Essiccatore

L'essiccatore è un elettrodomestico di dimensioni variabili. È disponibile anche di dimensioni ridotte per poterlo disporre con facilità nelle cucine casalinghe e degli chef o per poterlo trasportare comodamente anche in vacanza.

Frutta nell'essiccatoreA cosa serve

La sua funzione consiste nel disidratare frutta, verdura, funghi, erbe aromatiche e tutto ciò che si ritenga utile come nel caso delle parti di scarto di frutta e verdura, gambi, bucce, semi. Capita a chi possiede un piccolo orto o abbia la passione per gli alimenti biologici e a km zero o per chi ama andare a funghi, di fare un raccolto fortunato e abbondante per cui si renda necessario conservare ciò che non può essere comsumato nel più breve tempo possibile. Proprio grazie all'essiccatore non verrà sprecato nulla e non si dovrà ricorrere al frigorifero o al congelatore, metodi non eccellenti per conservare le qualità dei prodotti.

Anche gli chef utilizzano l'essiccatore, grazie al quale non devono più ricorrere all'uso del forno che, se non si presta la dovuta attenzione, rischia di bruciare anzichè essiccare il prodotto e che costa sicuramente di più in termini di consumo di elettricità e di ottimizzazione degli spazi.

Com'è fatto e come funziona

Cestelli in plastica  È un elletrodomestico molto semplice ed essenziale. È dotato di qualche cestello di plastica o in Inox su cui riporre gli alimenti a fette (vedi foto a destra) e una volta fatto partire l'aria calda in poche ore essicca il prodotto.

Quale scegliere

Esistono in commercio diverse tipologie di essiccatori domestici. La principale differenza riguarda la direzione del flusso di aria che permette al processo di compiersi. È bene scegliere essiccatori a flusso orizzontale in quanto un flusso orizzontale riuscirà ad investire contemporaneamente i cestelli all'interno della macchina, consentendo un'essiccazione omogenea di tutto il prodotto all’interno. Il costante smaltimento dell'aria, inoltre, eviterà ristagni di umidità e di aromi, garantendo processi più brevi ed efficaci e permettendo di essiccare contemporaneamente prodotti diversi.

In commercio esistono essiccatori Made in Italy che offrono una serie di programmi espressamente dedicati alle diverse esigenze, come per esempio il programma automatico, per chi è inesperto, un programma per essiccare velocemente, uno specifico per chi segue un regime crudista e che quindi non supera i 40°, oppure la modalità che permette di abbassare il rumore al minimo, o quello economico per risparmiare sui consumi o semplicemente quello manuale che permette la massima libertà.

E per la salute?

Questo metodo di conservazione tiene conto anche della salute in quanto le proprietà degli alimenti come le vitamine e le altre sostanze nutritive con un'essiccazione a temperatura non superiore ai 55/60° non vengono perse, ma si mantengono inalterate, oltrepassando queste temperature infatti si parla di cottura.

Quanto consuma

Gli essiccatori tendenzialmente vengono costruiti facendo attenzione all'impatto ecologico; per il funzionamento bastano corrente elettrica e aria. Il gruppo termo-ventilante è progettato in modo da ridurre al massimo i consumi.

Perché non essiccare al sole

Ecco di seguito alcuni buoni motivi per non usare l'essiccazione al sole, anche se è gratis.

  • La natura vuole che sia disponibile solo in poche ore al giorno e sempre che non sia coperto da nuvole
  • Richiede tempi prolungati
  • Richiede che i prodotti vengano essiccati senza polpa e semi e, di conseguenza, privati di componenti nutritivi e di gusto
  • Richiede ampi spazi
  • Gli alimenti non sono protetti da insetti, polvere e inquinamento

Perché non essiccare in forno

  • Consuma elettricità
  • È più difficile mantenere costante e sotto controllo la temperatura col rischio di bruciare i cibi
  • Non è possibile impostare programmi delicati
  • Scalda l'ambiente domestico

Consigliati

Articolo

Vedi Essiccare in casa naturalmente

Ricette

Ricette crudiste.

Libro

Libro. L'essiccazione in cucina. 66 ricette. Consigli e tecniche per conservare e gustare l'essenza degli alimenti L'essiccazione in cucina. 66 ricette. Consigli e tecniche per conservare e gustare l'essenza degli alimenti

Cosa si può essiccare

Si può davvero essiccare di tutto, di seguito solo qualche esempio.

  • Frutta
    Mele, pere, banane, fragole, fichi, prugne, pesche, kiwi, uva, ecc.
  • Ortaggi
    Pomodori, melanzane, peperoni, peperoncini, zucchine, spinaci, ecc.
  • Funghi
    Porcini, chiodini, finferli, ecc.
  • Erbe aromatiche
    Rosmarino, basilico, prezzemolo, timo, salvia, menta, ecc.
  • Fiori
    Camomilla, rosa, zagara, ecc.
  • Parti di scarto
    Gambi e bucce di frutta e verdura

Basilico essiccatoCome si prepara il prodotto

È un procedimento estremamente semplice e veloce. È sufficiente ripulire il prodotto e tagliarlo in fette di dimensioni il più omogenee possibile. A questo punto basterà disporle non sovrapposte sui ripiani dell'essiccatore ed avviare la macchina, selezionando il programma desiderato. In ogni stagione sarà così possibile gustare i profumi e i sapori anche di quegli ortaggi in quel momento non disponibili freschi. Anche a Natale sarà possibile godere del profumo fragrante delle fragole, del basilico...semplicemente aprendo un vasetto di vetro!

 

I vostri commenti

grazie molto chiare le spiegazioni

Salve, mi hanno riferito che l'essiccatore, a 35° consuma quanto una lampadina. È possibile?

Ciao Marinella, in realtà è difficile stimare il consumo di un essiccatore. Ogni modello ha un suo wattaggio.

Se vuoi essere sicura del consumo l'unico modo è utilizzare una presa amperometrica che fornisce a display il consumo istantaneo di qualsiasi apparecchio ci attacchi :)

Grazie Andrea, per il tuo suggerimento, che trovo geniale...
Comprerò la presa amperometrica così da essere certa del consumo dell' essiccatore...e nn solo...:-)

Buona sera volevo sapere se è possibile utilizzare l 'essicatore senza la presenza di nessuno a casa in quanto ci vogliono diverse ore per le preparazioni. Volevo sapere se era pericoloso farlo funzionare in assenza di qualcuno che lo controlli. Grazie

"Perché non essiccare in forno: Consuma elettricità"

Vabé, grazie, anche l'essicatore consuma elettricità... Alla fine è come un forno ventilato meglio. Un essiccatore da casa ha una potenza attorno ai 200-300W, che è ben più di una lampadina.

Se si ha un forno decente, che permette di impostare la temperatura a 50 gradi con ventilazione, l'essiccatore non serve a nulla e non aggiunge nulla (anzi, toglie spazio e soldi): basta fare andare il forno tenendo lo sportello aperto un dito in modo che l'umidità possa uscire facilmente.

Lascia un commento o una domanda