spiegato come fare il lievito madre essicato. L'unica cosa che non riesco a capire è la proporzione farina / lievito madre essicato.
Grazie

sono in attesa della farina petra che ho ordinato su internet non vedo lora di provarla sto gia adoperando il lievito naturale che sara mi ha insegnato fare ma con la petra da quello che sento e unaltra cosa a presto. r

ciao sara finalmente 1 che e la maetra del pane buono, 6 ingambissima. Ora volevo sapere,come devo fare,dopo che o fatto il lievito madre, per aumentare le dosi, si deve fare fin da l'inzio o ,si puo procedere dopo. Mi rispondi gentilmente alla meil cosi me lo rileggo ogni volta che mi serve grazie . 6 l'orgoglio della nostra calabria

ciao sono roberta da firenze ho ordinato con internet la farina del molino quaglia qualcuna di voi gentilmente saprebbe dirmi quanti giorni ci vogliono per averla grazie a presto

cara sara ti faccio tanti complimenti per la tua professionalita sono una tua fedele telespettatrice non perdo una puntata anche se adesso sono tutte repliche ti espongo il mio problema . quando faccio il pane con il lievito naturale come mi hai insegnato come mai dopo cotto e bello poi dopo un po si ammorbidisce dove sbaglio .ti ringrazio anticipatamente se potrai rispondermi ciao roberta

Ciao Roberta! È abbastanza normale...si sa...il pane appena fatto è fantastico, croccante fuori e morbido dentro....poi anche a seconda delle condizioni climatiche e di umidità cambia. Prova a conservarlo in un sacchetto di carta, poi una scaldatina e dovrebe tornare buono :-) Facci sapere...

crostata,fantastica!!! ciao Sara...

ciao sara sono roberta faccio il pane toscano come da tua ricetta e viene buonissimo con farina petra 1 avevo il problema che quando si raffredda dopo circa 1ora non e piu tanto croccante ma loripasso 5 minuti nel forno e mi torna buonissimo da cosa puo dipendere ti ringrazio se potrai rispondermi quando ti potro rivedere in tv ciao

Buongiorno Sara,
Ho iniziato a fare il lievito naturale, ho preso la ricetta dall ultima uscita dei quaderni di alice
Inzio con farina 1 200 gr e acqua 100 gr, passano 48 ore e faccio il primo rinfresco, tutto ok lievita che una meraviglia!
Ora, probabilmente è una domanda stupida, dopo ilprimo rinfresco( sono passate 3 ore ed il lievito ha quasi raddoppiato), con rinfreschi giornalieri intendi 1 volta al giorno o ogni volta che raggiunge il doppio devo rinfrescare?e soprattutto visto che dopo 4 ore ha già lievitato se devo lasciarlo 1 giorno intero fino al raggiungimento delle 24 h si rovina?
Grazie mille giulia

Buongiorno Giulia! Sara le risponderà il prima possibile :-) Grazie per l'attenzione.

salve,scusi il disturbo...da qualche anno ho imparato a fare il pane...non in modo eccellente..ma a parer mio comunque buono...
ieri ho dimenticato d'infornare l'ultimo panetto che avevo fatto e l'ho lasciato su un tavolo tutta la notte..questa mattina me ne sono accorta...non vorrei buttarlo ma non so come lo posso riutilizzare...pensavo di fare il pane anche oggi ma ho paura che se uso quel panetto come se fosse lievito poi il pane venga acido...mi sa aiutare?grazie mille

Buongiorno Sara avredue domande da farti: 1 le ciabattine con poolish si fanno cuocere in forno ventilato o statico????? 2.. io stò usando del lievito madre attivo con germe di grano (Ruggeri) e pizze focaccie escono ok con il pane mi sembra non lieviti al 100% forse sbaglio le dosi. E' possibile sape l'esatta proporzione farina/lievito????? grazie e buona giornata.

cara sara sto vedendo pane amore e fantasia stai facendo un pane con uvetta e noci lo hai mangiato in toscana e domandi a patrizia quando si consuma questo pane si mangiava per pasqua si chiama pan di ramerino e fatto con uvetta ramerino e un po di zucchero unto con olio adesso pero si trova in tutte le stagioni spero di averti spiegato bene ti saluto ringrazio per tutte le cose che mi stai insegnando roberta

vorrei chiedere a Sara Papa ho preparato il lievito madre come dice lei pero alla fine del 15 mo giorno ho misurato il grado di acidita con phacca metro e non era 4.2 ma 5.8 posso adoperarlo lo stesso oppure devo rifare tutto grazie riman go in attesa

