Nel 1992 nasce il primo Merano International WineFestival nelle sale dell’Hotel Palace di Merano ideato dalla passione di tre meranesi per i grandi vini e per i prodotti gastronomici più genuini.

Merano Wine Festival 2010

5-8 Novembre 2010. Merano. Lunedì 8 novembre si è chiusa nel Kurhaus di Merano la diciannovesima edizione del Merano WineFestival, che ha radunato nella città termale migliaia di winelovers e appassionati gourmand. NUMERI A TRE ZERI PER L’EDIZIONE 2010!

Apertura "Vin & Chapeau"

Apertura Merano WineFestival 2010Suggestiva serata di gala, l'apertura del 19° MERANO WINEFESTIVAL nel segno di “Vin & Chapeu” e prodotti della provincia di Fermo.
Vino e cappelli, i protagonisti della serata del gala inaugurale della 19esima edizione del Merano WineFestival. Tante le signore che hanno accolto l'invito a presentarsi di cappello agghindate, in omaggio a Fermo – uno dei principali partner del WineFestival, territorio celebre fra l'altro come distretto produttivo di copricapi. Eleganti, sofisticati, altri più sobri, è stata una passerella fascinosa che ha preceduto la cerimonia di apertura giostrata dal “padrone di casa” Helmuth Köcher” e il walking dinner creato da Roberto Sebastianelli (unico cuoco d'Italia con titolo di “campione del mondo”) con prodotti fermani e marchigiani.

I numeri del Merano WineFestival 2010

Questa 19ª edizione del WineFestival, dopo quattro intense giornate, passa agli archivi con numeri di tutto rispetto. Oltre 4500 i visitatori e più di 330 i giornalisti giunti da tutto il mondo appositamente per degustare i “nettari” proposti dai 664 produttori italiani e stranieri selezionati, e per poter parlare con loro per conoscere e approfondire la storia delle aziende e le caratteristiche dei loro prodotti.

Ottimi i riscontri in termini di pubblico e stampa anche per bio&dynamica, la giornata interamente dedicata ai vini bio, e per Culinaria, spazio di vere delizie con chicche gastronomiche fra le più ricercate dall’Italia e dal mondo.

Helmuth KöcherHelmuth Köcher, (foto a destra) patron del Festival, si dichiara soddisfatto di essere riuscito anche quest’anno a rispettare gli obiettivi dell’evento fin dal 1992, ovvero proporre agli appassionati solo l’eccellenza, quanto di meglio il panorama italiano e internazionale può offrire.

Il programma

Merano WineFestival 2010Quattro giorni di eventi, seminari, personaggi, presentazioni e degustazioni di etichette uniche, con la spettacolare novità dei vini ottenuti dal vigneto più alto del mondo.

Fra le novità di quest’anno la possibilità di degustare alcuni vini straordinari, quelli ottenuti da vigneti situati in assoluto alla maggiore altitudine sul livello del mare, ben 3111 m.

L’evento si è aperto VENERDÌ 5 al Pavillon des Fleurs con BIO&DYNAMICA la tradizionale giornata dedicata alle produzioni biologiche e/o biodinamiche certificate. A seguire, in serata, il Gala di apertura di questa 19ª edizione alla presenza dell’ospite d’eccezione, Philippe Casteja, Presidente del Conseil de Grand Cru Classés 1855.
Da SABATO 6 A LUNEDÌ 8 il MWF ha accolto 336 produttori italiani e 126 stranieri, selezionati da apposite commissioni d’assaggio, che propongono al pubblico le loro migliori etichette. Si segnala in particolare la presenza di ben 35 Château dell’Union des Grands Crus de Bordeaux (sabato 6 e domenica 7) e di selezionati produttori della Germania (sabato 6, in collaborazione con Gianluca Mazzella).

Non mancherà la GOURMETARENA, all’interno della quale la Regione Campania offrirà le eccellenze del territorio elaborate dai Jeunes Restaurateurs d’Europe nel corso di gustosi showcooking.

Numerosi gli eventi collaterali susseguitisi in queste ricche giornate dedicate alla qualità e a mille altri piaceri tutti da scoprire e gustare: dalle prelibatezze gastronomiche di Culinaria, alle birre artigianali di BeerPassion, ai migliori distillati e liquori presenti ad Aquavitae&Liquores, all’ospitalità di charme proposta dai WineResort.

