Paprica

La paprica o paprika è una spezia in polvere comunemente usata nella preparazione di svariati cibi. È ottenuta dal peperoncino essiccato, liberato dalla parte interna bianca e poi macinato. La specie di peperoncino prediletta nella produzione della paprica è il Capsicum annuum. In ungherese paprika significa "peperone" e indica infatti anche l'ortaggio. Ingrediente principe della cucina ungherese viene utilizzata in molte preparazioni, come per esempio il tipico Gulash ungherese.

La pianta: capsicum annuum

Capsicum annuumLa paprica viene ricavata dalla polverizzazione del frutto prodotto da alcune piante del genere Solanaceae: il Capsicum, detto più comunemente peperoncino. Questa varietà è originaria del continente centro-sud-americano, dal quale venne esportata prima in oriente, poi in medio-oriente ed infine in Europa. Il peperoncino dal quale si ricava la paprica può essere il frutto di numerose specie che variano per forma, colore, dolcezza e piccantezza. Nell' Europa dell'est con il termine paprika si può indicare sia la spezia che l'ortaggio stesso.

La paprica è il risultato del lavaggio, del taglio, della mondatura e dell'essiccazione di una o più qualità di Capsicum. Quel che differenzia sostanzialmente la paprica dalla polvere di peperoncino (ed eventualmente una paprica dolce da una forte) è la fase di mondatura, ovvero il momento in cui il peperoncino viene tagliato e privato della placenta con i semi annessi. La paprica non è dunque polvere di peperoncino.
 

Paprica dolce o piccante

La paprica può essere dolce, o piccante. La dolcezza e la piccantezza della paprica variano in base alla materia prima utilizzata, cioè in base alla varietà del frutto (o dell'eventuale miscela) e alla lavorazione dello stesso. È piccante quando viene macinata anche la placenta del peperoncino, ossia la parte interna al quale sono attaccati i semi.

Varietà

Kulonleges

È molto delicata, macinata fine, dal colore rosso vivo e non piccante.

Eros Paprika

È di colore marrone, macinata piuttosto grossa e piccante.

Paprica fine

È di colore chiaro e il suo gusto è dolce.

Paprika rosa

Ha gusto piuttosto pronunciato.

Paprika semi-dolce

È di colore rosso vivo e ha un gusto forte.

Paprika dolce

È di colore rosso vivo, con gusto aromatico e dolce.

Come scegliere

La paprika si può acquistare in polvere, in vasetti oppure sciolta, a peso, nei negozi specializzati in spezie o nella grande distribuzione.

Come conservare la paprica

La paprica va conservata in recipienti al riparo della luce e consumata velocemente perché tende a scurire e ad acquistare un sapore sgradevole.

La paprica ha un gusto delicato, lievemente amaro e leggermente piccante, aromatico. La sua lieve piccantezza esalta il sapore delle pietanze donando un tocco speziato. Viene comunemente utilizzata con la carne, i formaggi, la panna, il pomodoro, la cipolla e viene talvolta unita in altre miscele di spezie.

La paprika in cucina viene usata anche per dare sapore alle minestre o come ingrediente per salse d'accompagnamento alla carne, crostacei, formaggi e verdure.

Gulash unghereseLa paprika è molto usata in Ungheria. È infatti l’ingrediente base per la preparazione del tipico Gulash (foto a sinistra), piatto a base di carne stufata.

CevapčićiÈ presente anche nella cucina balcanica in particolare in alcune zone dell'Ex-Jugoslavia, dove è ingrediente indispensabile per preparare i tipici ćevapčići (foto a destra).

La paprica è usata anche in Portogallo e Spagna, come ingrediente principale per molte preparazioni a base di carne e salsicce.

Un'altra delle destinazioni della paprika è nell'industria dei salumi insaccati.

Simbolo della cucina ungherese, la paprika, era diffusa fra i pellerossa. In Europa venne introdotta da Cristoforo Colombo e successivamente venne poi portata in Asia Minore. In seguito i turchi, che la usavano sopratutto come medicina, la introdussero in Ungheria, anche se altre fonti dicono che la paprika sia originaria delle Indie.

La paprica è un alimento ricco di carotenoidi: vitamina A, carotene alfa e beta, criptoxantina, luteina con zeaxantina.

Proprietà della paprica

La paprika ha proprietà toniche, stimola l’apparato digerente e circolatorio ed è antisettica.

La leggenda della contadina ungherese

Una leggenda dice che una giovane contadina ungherese, costretta con la forza a vivere nell'harem di un pascià turco a Buda, avesse spiato a lungo i giardini del palazzo mentre venivano coltivati i peperoni e che, una volta liberata, avesse insegnato ai contadini del suo villaggio a coltivarli.

Curiosità

Il chimico Albert Szent-Györgyi, Premio Nobel nel 1938, ha contribuito a valorizzare questo vegetale scoprendo, proprio nel peperone, la fonte dell'acido ascorbico (vitamina C) che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.

8 settembre in Ungheria

In Ungheria il momento del raccolto viene vissuto come un rito gioioso. L'8 settembre le donne, vestite con costumi sgargianti, raccolgono i peperoni nei campi e dopo averli infilzati con ago e filo fanno delle lunghe ghirlande che appendono a speciali sostegni di legno o ai muri delle case.

Il film: Paprika sognando un sogno

Paprika filmÈ un lungometraggio d'animazione giapponese del 2006 scritto, disegnato e diretto dal maestro Satoshi Kon, tratto dall'omonimo romanzo di Yasutaka Tsutsui, presentato in anteprima mondiale alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia del 2006. Il film è poi uscito nelle sale italiane a partire dal 15 giugno 2007.

 

Alimento originale: 
Peperoncino
 

I vostri commenti

La paprika contiene glutine?

Gradirei sapere se la paprica è sconsigliata per chi ha problemi di gastrite.
Grazie
Cordiali saluti

Lascia un commento o una domanda