Tutto sulla carne del pollo, valori nutrizionali, i tagli, ali, alette, petto, cosce, sovracosce e il loro uso in cucina.

Carne di pollo

Con questo termine generico si indicano il maschio e la femmina della specie Gallus gallus allevati per uso alimentare. Il pollo in base a età e peso viene definito: pollastra, gallina, galletto, gallo ruspante, cappone. Le carni di pollame non richiedono per il loro consumo nessun tempo di maturazione e possono essere consumate immediatamente dopo la macellazione. Fanno parte di questa categoria alimentare anche le frattaglie, cioè le viscere degli animali macellati, del pollame e tutti i prodotti accessori commestibili dell'animale macellato. Oltre che per la carne il pollame viene allevato anche per la produzione di uova. A seconda dell'età e del peso il pollo viene definito anche:

pollo (1 - 1,4 kg), pollastra (1,2 - 1,4 kg), gallina (1,4 - 2 kg), galletto (circa 6 mesi, 600 g - 800 g), gallo ruspante (massimo di 10 mesi), cappone (pollo maschio castrato all'età di 60/70 giorni e macellato quando raggiunge i 2/3,5 Kg).

I TAGLI e le PARTI del pollo

Del pollo si mangia praticamente tutto.

ALETTE di pollo

Alette

Sono le ali private della schiena, ma con la pelle.

Ali di pollo

Ali

Sono le ali attaccate alla parte di schiena adiacente, con la pelle.

Cosce di pollo

Cosce

Questo taglio è costituito dall'arto distale dell'animale separato dalla carcassa a livello dell'articolazione coxo-femorale ed eliminando la zampa.

Petto di pollo

Petto

Comprende i muscoli del petto, con le ossa e senza la pelle; è considerata la parte più pregiata dell'animale.

SOPRACOSCE di pollo

Sovracosce

sono le parti terminali della schiena, che si basano sulle anche.

Zampe di pollo

Zampe

Si possono utilizzare nella preparazione di un brodo piuttosto gelatinoso.

Frattaglie di pollo

Frattaglie

Dette anche rigaglie, comprendono fegato, cuore, reni, stomaco muscolare.

Creste di gallo

Creste e bargigli di gallo

Sono le creste del gallo per l'appunto e possono essere cucinate in svariati modi. I bargigli sono le escrescenze di carne penzolante sotto il becco del gallo.

Durelli di pollo

Durelli di pollo

Detti anche magoni sono i ventrigli, una parte dello stomaco degli uccelli, con dei muscoli fortissimi, in grado di tritare anche dei cibi molto duri. Prima di cucinarli bisogna asportare accuratamente il contenuto dello stomaco e la membrana che riveste la mucosa dello stomaco muscolare.

Vedi Uova di gallina.

Utilizzi principali di pollo, gallina, gallo, galletto

  • Pollo: adatto a tutte le cotture
  • Gallina: brodo, lesso
  • Galletto: adatto a tutte le cotture
  • Gallo ruspante: adatto a tutte le cotture
  • Cappone: lessato, arrostito, farcito, tipico del periodo natalizio.

Altri utilizzi

Vedi Uovo di gallina.

 

Come capire se il pollo è fresco

La pelle, se presente, deve essere sottile ed elastica, bianca o leggermente gialla, anche se il colore varia a seconda della razza. Nel pollo ruspante generalmente la pelle è più scura. La carne deve essere elastica e morbida al tatto, non molle. Se si acquista il pollo intero con le zampe, queste possono aiutare a scegliere esemplari giovani che hanno la carne più tenera. Le zampe devono essere chiare, con sperone corto e scaglie poco evidenti.

Come disossare

Il pollo va sistemato su un tagliere con la pelle rivolta verso il basso. È necessario tenere il petto dalle estremità, e successivamente tirare per staccare petto e clavicola. La forcella va tolta con la punta di un coltello per disossare. Sempre con la punta del coltello si incide e si taglia la carne ai lati dello sterno, per poi rimuoverlo, e la carne vicina alle costole, che vanno tolte insieme alla cartilagine.