Gourmet Arena a Km zero

Wine Festival e Gourmet Arena, un trionfo di gusto grazie alle fantastiche performance dei grandi chef che hanno animato la nuova edizione della Gourmet Arena 2010. “Eccellenze gastronomiche a kmzero”, questo il nuovo concetto che ha caratterizzato l’interpretazione dei piatti presentati nella tre giorni appena conclusa a Merano. Fortemente voluta da Helmut Koecher e coordinata dalla misteryapple communication di Dante Stefano Del Vecchio in collaborazione con l’associazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe, Gourmet Arena ha registrato un importante successo di pubblico intervenuto alle numerose lezioni di cucina.

Sara Papa con Tomaz KavcicCibo, territorio, cucina, agricoltura, una filiera della cultura gastronomica presentata da Dante Del Vecchio e la scrittrice gastronomica Sara Papa (nella foto a destra con Tomaz Kavcic) ed interpretata dai grandi chef come Andrea Canton, con le millefoglie di seppie con verdure, con salsa al nero; Heinrich Schneider, gelato al pino mugo con pan perduto, gelatina di fiori di sambuco, spuma di frutti di bosco e pera williams. Francesco Sposito, parmigiana di melanzane; Renato Martino, tartarre di Bufala e i broccoletti con colatura di alici e salsa allo yogurt di bufala e un involtino di Bufala con anguilla affumicata; Angelo d’Amico con il cubo di maialino nero in crosta di nocciole su broccoli napoletani e salsa alla mela annurca; Christian Pircher e la sua costata di cervo cotto nel fieno con purea di sedano e castagne, pera allo zafferano e gnocchetti ai noci e la crostata di mele con gelato di cannella; Berardino Lombardo, pesto di broccoli di berardino; Tomaz Kavcic, funghi porcini con lardo e capasanta, tartara di pohorje beef, purè di patate con uova di quaglia e tartufo bianco, orso con polenta \"Orso(foto a sinistra), pere castagne e cachi; Herbert Hintener, ravioli con farina di pera secca con patate e formaggio grigio; Alfonso Caputo, zuppa di fagioli "canarini" con tubettoni gratinati alle erbe mediterranee e ricciola. Straordinari piatti ma anche territori in vetrina dal tonno e la nduja della Calabria, alla salsa dei pomodorini di Trapani, olio, extravergine di oliva, mele annurche , maialino nero casertano, salumi e formaggi.

Highlights particolari

INOLTRE... hanno avuto luogo i seguenti highlights particolari:

Esclusivo ed elitario

  1. Rinomati ed altamente quotati Châteaux dell'Union des Grands Crus de Bordeaux”;
  2. Selezione di viticoltori di punta austriaci, in gran parte del „Burgenland“;
  3. Selezione dei migliori produttori di vino della Germania;
  4. Champagne e Borgogna – una leggenda di vini;
  5. Vitigni di punta dalla Spagna, Ungheria, Portogallo, Svizzera, Slovenia, Serbia, Croazia, Argentina, Nuova Zelanda e Sudafrica.
  6. Azienda vinicola dall’India a Merano, esotico!

Dinamico e selettivo

  1. 450 viticoltori delle zone vinicole più importanti del mondo;
  2. 100 “maestri” di prelibatezze culinarie, Culinaria solo il meglio!
  3. BeerPassion con produttori di birra selezionati;
  4. Acquavitae&Liquores – distillati d’eccellenza;
  5. WineResorts di qualità superiore.

Eccezionale ed unico

  1. Degustazione di vini dalle zone vinicole più ripide d‘Europa;
  2. Degustazione di vini del vigneto più alto del mondo – fenomenale!
  3. Degustazione vini estremi da diverse zone vinicole d’Italia;
  4. Degustazione di diverse prove di botte.

Particolare ed emozionante

  1. GourmetArena – show-cooking e delizie gastronomiche;
  2. Presentazione dei vini di montagna europei a cura di CERVIM;
  3. Presentazione di vini e viticoltori da parte della rinomata organizzazione enologica internazionale -Gruppo Matura- Wine Business Solution“.

"Provate la poesia delle Vostre sensazioni e l’oscillazione delle vostre emozioni in un mondo fatto di gusti immersi in una conca di montagne inebrianti." Helmuth Köcher.

Appuntamenti

Ora l’appuntamento è con il ROMA VINOEXCELLENCE & MERANO WINEFESTIVAL, l’evento di portata internazionale che dal 5 al 7 febbraio 2011, raccoglierà a convegno alcuni fra i più importanti enologi, giornalisti, wine writer ed esperti che tratteranno dei più grandi vitigni esistenti. Un’occasione unica in Italia per approfondire le proprie conoscenze guidati da esperti di fama mondiale e per degustare vini eccezionali presentati da 100 aziende di altissimo livello selezionate personalmente da Ian D’Agata ed Helmuth Köcher.

 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda