Confettura di cachi
Bambini: 
adatto ai bambini
Celiachia: 
non contiene glutine
Difficoltà: 
molto facile

I cachi, essendo frutti autunnali, non sono reperibili tutto l'anno. Non è neanche semplice trovare in commercio la confettura di cachi, quindi ecco la ricetta semplice per farla in casa e gustare il sapore del caco tutto l'anno.

Ingredienti: 

Per circa 2 vasetti da 500 ml l'uno.

  • 1 kg di cachi
  • 1 kg di zucchero
  • 1 limone
  • vaniglia e mezzo bicchiere di rum

Cosa serve

Istruzioni: 

Si trovano vari modi per fare in casa la confettura di cachi. Qui si propongono diverse versioni, con l'aggiunta anche di altri ingredienti. Oltre alla confettura si può preparare anche la gelatina e aggiungere a piacere altri frutti, come le mele.

Ricetta 1

  1. Pulire i cachi con un panno umido
  2. Dividere i cachi a spicchi eliminando i semi
  3. Mettere a cuocere i cachi con lo zucchero, la parte gialla della buccia di un limone e la vaniglia (si consiglia estratto di vaniglia o i semi del baccello, non la vanillina!)
  4. Far bollire tutto per 4 ore a fuoco molto basso
  5. Aggiungere prima di togliere dal fuoco mezzo bicchiere di rum
  6. Sistemare subito la composta di cachi ancora calda nei vasi di vetro sterilizzati e possibilmente caldi, quindi chiudere ermeticamente.

Ricetta 2

  1. Immergere i cachi in acqua bollente per facilitare la sbucciatura
  2. Eliminare i semi
  3. Mettere a bollire i cachi per 15 minuti
  4. Pesare il composto ed aggiungere la pari quantità di zucchero
  5. Cuocere per 40 minuti e alla fine aggiungere il succo di un limone
  6. Invasare subito la composta di cachi ancora calda nei vasi di vetro sterilizzati e possibilmente caldi, quindi chiudere ermeticamente.

Ricetta 3: confettura di cachi con le mele

  1. Lavare i cachi (2 kg), togliere il picciolo e spremerli con le mani facendo cadere la polpa in una pentola di acciacio inossidabile
  2. Sbucciare le mele (1 kg) e tagliarle a piccoli pezzi
  3. Aggiungere le mele ai cachi con la scorza di limone e il suo succo
  4. Fare bollire tutto per cinque minuti girando e schiumando continuamente
  5. Togliere dal fuoco e passare al setaccio con un colino
  6. Rimettere tutto nella pentola aggiungendo 1 kg di zucchero e un pezzetto di baccello di vaniglia e continuare a mescolare e schiumare finchè non raggiunge la consistenza desiderata
  7. Togliere dal fuoco e aggiungere se si desidera del rum o liquore Grand Marnier, e invasare subito la composta ancora calda nei vasi di vetro sterilizzati, quindi chiudere ermeticamente.

Ricetta 4: gelatina di cachi

  1. Lavare i cachi (2 kg), tagliarli a pezzi e passarli al setaccio
  2. Pesare il passato (dovrebbe ridursi a circa 1 kg)
  3. Mettere sul fuoco 1 kg di zucchero, 1 bicchiere d'acqua, e la parte gialla della buccia di un limone per fare lo sciroppo
  4. Fare cuocere lo sciroppo mescolando con un cucchiaio di legno finchè si attacca ad una schiumarola immersa appositamente
  5. Eliminare la buccia del limone dallo sciroppo
  6. Aggiungere il passato di cachi mescolando bene
  7. Continuare la cottura finchè il composto diventa gelatinoso. E' pronto quando versandone una goccia su di un piattino (freddo) ed inclinandolo, la goccia resta ferma
  8. Invasare subito la gelatina ancora calda nei vasi di vetro sterilizzati, quindi chiudere ermeticamente.

Conservazione

Conservare la confettura di cachi in luogo fresco, buio e asciutto.
Si mantengono per 8-12 mesi. La conservazione varia a seconda della quantità di zucchero. Diminuendo lo zucchero la confettura diminuisce il suo potere di conservazione. Una volta aperto, conservare il barattolo in frigorifero.

Suggerimenti

È anche una bella idea da regalare, vedi Come confezionare.

 

I vostri commenti

ho fatto la marmellata di cachi ma questa allappa, come devo pulirli? perchè penso che io metta delle parti che non devono andare. grazie

anche a me la marmellata di cachi allappa vorrei sapere il perche'

Risposta per Claudia e Anonimo: Il ne faut pas mettre la peau. Les kakis doivent être très murs. A l'aide d'une cuillère prélever délicatement la chair du fruit sans trop racler la couche proche de la peau.

Grazie Jean Noel, traduco la tua gentile risposta: non mettere la pelle. I cachi devono essere molto maturi. Con un cucchiaio rimuovere delicatamente la polpa del frutto, senza raschiare troppo lo strato vicino alla pelle. :-)

anche la mia marmellata che ho fatto allappa e non si può mangiare.
proverò con la ricetta di Jean Noel poi vi farò sapere

Liana grazie...aspettiamo di sapere com'è andata! :-) A presto!

anche la mia marmellata allappa, non c'erano bucce e neanche semi, che peccato!

Penso che converrebbe aggiungere l'addensante per abbreviare la cottura.