L'utensile: il trinciapollo

TrinciapolloIl trinciapollo è un utensile simile alle forbici, ma con le lame curve. È utilizzato per dividere in pezzi un pollo ma anche altri volatili. A differenza delle forbici le lame rimangono divaricate per cui ogni trinciapollo è fornito di un gancetto per chiudere le lame quando non viene utilizzato. È quasi sempre in acciaio.

Come conservare

Conservare il pollo in frigorifero, coperto con pellicola trasparente, oppure in sacchetti freezer a temperatura compresa fra -1 e +4° C per un massimo di due-tre giorni. Se congelato, può essere conservato per 6 mesi circa, purché rimanga sempre al di sotto dei 18° C. Una volta scongelato deve essere consumato entro 12 ore.

Tempi di cottura

Tempi indicativi per la cottura:

  • Pentola a pressione: 20 min. circa
  • Microonde (700 w): 20 min. circa
  • Forno (200°): 59/50 min. circa
  • Fornello: 1h e 15 circa

Vino da abbinare

Per le carni bianche come il pollo è consigliato un Bianco secco di carattere o rosato a 10°-14°. Vedi Abbinamenti vino cibo.

La carne bianca (pollo, tacchino, coniglio) è ricca di proteine nobili e di aminoacidi ramificati. Nonostante il colore tendente al bianco della carne, 100 grammi di pollo e tacchino contengono rispettivamente 1,5 e 2,5 grammi di ferro, valori più o meno equivalenti alla carne di bovino.

Un’altra caratteristica delle carni bianche riguarda la ridotta presenza di grassi: solo l’1% nel petto di pollo e l’1,5% nel tacchino (senza pelle). Il basso contenuto di grassi, (concentrati nella pelle, facilmente eliminabile), riduce l’apporto calorico di queste carni, rendendole ideali per chi tiene sotto controllo il peso corporeo.

Nella composizione del grasso predominano gli acidi grassi polinsaturi, e contiene molto meno colesterolo.

Celiachia

In purezza non contiene glutine.

Tabella nutrienti

Nutriente Valore
Calorie 130 Kcal

Valori per ogni 100 gr. di coscia di pollo.

Nel cinema

Chicken Little. Amici per le penne (Disney 2005)
Chicken Little. Amici per le penne.È un film d'animazione statunitense, diretto dal regista Mark Dindal e prodotto nel 2005 da parte della Walt Disney Pictures. È considerato il 46° classico Disney secondo il canone ufficiale (il primo realizzato con la tecnica della Computer Generated Imagery) tratto da un vecchio personaggio del 1943.

 

 

 

Galline in fugaGalline in fuga (Stati Uniti, 2000)
In una fattoria inglese, un gruppo di galline decide di fuggire dopo aver appreso che la proprietaria della fattoria intende arricchirsi con lo sformato di pollo. Aiutate da un audace galletto, i pennuti elaborano un piano di fuga. "Non c'è niente di piú risoluto di una gallina con un piano".

 

Nella storia

  • Cinquemila anni fa era già parte integrante dell'alimentazione degli esseri umani: pitture di quel periodo testimoniano la presenza del pollo, o di quello che all'epoca era il suo antenato, nei villaggi. Nei secoli successivi gli uomini hanno iniziato ad allevarlo in modo intensivo.
  • Gli antichi romani avevano un nutrito ricettario basato sulla carne di pollo, che era riservata alle classi più abbienti, non alla plebe.

Curiosità

Influenza aviaria (nota anche come peste aviaria, dal latino aves = uccelli) è una malattia infettiva contagiosa altamente diffusiva, dovuta ad un virus influenzale (orthomyxovirus H5N1), che colpisce diverse specie di uccelli selvatici e domestici, con sintomi che possono essere inapparenti o lievi (virus a bassa patogenicità), oppure gravi e sistemici con interessamento degli apparati respiratorio, digerente e nervoso ed alta mortalità (virus ad alta patogenicità). Il virus può trasmettersi agli umani, come è stato definitivamente dimostrato a partire dal 1997.

