Calzone di cipolle alla pugliese

Il calzone di cipolle può essere inteso come antipasto o secondo magari con contorno di insalata verde

Calzone di cipolle alla pugliese

Ricetta: Calzone di cipolle alla pugliese

Tempo: 
3 ore
Bambini: 
non adatto ai bambini
Celiachia: 
contiene glutine
Difficoltà: 
facile

Vera prelibatezza gastronomica la golosa ricetta del calzone di cipolla è tipica della cucina tradizionale pugliese. Saporito grazie ad olio e cipolle. Se una volta pane e cipolle erano il pane dei poveri, oggi questi piatti riscoprono tutto il gusto e il sapore della tradizione.

Informazioni operative

Ingredienti per Calzone di cipolle alla pugliese

quelle lunghe o dorate
1.50
kg
500
gr
Olio extra vergine d'oliva
per l'impasto
75
gr
Olio extra vergine d'oliva
per ungere il calzone
qb
Acqua
1
bicchiere
Oliva verde
snocciolate
qb
Parmigiano
grattugiato
100
gr
qb
Pepe
qb

Procedimento per Calzone di cipolle alla pugliese

Impasto

Sciogliere un cucchiaio di sale in un pò di acqua tiepida. Mettere a fontana la farina, farle una fossetta e aggiungervi l'acqua e l'olio (un bicchiere meno un dito). Impastare (deve avere l'aspetto della pasta di pane) e lasciare riposare per 30 minuti. In alcune ricette viene usato il vino bianco come liquido, ma dipende dai gusti.

Ripieno

  1. Mondare le cipolle e affettarle (vedi Trucchi e consigli sulla cipolla) .
  2. Porre le cipolle in un pentolino e lessarle con fuoco moderato in 2 bicchieri d'acqua per circa 30 min.
  3. A metà cottura aggiungere 1 bicchiere di vino con un po' d'olio, sale e pepe.
  4. Una volta ridotte in poltiglia le cipolle e il sugo addensato spegnere il fuoco.
  5. Lasciarle intiepidire, quindi aggiungere metà del formaggio (facoltativa l'aggiunta di 2/3 uova).

Preparazione del calzone

  1. Formare con l'impasto due dischi.
  2. Ungere una teglia da forno.
  3. Adagiarvi il primo disco di pasta e il ripieno compattandolo con una forchetta.
  4. Aggiungere le olive, un filo d'olio e il formaggio rimasto (facoltativa l'aggiunta di acciughe e/o pomodoro pelato).
  5. Chiudere il calzone col secondo disco di pasta e bucherellare la superficie.
  6. Aggiungere abbondante olio.

Cottura

Mettere in forno caldo la teglia a 200° per 50 min. (il calore deve provenire solo da sotto).
È pronto quando la superficie del calzone di cipolle è ben dorato.

Come servire

È consigliabile preparare il calzone alle cipolle con almeno mezza giornata di anticipo, in modo da farlo insaporire ancora di più ed ottenere la consistenza migliore per la pasta.

Suggerimenti

Se a fine cottura non risultasse ben dorato si può utilizzare per qualche istante il grill.

Varianti

  • Si può anche fare un unico disco di pasta, riempirlo e richiuderlo come un calzone vero e proprio.
  • Aggiungere al ripieno qualche acciuga e pomodoro o qualsiasi altro ingrediente gradito, come uova.
↑ Vai all'indice

Informazioni culturali

Origine

Puglia (Italia).

Conservazione

Ottimo mangiato anche il giorno dopo.

Sagre ed eventi

Sagra del Calzone di cipolle a Modugno (BA).

↑ Vai all'indice

Forse ti potrebbe interessare anche...

Scalogno
Cipolla di Giarratana (RG)
Panzanella toscana
Cipolle

Libri consigliati:

Bruno Barbieri Box cofanetto con tre libri di Bruno Barbieri

Bruno Barbieri Box

Un mago con le materie prime più umili, Bruno Barbieri è bravissimo a dimostrare come si possa fare grande cucina senza spendere un capitale. I tre...
Libro: L'alimentazione anti-cancro

L'alimentazione anti-cancro

Libro: L'alimentazione anti-cancro. Integrando per esempio nella propria dieta preziosi cibi delle cucine di tutto il pianeta, dalla soia alla...
Libro: Birra e...Piccoli piatti, grandi abbinamenti

Birra e... Piccoli piatti, grandi abbinamenti

Libro: Birra e... Piccoli piatti, grandi abbinamenti. Ale, stout, trappiste o birre d'abbazia, ma anche la solita "bionda", fresca lager estiva. Oggi...
Libro: Fare il pane in casa

Fare il pane in casa

Libro: Fare il pane in casa. La storia del pane, gli ingredienti, le tecniche di lavorazione; ma anche ricette di e con il pane: piadine romagnole,...

I vostri commenti

LA RICETTA è TOTALMENTE DIVERSA.LA FARINA SI LAVORA CON IL VINO BIANCO E TIEPIDO,150GR DIOLIO ,MEZZO LIEVITO DI BIRRA....SEMPRE SU 500GR DI FARINA.

Pina, lei saprà benissimo che ogni ricetta della tradizione vanta migliaia di varianti, non solo provinciali, ma persino famigliari. Questa è la ricetta che una nostra amica pugliese ci ha fornito dopo anni che la sua famiglia la prepara...quindi è giusto avere e portare rispetto per le tradizioni. Non esistono ricette "ufficiali" per i piatti della tradizione!
Grazie comunque per l'intervento anche se un po' fuori luogo nei toni e nell'esposizione.

scusate, ma quanto lievito madre occorre, tra gli ingredienti non è menzionato grazie manù

Ciao Manù. In questa ricetta non è previsto l'uso del lievito. :-)

Viene utilizzato l impasto dei taralli!croccante!cosi la preparava la bis nonna!io consiglio di utilizzare il vino bianco!

Consiglio di impastare con il vino bianco, senza lievito e inserendo negli ingredienti il burro consentirà di avere maggior fragranza quando il prodotto lo si mangia ben caldo e garantisce maggior sofficità quando il prodotto è freddo. Con questi accorgimenti e grazie al fatto che non vi è lievito si potrà mantenere il prodotto più a lungo.

nel vero calzone di cipolla barese nell'impasto ci sono anche acciughe,pinoli,uva passa,olive,,pomodorini.((sono un barese doc)

Ok il burro ....ma in che percentuale??

In riferimento alla ricetta in calce ci metterei 60 g burro e porterei l'olio exv a 50 g.
Nulla togliere all'originalità della ricetta, le tradizioni vanno rispettate,a volte però le varianti apportano delle differenze di gusto che potrebbero piacere... sappiamo benissimo che i gusti sono soggettivi...

rettifico il messaggio del 11/03/2014: 60 g di burro si riferiscono a 1 kg di farina, circa l'olio exv 100g per ogni kg di farina....

Lascia un commento o una domanda