Ciao Sara volevo chiederti un'informazione dal momento che il molino quaglia non vende on line la farina di semola rimacinata e il germe di grano . Come posso fare per acquistarla? Grazie bacio

Ciao Simonetta, di dove sei? Posso informarmi presso il Molino se desideri

Sono di Civitanova Marche, provincia di Macerata. Ti ringrazio molto per la disponibilità

Ciao Simonetta...ecco la risposta del Molino Quaglia:
nel nostro sito del clic&carry si possono acquistare sia la semola di grano duro (la rimacinata uscirà quanto prima ma al momento non è disponibile) e il germe di grano in scaglie (Brick n° 25).

buonasera.volevo sapere se con il lievito madre si può fare la pizza GRAZIE

Ciao Giovanna. Certo che si può fare la pizza, tieni presente che risulterà come giusto che sia un pochino più acida che col lievito di birra. Dipende dai gusti. Ciaooo

Ho provato a fare il lievito madre ma non mi è riuscito, perché al primo utilizzo non ha lievitato l'impasto che è rimasto gommoso. Cara Sara mi puoi rispiegare il procedimento? Grazie

Cara Sara,mi è venuta la passione del pane guardandoti lavorare,ho provato ma c'è una domanda che mi preme:per fare il pane morbido e con i buchi come quello che si compra cosa bisogna fare?Io seguo passo passo la ricetta ma mi riesce sempre molto compatto e pesante.
ti ringrazio fin da ora.

Ciao Luciana. Sara credo che concorderò con me...è quasi sicuramente un problema di lievitazione o di farina. Che lievito usi?

uso solo lievito madre e farina manitoba,ma quando tolgo il lievito dal frigorifero lo devo rinfrescare due volte prima di fare il pane? quando ho preparato l'impasto alla sera per il giorno dopo devo tenerlo a temperatura ambiente o in frigorifero?Ho ordinato i tuoi libri spero mi darai chiarimenti ,un saluto

Buonasera Sara volevo chiederLe un'informazione: per fare il pane uso il lievito madre,utilizzo farine di grano duro e di farro con della segale, seguo la procedura delle pieghe,ma non so quanto far lievitare l'impasto,per ottenere una buona lievitazione con il successo della cottura. Mi potrebbe aiutare? Grazie per la sua disponibilità, Serafini Bruno.

Bravissima maestra Sara Papa,
ho messo oggi alle 14 in acqua e in frigorifero (in una ciotola coperta da pellicola) il lievito rinfrescato 100+100+60.
Ora è cresciuto e galleggiante. Quanto tempo posso tenerlo in frigorifero senza usarlo?
Devo toglierlo dall'acqua per conservarlo?
Grazie
Ernesto
PS ho omesso introduzioni e apprezzamenti

Gentil.ma Sara,
la redazione non mi ha risposto ma continuando a seguire le Sue puntate di Alice TV ho avuto alcune risposte e così sto imparando poco alla volta.
Ora so che devo usare solo il 40% max di acqua (infatti quello che avevo fatto si era un po' ....sciolto), che posso tenerlo 2-3 giorni in frigorifero e che dopo averlo tolto dall'acqua per usarlo devo rinfrescarlo per conservarlo nuovamente
Ho ancora qualcosa da migliorare circa la consistenza.
Il profumo è buono ma dopo la lievitazione con taglio a croce mi resta un po' molle anche se uso il 40% di acqua. Non è bello compatto e con dei bei occhi come il Suo.
Potrebbe essere un problema di farina? Uso farina Manitoba 0 che acquisto alla Essalunga.

Mi sto cimentando nella Colomba Pasquale, ma la prima che ho realizzato seguendo un video di internet mi è rimasta un po' compatta.
Se non è programmata una puntata su questa preparazione nei prossimi giorni Le chiedo, se possibile, una ricetta e i passi fondamentali da seguire.

