Frutto rambutan

Il rambutan, Nephelium lappaceum, è un frutto simile al litchi proveniente dall’arcipelago malese e dal Sud-est asiatico. Coperto sulla parte esterna di piccole punte morbide, il rambutan assomiglia ad un piccolo riccio. Proprio dalla sua forma deriva il nome malese, "rambout" che significa appunto "capelli". È inoltre conosciuto come "litchi peloso".

Il rambutan si presenta con una caratteristica buccia ricoperta di spessa peluria rossa. Il colore della buccia varia da rosso a marrone giallastro. La polpa è traslucida, biancastra, sugosa ed è simile nella struttura al litchi. La polpa circonda un singolo seme non commestibile a forma di mandorla. Il sapore del rambutan varia da dolce, delicato e fragrante fino ad essere un po' acido, a secondo delle varietà. Il suo profumo è meno pronunciato di quello del litchi. I rambutan hanno un diametro di circa 5 cm.

La pianta

Nephelium lappaceum L.,pianta del frutto rambutanl rambutan si sviluppano a grappoli su un albero sempreverde il Nephelium lappaceum L. Questa pianta è di media grandezza (fino a 20 m) e appartiene alla famiglia delle Sapindaceae.
Le foglie sono pennate e la chioma è folta.

I suoi frutti, riuniti in grappoli, possono essere di colore giallo o rosso, dalla forma che varia dallo sferico all'ovale, la cui superficie è coperta da peli più o meno lunghi. Fruttifica due volte l'anno e la fioritura avviene da marzo a maggio e da agosto fino ad ottobre. Il frutto è maturo dopo circa 15-18 settimane dopo la fioritura. Un albero può produrre fino a 6.000 frutti.

Il rambutan si sviluppa ottimamente in climi tropicali e umidi. Si adatta a molteplici tipi di terreno tranne quelli in cui vi è ristagno idrico e quelli sabbiosi. La propagazione avviene principalmente per talea e in modo minore anche per innesto. Esistono oltre 50 varietà di questo frutto.

Come mangiare il rambutan

Il Rambutan ha un sapore simile al litchi. In cucina viene consumato principalmente al naturale, togliendo la polpa dal guscio dopo averlo tagliato a metà ed averne rimosso il seme centrale, ma è ottimo anche per la preparazione di marmellate.

Data la sua dolcezza, strizzata la polpa nel tè, dolcifica la bevanda che servita freschissima con all’interno un frutto intero risulta molto gradevole e dissetante.

È presente sul mercato tutto l'anno e si conserva per una settimana a temperatura ambiente.

Originario della Malesia, si sviluppa ampiamente in Asia sudorientale, specialmente in Indonesia e in Tailandia. In passato è stato coltivata a lungo in Tailandia, in Indonesia e nelle Filippine.

Per quanto riguarda le virtù terapeutiche, il rambutan ha un alto contenuto di vitamina C e pertanto un forte potere antiossidante e potenzia notevolmente le difese immunitarie. Contiene inoltre calcio e fosforo.

Calorie

Nutriente Valore
Calorie 64 cal

Valori per ogni 100 gr.

 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda