Pasta brik o brick
Tempo: 
30 minuti
Bambini: 
adatto ai bambini
Celiachia: 
contiene glutine
Difficoltà: 
difficile
Autori: 
Jamie Oliver

I fogli di pasta brik sono una specialità tunisina e nordafricana, malsouka, molto simile alla pasta fillo, è una sfoglia leggerissima utilizzata nella cucina araba, nordafricana, libanese.

La pasta brik, o sfoglia brik, viene utilizzata sia per le ricette salate, farcita con carne, verdure, tonno ecc... che per le ricette dolci. Fare questa pasta in casa è quasi impossibile, la ricetta è molto complicata. Oggi la pasta brik sta quasi sostituendo la pasta fillo, per diverse preparazioni sia salate che dolci.

Ingredienti: 
di buona qualità
150
gr
molto fine
50
gr
Acqua
fresca
350
gr
1
cucchiaino
Istruzioni: 
  1. Mescolare gli ingredienti stando attenti a non formare i grumi e lasciar riposare 1 ora a temperatura ambiente.
  2. Accendere una piastra, si può provare quella che si usa per fare le crepes.
  3. In un piccolo bicchiere mettere un po' di olio e con un pennello da cucina spennellare la piastra.
  4. Con un altro pennello spennellare la piastra con il preparato di prima e rimuovere dal calore, quindi procedere con altre spennellate su tutta la larghezza della piastra.
  5. Mettere la piastra sul fuoco e aspettare che la pasta diventi bianca e quasi trasparente, quindi sollevare i bordi per staccarla e riporla su un tovagliolo pulito.
  6. Continuare così fino a quando non si ottengono i fogli necessari. Utilizzare i fogli secondo le ricette di farcitura.

Conservazione

Si possono congelare, ma è meglio utilizzarli freschi.

Ricette con la pasta brik

Brik al tonno e patate

Ingredienti:

  • Fogli di brik (8)
  • 1 scatola media di tonno
  • 4 patate
  • 1/2 mazzo di prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di gruyère (o fontina) gratuggiato
  • sale, pepe
  • olio per friggere

Preparazione:

  1. Fare un puré con le patate (fatele bollire e schiacciatele con una forchetta).
  2. Aggiungere il tonno, l'uovo, il formaggio, sale, pepe, la cipolla, e il prezzemolo. Mischiare bene.
  3. Mettere un po' del ripieno all'estremità di un foglio di brick. Ripiegare il foglio sul ripieno. Ripiegare anche i lati.
  4. Arrotolare per formare una specie di involtino.
  5. Friggere i bricks in padella, in un po' di olio caldo, per 2, 3 minuti/lato. Devono essere dorati e croccanti e si servono con l'aggiunta di limone.

Ricetta di Jamie Oliver: brik alla tunisina

Jamie OliverIngredienti:

  • 2 patate dolci medie
  • 1 o 2 cucchiaini di semi di coriandolo
  • 2 peperoncini rossi secchi
  • 1 o 2 cucchiaino di cannella
  • sale e pepe nero
  • 2 cipollotti, (tritati finemente)
  • 1 grande uovo, (sbattuto)
  • 150 g di burro
  • 6 fogli di pasta brik
  • 1 cipolla rossa, (finemente affettata)
  • un po' di crescione fresco
  • un mazzo di menta fresca
  • un mazzo di prezzemolo
  • 4 cucchiai di yogurt naturale
  • 3 limoni
  • olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di cumino

Preparazione:

  1. Preriscaldate il forno a 200° C.
  2. Lavare le patate dolci e cuocerle con la pelle nel forno preriscaldato fino a cottura. Lasciar raffreddare (lasciandole nel forno), poi togliere la buccia.
  3. Battere nel mortaio 1 cucchiaino di semi di coriandolo e il peperoncino.
  4. Ridurre le patate a purè. Aggiungere le cipolline e l' uovo sbattuto nel purè di patate.
  5. Delicatamente fondere il burro in una padella.
  6. Spennellare un foglio di brik col burro fuso e cospargere con un pizzico di cannella e coriandolo.
  7. Coprire con il secondo foglio, e cospargere come prima. Ripetere l'operazione con il terzo foglio.
  8. Con un coltello affilato, tagliare la pasta di fogli accatastati in 15 centimetri quadrati.
  9. Lavorare rapidamente per evitare che la pasta si secchi. Fare lo stesso con gli altri fogli di brik.
  10. Posizionare un generoso cucchiaio di purè al centro di ogni quadrato.
  11. Bagnare i bordi di ogni quadrato con acqua e piegare a metà, un angolo all'altro, a fare un triangolo.
  12. Premere sui bordi per sigillare.
  13. Spennellare entrambi i lati di ogni triangolo con il resto del burro fuso, e mettere su una teglia e cuocere in forno preriscaldato per circa 10 minuti.
  14. Mescolare la cipolla rossa con il crescione, menta e prezzemolo.
  15. Mescolare lo yogurt con il succo di limone, un po' di olio d'oliva e il cumino.
  16. Condire l'insalata con la salsa allo yogurt e servire con il brik caldo e con metà limone.

Dove comprarla

I fogli di brik si possono comprare anche in alcuni negozi di cucina mediorientale anche se al giorno d'oggi si trovano facilmente nei nostri supermercati.

Il nome

I brick sono anche chiamati malsouka nei paesi mussulmani. Si chiama brik o brick, senza distinzione.

La storia e il suo utilizzo in Tunisia

Pasta brik malsoukaIl brick è una specie di raviolone che in Tunisia viene in genere farcito con un uovo e altri ingredienti a piacere: si adagia su di un piatto una sfoglia di pasta sottilissima di brick (malsouka), sulla quale si rompe un uovo crudo e si aggiunge un po' di cipolla tritata, un po' di prezzemolo, un po' di tonno al naturale, o ad esempio qualche gamberetto. Si ripiega la sfoglia e si frigge nell'olio bollente, finché la pasta diviene dorata e croccante. Nei paesi nord africani i brick vengono fritti al momento davanti al cliente e mangiati con le mani e con cous cous di accompagnamento.

Pasta brik e pasta fillo: le differenze

Anche se sono 2 tipi simili di pasta sottile, la pasta brick e fillo sono diverse. Si possono spesso sostituire ma esistono alcune differenze:

  • Differenze di origine: la pasta brick proviene dalla tunisia, invece la pasta filo proviene dalla grecia o turchia.
  • Differenze di ingredienti: la pasta brick è fatta a partire dalla semola, invece, la pasta filo è fatta con farina bianca, sale e acqua.
  • Differenze di consistenza: un foglio di pasta fillo è più sottile di un foglio di pasta brick.
     
 

I vostri commenti

La ricetta "Brik tonno e patate" sopra riportata è stata presentata anche a I Menù di Benedetta Parodi, su la7, raccontata dal fratello Roberto.

Lascia un commento o una domanda