Grazie
Ernesto

Ciao Ernesto, tutto ok, ma per la farina Sara ti tira sicuramente le orecchie :-)

ne ha sicuramente titolo come maestra buona di antica memoria, le cui tirate di orecchie oltre che morali erano anche fisiche e alle quali seguivano quelle delle madri e nei casi più gravi la cinghia paterna.
però.. la tanto citata petra 1 non la trovo nelle zone da me frequentate (casale monf. e san mauro t.se)
oltre a questo c'è la tortura del Wxxy che nessun pacchetto riporta.
Che mi vengano delle orecchie da asino non lo vorrei proprio...
Se avete nel vostro archivio un Mulino valido nelle zone citate me lo potreste segnalare?

Ancora ringrazio e porgo auguri di serenità e buona Pasqua a tutti Voi.
Ernesto

Buondì Ernesto. La farina Petra la puoi comprare online sul sito ufficiale http://shop.farinaearte.it/affiliate/8907 oppure puoi trovare Petra presso L'EMPORIO DELLE CHICCHE, via Padre Colombo 12/a , 10024 Moncalieri ( Torino ) tel 011 6485599 che però non tiene Petra da 1 kg. Per quanto riguarda la forza ci sono delle risposte sulla pagina di FB Petra la Farina :-) Sperando di esserti stata utile Buona Pasqua anche a te :-)

Cara Sara,
Ho qualche dubbio riguardo al rinfresco e alla conservazione in frigo del lievito madre.
Quando rinfresco il lievito quanto deve stare a temperatura ambiente prima di metterlo in frigo?
Grazie
Giovanna 18/05/2014

Gentile Sara
faccio spesso la pizza utilizzando la farina petra 3 ed è sempre venuta benissimo. faccioil primo impasto la sera prima, il secondo impasto la mattina, lascio lievitare per 4 ore circa e poi lastendo nella teglia con un filo di passata e la lascio riposare nel forno per 3/4 ore. da qualche mese al termine della lievitazione nel forno si creano alcuni piccoli buchi acquosi nell'impasto, come se si sciogliesse. Non riesco a capire da che cosa dipenda. Non ho cambiato nulla nell'impasto. Aspetto un suo consiglio. Grazie

buongiorno signora Sara Papa vorrei avere se lei è cosi gentile la ricetta per fare il pane a casa, amo cucinare e vorrei tanto poterla incontrare per imparare almeno un po di ciò che sa fare lei dico sempre che nella vita non si finisce mai di imparare. spero voglia esaudire questo mio desiderio di incontrarla. grazie

Faccio il pane in casa da due anni con il lievito madre.
Non sono ancora riuscita a capire perchè bisogna rinfrescare sempre con il doppio del peso del lievito, io aggiungo 200 g. di farina e circa 160 di acqua indipendentemente dalla quantità che ho di lievito conservato in frigo, il giorno dopo a questo rinfresco generalmente faccio il pane, così non butto mai via il lievito. Che cos'è che non va bene? Grazie

ciao sara, volevo provare le farine petra, ma non so da dove cominciare l'acquisto, anche perchè ogni farina ha un uso ben specifico. premesso che preparo un pò di tutto dal salato al dolce. potrebbe andare bena la n. 9. sono un pò confusa. ti ringrazio anticipatamente.

Ciao Rosaria! Qui http://www.alimentipedia.it/farine-petra-de-molino-quaglia.html trovi tutto e puoi fare i tuoi ordini... ;-)

SONO LEANDRO DA VIBO MARINA,
SAREBBE COSI' GENTILE DA INVIARMI LE RICETTE DEI CANTUCCI E DEI TARALLI LIEVITATI CON I SEMI DI ANICE, IN QUANTO SERVIREBBERO A MIA MADRE CHE E' UNA SUA FAN !
LA RINGRAZIO IN ANTICIPO!