Avete trovato un modo per sistemare sta ricetta? Anche a me allappa... e proprio immangiabile

Si possono bollire i vasetti di marmellata ? Grazie

Anche a me la marmellata di cachi "lega" ho provato più volte e non conosco nessuno che sia riuscito ad eliminare il problema, ne ho assaggiata una che legava poco al massimo (e quindi non lo ritengo un risultato soddisfacente)! premetto che i frutti erano di tipo nostrano, maturissimi e li ho assaggiati uno per uno negli esperimenti successivi al primo... ci può essere qualche altro accorgimento?

Io faccio la confettura di cachi, ogni anno, cosi' come di altri frutti del mio giardino ( melograni,pere, mele, mirtlli etc ), e ottengo un ottimo risultato ,a detta degli amici che l'hanno assaggiata. Utilizzo 1 kg di sola polpa di cachi, 1 kg di polpa di mele, 1 kg di zucchero, della vanillina, del rum o del brandy, e dell'addensante ( 1-2 bustine ), seguendo le indicazioni scritte sulla bustina per tempo di cottura etc.Il risultato e' ottimo.

Ciao Paolo scusa, quindi tu lasci sul fuoco pochissimo? io non uso mai addensanti (nemmeno per la gelatina di melograni o limoni), al massimo aggiungo della mela quindi seguo dei tempi di cottura tradizionali

Probabilmente in tutti i casi in cui allappa, a parte l'aver usato la polpa vicino alla buccia, forse non si è aggiunto ne il limone, ne il rum.
Io ho aggiunto, oltre a un po' di zucchero, solo un po' di polvere di cannella, ma dopo averla mangiata sembra che allappi...
Provo col rum, poi faccio sapere.
Maria

Per rispondere a Eleonora, il tempo di cottura vero e proprio e' di 3 minuti, seguendo le indicazioni sulle buste di addensante.L'importante e' che il risultato finale e' davvero splendido, da quanto mi dicono e dalle continue richieste che mi fanno.Ultimamente ho fatto anche degli abbinamenti con i porri e anche per questi ho ricevuto consensi.

LA STO STUDIANDO IN VARI MODI.
COMUNQUE OTTIMA E ABBONDANTE.

ho fatto la marmellata di cachi ma lega tantissimo in bocca perchè ? e come posso risolvere il problema?

Cara ANY, come gia' scritto in precedenza, io faccio ogni anno le confetture di cachi, abbinandole anche ad altra frutta, e utilizzo i miei cachi ben maturi, privandoli della pelle, e dei noccioli.Uso delle buste di addensante, che trovo in ogni supermercato, lo zucchero, la vaniglia, e a volte un po' di brandy.Ogni volta il risultato e' ottimo, ma non lo dico io ,bensi' tutti coloro a cui regalo le confetture.Per i tempi di cottura leggi sulle buste di addensante, per gli abbinamenti con altra frutta, lavora un po' di fantasia ( io li ho assemblati alle carote oppure ai limoni, oppure alle pere, magari con un po' di mandorle tritate etc,etc ).Ciao e ....Auguri.

Purtroppo quest'anno i cachi erano pessimi (qui a Verona evidentemente il clima non è stato quello giusto) quindi non ho provato, però una persona a cui li ho regalati negli anni passati mi ha detto che dopo un po' di mesi non lega più... forse è solo questione di lasciarla riposare un po' (non uso l'addensante mai perché non mi interessa abbreviare il tempo di cottura, però non credo che rilevi sul fato di legare o meno)

Ho fatto due tipi di confetture di cachi: una con solo cachi (ben maturi, sbucciati e privati di semi e parti gialle opache), addensante che si trova anche ai supermercati, zucchero come indicato nelle istruzione dell'addensante e un bicchierino di rum; l'altra con l'aggiunta di mele cotogne. zucchero, metà dose di addensante e una fiala di estratto di arancia. Quest'ultima, però, necessita di almeno un'ora di cottura per far sciogliere le fettine di cotogna. Nessuna delle due allappa.

Ho provato solo una volta a fare la marmellata di cachi perché allappava. Proverò a seguire i vostri consigli.
Per la sterilizzazione dei vasetti io uso da anni questo metodo per qualsiasi cosa di bollente che io voglia conservare: lavo i vasetti e tappi e li metto in forno a 100 gradi per mezz'ora, con una pinza li prendo e verso la marmellata o la pommarola bollente, poi metto il tappo, e li pongo rigirati su un ripiano adatto. Mi durano anche per più anni.

Per tutti quelli che dicono che allappa: quali cachi utilizzate? Già maturi da negozio o maturati in casa con la mela? No perché se prendete quelli maturati naturalmente (senza mela chiusi di una pentola) è normale che allappi poi anche la marmellata. I cachi devono essere maturati correttamente e bene, non mezze maturazioni, devono quasi disfarsi. Io sinceramente per fare la marmellata non uso l'aggiunta di addensati, mai fatta con la mela, del limone uso la buccia e il succo no, lo zucchero per un kilo di cachi ne uso solo mezzo chilo (ma anche meno) e, possibilmente, meno raffinato possibile. Non ho mai usato quello di canna, proverò. Non scotto il caco, mai, la cottura la fa con la sterilizzazione del bormioli. A me viene bene, piuttosto liquida non soda. Mai messa la vaniglia.

RICORDATEVI IL LIMONE PER EVITARE IL BOTULINO!!!

Lascia un commento o una domanda