Teatro Cucina

2010. Intrattenimento conviviale in cinque portate e due atti. Spettacolo in scena a Milano sulla teatralizzazione del cibo, sulle possibilità espressive ed emotive dei singoli alimenti e delle portate.

Cos'è Teatro Cucina®

Tre attori, un musicista, quattordici strumenti musicali, cinque portate, quarantasei ingredienti, quattro vini, tre pentoloni, centodieci piatti, novanta bicchieri, trenta mummarelle, diciotto mesi di lavoro, quattro quintali di farina, cinquecentosedici uova, tre tentativi di abbandono, centosettanta repliche, diciotto personaggi, innumerevoli imitazioni, due ore abbondanti di spettacolo...

Teatro-Cucina®, è "uno spettacolo" di Elisabetta Faleni e Valentino Infuso (nella foto a sinistra), prodotto dal Teatro in Polvere, dove trenta spettatori-commensali attorno ad un ampia tavolata disposta a ferro di cavallo vivono l’originale "impasto" scenico dell'opera tra musica e farina, danza e acqua, canto e vino, in un turbinio di emozioni tanto forti quanto in fondo semplici e quotidiane.

Valentino InfusoNon è soltanto una cena e non è soltanto uno spettacolo. È molto di più. È un 'esperienza coinvolgente, un mescolarsi di gesti, movimenti e sensazioni che solleticano e abbracciano l'ospite, stimolando ogni senso aldilà di ogni immaginazione.

Il cast di teatro cucina®

Laura Gamucci con Valentino InfusoIl cast è composto da Laura Gamucci (nella foto a destra con Valentino Infuso), Corinna Agustoni, Valentina Fogliani e Valentino Infuso, e con il musico Roberto Zanisi. Regia di Elisabetta Faleni da un progetto di Valentino Infuso, e il compositore del gusto è lo chef Davide Oldani.
Lo spettacolo ha debuttato a Milano, nell'Atelier di Teatro in Polvere, nel novembre del 2001, da un progetto avviato tempo prima da un'idea di Valentino Infuso. L'obiettivo era, ed è tutt'oggi, quello di lavorare sulla teatralizzazione del cibo, sulle possibilità espressive ed emotive di singoli alimenti, delle specifiche portate, legate alle diverse fasi della vita.
 

La nostra serata

Teatro cucina

Laura Gamucci, Nicoletta Spelta (Alimentipedia), Valentino Infuso, Valentina Fogliani, Laura Gazzola (Alimentipedia), Roberto Zanisi

Ruoli capovolti, scena è la cucina, e la cucina è la scena, lo spettatore è attore, e l'attore spettatore, la musica è un profumo, e un profumo diventa armoniosamente intonato, un sapore è da guardare, mentre un gesto è da assaggiare. Un continuo rincorrersi di sinestesie vicine e lontane, di metafore goliardiche e drammatiche che rievocano le fasi della vita, questo è teatro cucina. Niente più è dato a sapere.

E qui inizia l'immaginazione.

Assistere a Teatro cucina è un'esperienza davvero unica nel genere. Non vogliamo addentrarci troppo nelle descrizioni, proprio perchè deve alimentarsi nell'ospite la curiosità dello spettacolo. Così è successo a noi.

Teatro cucinaAppena si entra nella sala, non ci si trova davanti un palcoscenico e neanche un ristorante in senso stretto, ma ci si accomoda ad un tavolo a ferro di cavallo, e si è avvolti dalla voglia che tutto inizi!

Teatro cucinaL'apparecchiatura ha uno stile quasi barocco ma grezzo, uno accanto all'altro, amici e sconosciuti, e il sipario si alza, la musica irrompe, la farina innaffia la scena.

Un gioco di luci e ombre, e la danza di Valentino Infuso apre la serata nella resa teatrale dell'impasto del pane, nella nascita della vita, nell'importanza dell'alimento.

Tutto parte da qui, mentre noi commensali assaggiamo il pane caldo che gli attori stessi ci servono, si ride, si pensa, ci si commuove, si ricorda, si annusa, si assapora, ogni minuto dello spettacolo.

Caffè a teatro cucinaLe portate sono cinque in tutto, accompagnate da vino a volontà, liquore e caffè che, a sipario chiuso, ci si serve da soli (vedi foto a sinistra).

Sono molti i momenti di emozione dello spettacolo, coinvolgente l'apertura, rassicurante la zuppa accompagnata dai ricordi di infanzia di quella nonna che in fondo tutti abbiamo, esilarante la parodia del matrimonio, e triste la vita di una donna qualunque...
Teatro cucina vuol dire trascorrere una serata in una dimensione completamente nuova ed insolita, unendo l'amore per la buona tavola a quello per l'arte nel senso più ampio del termine.

Quando?

Per consultare le date e i giorni dello spettacolo si consiglia di consultare il sito di Teatro cucina, in quanto si stanno mettendo in scena diverse repliche, anche con formule particolari da non perdere.

Dove?

Teatro-Cucina® è in scena a Milano, presso lo spazio: Al-Kimiya Lab, Via Pienza 11, in fondo a Via della Chiesa Rossa. Al termine della strada privata, ovviamente senza alcun problema di parcheggio, si vede un portoncino segnalato dalla locandina dello spettacolo. Entrando si è coccolati dal caldo del caminetto acceso, dove in attesa di accogliere tutti i commensali si può bere un aperitivo. In questo momento si fa la tessera del Teatro in Polvere, necessaria per partecipare all'evento.

 

I vostri commenti

Complimenti è un'idea bellissima!
ci stavi prorpio pensando e mettendo le parole chiave su google
siete comparsi
bellissimo

Lascia un commento o una domanda