Sara carissima, mi onoro di far parte della schiera dei Tuoi numerosi fan! Mi sono recentemente convertita al "culto del Lievito Madre" ed a tal proposito ti volevo informare di aver "battezzato la creatura" (indovina come?)... "Piccola Sara"!!! Affezionatissimamente, Manuela

salve Sara, quanto lievito madre secco devo utilizzare su 1kg di farina?. grazie Rosy

ciao sara avendo lo sfarinato di lm da quasi 1 annoe dovendo fare il pane l'ho rinfrescatoogni 24 ore per 3 giorni al quarto giorno e tripòicato nelle canonike 3 ore. ho impastato alle 21 fatto lievitare tutta la notte e al mattino infornato il pane è venuto molto bene ma con un sapore un po più acido di quello ke faccio normalmenteda ke dipende? dovevo forse rinfrescarlo più volte?ciao

ricetta incompleta ,manca il tempo di cottura e la temperatura del forno per fare la ghirlanda di stelle a pagina 119 del libro pane dolci e fantasia.attendo una sua risposta grazie.

Buonasera gent.ma Sara, sono un suo attento lettore avendo acquistato Pane dolci e fantasia / tutta la bonta del pane. Ero intenzionato a produrmi la pasta madre ma mi sono bloccato perche' noto che la procedura che lei adotta e' sostanzialmente diversa nei citati libri. In pane dolci e fantasia lei asserisce: prelevate 100 gr. dell'impasto fermentato e impastatelo con 200 gr di farina e 100 gr. di acqua. Le chiedo: la farina da aggiungere non deve essere di pari peso dell'impasto fermentato ed il 50% dell'acqua? E' un errore di stampa oppure e' questa la procedura giusta come anche descritto in "tutta la bonta del pane". La prego di trovare un minutino del suo prezioso tempo per darmi un chiarimento. La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente Nicola

Gent.ma Sara seguendo la trasmissione Alice e acquistando i suoi DVD sono entrata nel fantastico mondo della panificazione,tra virgolette abito a San Benedetto del Tronto,volevo chiedere se avevate come programma di fare corsi qui nella zona . Premetto che sono una casalinga con la sfrenata passione della cucina . In attesa di risposta saluto e cordialmente ringrazio

Io vorrei sapere come mai provo a fare il lievito madre liquido ma e fermo da 4 giorni e non cresce di vede qualche bollicina ma niente...forse fa freddo?

Carissima inutile quanto tu sia brava e coinvolgente. Vorrei chiederti questo: sono alcuni anni che faccio il pane ma ultimamente grazie ai tuoi consigli viene proprio favoloso. Unico neo: la crosta si sbriciola tutta e non riesco a capire perchè. premetto che è buonissimo, molto alto, lievitato e ben cotto.....ma purtroppo la crosta...ne va dappertutto!!! mi puoi consigliare come fare per risolvere questo problema??? grazie . un abbraccio. Rina

Buongiorno sig.ra Papi,
ho visto la trasmissione su Rai Tre del 30/03 sulla preparazione della colomba pasquale e ho visto che ha utilizzato una impastatrice . Volevo sapere il modello e la marca di tale impastatrice che mi sembrava una buona macchina e dovendone acquistare una gradirei un suo gentile suggerimento.
Grazie in anticipo per la sua gentile risposta. Alessandro

Carissima Sara seguo sempre le tue puntate su Alice..chiedo per sicurezza di aver capito bene..il mio lievito madre come ho letto mi da un pizzico di acidità nel pane che faccio sempre o integrale o di farro!!..non so se va bene? Il lievito dopo un due tre giorni diventa un po molliccio in frigo..vorrei conservarlo sul canovaccio..ma non so se posso usarlo per la panificazione in casa..visto che ho letto che si conserva in canovaccio solo a livello industriale. Grazie del tempo che ci dedichi!!!!

Buonasera. Quando rinfresco la pasta madre e' normale che risulti molto elastica?Grazie

Buonasera,
Ho usato per il pane e la pizza il lievito madre attivo con germe di grano (si vende in busta come una farina - secco), devo dire che il risultato é stato molto positivo rispetto al lievito di birra, pizza molto più leggera, lei che ne pensa? É un buon compromesso? Grazie mille!

Salve Sara, sono Rosaria, sto creando un lievito madre, e penso si stia comportando abbastanza bene,oggi ho fatto il quinto rinfresco. Girando per la rete ho appreso che si può creare il licoli dal lm, ed è proprio quello che vorrei fare, ma mi chiedo quando posso iniziare, considerando che la mia pasta madre ancora non è matura?

Salve, se ho della pasta madre in frigo, quando ne tiro fuori una parte per rinfrescarla devo poi riunirla al resto che ho lasciato nel frigo? grazie

Lascia un commento o una domanda