Modi di dire e proverbi

Cos'è il "boccone del prete"?
Con questa espressione si intende il "sottocoda" del pollo. L’espressione “boccone del prete” non è utilizzata solo quando si mangia un bel pollo arrosto ma indica un qualcosa di particolarmente gustoso e prelibato. Questo modo di dire risalirebbe al Medioevo quando certe prelibatezze potevano allietare solo la mensa del clero e dell’aristocrazia, anche per la legge che imponeva ai contadini di donare al signorotto locale i migliori frutti della terra ed i migliori capi di bestiame. Per reazione e questa forma di imposizione, l’espressione “boccone del prete” venne anche utilizzata per indicare il sottocoda del pollo.

Cosa significa: "Abbassare la cresta"?
È il gesto con cui i galli, prima o dopo un combattimento, riconoscono la superiorità dell'avversario. Dal mondo contadino l'espressione ci è arrivata con il senso di "calare le proprie pretese", "riconoscere la propria inferiorità" o anche solo "far (di) meno l'arrogante / non fare tanto l'arrogante".

Com'è una persona definita "Pollo d'allevamento"?
Si dice di persona molto delicata dal punto di vista fisico, che si ammala con niente.

Liguria:
"Chi fa i Santi senza becco ö fa Natale secco secco"
Chi festeggia i Santi senza pollo fa il Natale povero povero.

Piemonte:
"Fra tuta l’urtaja, ël mej a l’é la pulaia"
Fra tutti gli ortaggi, il migliore... è il pollo.
"Quand ch'at capita, pium-lu"
Quando ti capita, spennalo (il pollo di turno) oppure: quando ti capita l'occasione, non lasciartela sfuggire.

Lombardia
"L’è mej un puresin in tera che na pula 'nlari"
Meglio un pulcino per terra che un pollo per aria.

Dialetti

Dialetto Voce
Abruzzo pullàstre
Campania poddastro
Emilia Romagna polàstor, pulàstar
Lazio pellàstre
Lombardia pollastèr
Marche puju, pollastru
Piemonte polast, polast
Puglia puddhru
Sicilia gaddina
Umbria pollastru

Altre lingue

Lingua Voce
Inglese chicken
Francese poulet
Spagnolo pollo
Tedesco Huhn

 

 

I vostri commenti

Buonasera mi chiamo Luca.
Vorrei cortesemente porre una domanda molto molto banale, ma a cui nessuno sa darmi una risposta esaustiva.
é il secondo anno che allevo una decina di polli per ottenere della carne nostrana (bio).
Fino ad ora ho sempre comprato pulcini di sesso maschile.
Quello che vorrei sapere è:
essendo il pollo un pulcino maschio/femmina che non supera il 5° mese di età,
per un'ottima qualità della carne cosa mi consigliereste di allevare? Pulcini maschi, femmine o è indifferente?
Riflettevo sull'esempio dei bovini in cui generalmente, a parità di età, la carne di vitella è organoletticamente migliore di quella di manzo, almeno fino a quando gli esemplari in questione non raggiungono la maturità sessuale (si pensi ad esempio alla presenza di minor ormoni e minor quantità di grasso).
Questo discorso può valere anche per i polli femmine?
Generalmente le persone, quando vogliono allevare polli per ottenere carne, pensano che il pulcino debba essere rigorosamente maschio. Io penso che l'unica differenza (ammesso che vengano macellati non oltre il 4° mese di vita) sta nel fatto che il maschio offre una resa di carne maggiore della femmina in termini di quantità, ma che quest'ultima possieda una carne migliore in termini di qualità.
Cosa mi consigliereste a riguardo?
Attendo una Vostra risposta.
Nel ringraziarvi per l'attenzione vi porgo distinti saluti

Lascia un commento o una domanda