Caramello scuro

Caramello scuro
Caramello scuro

Ricetta: Caramello scuro

Tempo: 
10 minuti
Bambini: 
adatto ai bambini
Celiachia: 
non contiene glutine
Difficoltà: 
media

Il caramello è il risultato della cottura di uno zucchero sino alla sua fusione, che avviene tra 165° e i 177°. Trova un ampio uso in cucina e in pasticceria per foderare le pareti di stampi dove si andranno a cuocere dolci quali il Bônet, la Crème caramel e simili o come decorazione a completamento di dolci o di pasticceria minuta di una certa elaborazione. Il caramello chiaro invece è usato come salsa perchè rimane semiliquido, ha il colore ambrato del miele d'acacia.

Informazioni operative

Ingredienti per Caramello scuro

Zucchero semolato
e acqua in parti uguali
qb

Procedimento per Caramello scuro

Serve una pentola stretta e alta, meglio se di rame; quella professionale si chiama polsonetto.
Il mestolo per girare deve essere di legno, in napoletano "cucchiarella".

  1. Mettere a bagnomaria il polsonetto o in un pentolino antiaderente con lo zucchero, acqua e qualche goccia di limone che serve a non farlo troppo cristallizzare
  2. Scaldare a fuoco medio senza mescolare, la temperatura deve essere tra i 165° e i 177°, vedi Termometro per caramello.
  3. Per ottenere decorazioni d'effetto lo si può fare colare a filo con una forchetta su carta forno e tirare con le mani come una matassa di lana per ottenere sottili fili di caramello oppure far colare su uno stampo tondo (anche, il retro di un mestolo) ricoperto da carta argentata a sua volta ricoperta da pellicola trasparente. Quando si raffredda togliendolo, avrà assunto la forma di una cupolina da utilizzare come decorazione per dolci.

ATTENZIONE a non scottarvi... non c'è niente di peggio di una scottatura da caramello!!!
È pronto quando colandolo sulla carta forno fila e non fa le gocce. Attenzione anche alla temperatura... brucia facilmente! Se ci si accorge che si sta scaldando troppo, allontanare dalla fiamma.
Se fosse necessario abbassare la temperatura perchè rischia di bruciare e diventare amaro, immergere il fondo del pentolino in acqua fredda.

↑ Vai all'indice
Redazione Alimentipedia

Forse ti potrebbe interessare anche...

Bagna cauda o caoda piemontese
Sformatini di funghi porcini al pepe
Uova di quaglia
Tisana di cardo mariano

Libri consigliati:

Libro: Bruschette crostini e altri antipasti golosi

Bruschette crostini e altri antipasti golosi

Libro: Bruschette crostini e altri antipasti golosi. Pane, olio extravergine d'oliva, un po' di aglio e poi gli ingredienti che di volta in volta...
Libro: A tutto tonno. Di Carmelo Chiaramonte

A tutto tonno

Libro: A tutto tonno di Carmelo Chiaramonte. Sono tre i capitoli principali: uno dedicato ai tagli nobili del tonno, l’altro alla famiglia biologica...
Libro: Birra. Guide Mondadori

Birra Mondadori

Birra: Le origini, le diverse tipologie, le modalità di produzione, gli ingredienti e le tecniche di degustazione, gli abbinamenti con i cibi: tutto...
Libro: La tavola imbandita. Storia estetica della cucina

La tavola imbandita.

Libro: La tavola imbandita. Di Gualtiero Marchesi. Da quando esiste l'alta cucina, i cuochi si sono dedicati a perfezionare tecniche e accorgimenti...

I vostri commenti

Buongiorno, solamente una domanda: ma come è possibile portare a cottura uno zucchero a 165°-170°C utilizzando un bagno maria?? Ma siete sicuri?? Un bagno maria al massimo può arrivare a 100°C!!

Lascia un commento o una domanda