Sara Papa

5 e 6 Giugno 2010. Corso sul pane tenuto da Sara Papa presso l'Agriturismo Pan di Legno a Tiola (BO).
Agriturismo Pan di legnoAbbiamo raggiunto l'Agriturismo "Pan di legno" attraversando Vignola (BO) e gli altri piccoli centri, abbiamo incontrato suggestive bancarelle che lungo la strada immerse nelle coltivazioni di ciliegi vendevano ciliegie duroni. Il corso si è tenuto all'Agriturismo "Pan di legno" a Tiola, in alta collina, su un poggio da cui si dominano le Valli del Samoggia e del Ghiaia, tra Savigno e Castello di Serravalle in provincia di Bologna. Il podere è circondato da vigneti e boschi. Producono vino, noci, legumi, ortaggi e ciliegie e offrono una ristorazione con cucina casalinga tradizionale a base di prodotti tipici regionali. I proprietari Bruno e Lara sono persone squisite e disponibili e hanno accolto noi e i partecipanti al corso con grande calore ed ospitalità.

Sara e il pane di una volta e perchè fare il pane in casa

Sara PapaArrivati i partecipanti, persone davvero eterogenee, tra cui tre ingegneri, Sara si presenta e racconta con passione della sua infanzia passata in gran parte ad aiutare la madre a cui deve le radici del suo grande amore per la cucina. "In ogni stagione c'era sempre da fare in campagna", racconta Sara, "...si facevano le marmellate, oppure le conserve, si lavorava nell'uliveto o si doveva badare ai maiali, nonchè fare il pane...". "Una volta trovai della muffa color rosa salmone in un pane preso un paio di giorni prima al supermercato. Neanche la muffa sembrava naturale! Da lì ho cominciato a farmi il pane in casa. Nei pani che si comprano, infatti, ci sono additivi, grassi idrogenati, sostanze anticollasso, antimuffa di legge! Un tempo il pane durava 10/15 giorni", continua Sara per farci comprendere quanto sia importante mangiare un prodotto sano, "perchè c'era la farina vera e il lievito era naturale, era la pasta madre che si passava di casa in casa. Il pane era nero, non raffinato ma VERO! Oggi con il nostro corso, TORNIAMO INDIETRO NEL PASSATO".

I consigli di Sara per la scelta degli ingredienti

La farina

farinaLa farina, spiega Sara, deve essere il più possibile biologica. Quelle dei supermercati contengono conservanti. Se la farina è scadente chiaramente si avrà un pane scadente. Sconsiglia i preparati da supermecato e la famosa farina canadese che va molto di moda ma che non ha la qualità idonea per un pane sano e buono. Per il pane spiega che va usata la 0, mentre la 00 è adatta per prodotti di pasticceria. Il suo consiglio è di procurarsi la farina Petra del Molino Quaglia (nella foto a fianco) farine di grano tenero macinate a pietra in purezza ricche di gusto e facili da lavorare usate a livello professionale e di cui è comunque possibile fare ordini per quantitativi inferiori per uso domestico. Vedi Farina Petra del Molino Quaglia.

Il lievito

Lievito madre di Sara PapaSara prosegue nel descrivere i tipi di lievito ed il loro uso ed esaurito il discorso sui comuni lieviti, ci introduce nel fantastico mondo della pasta madre e ci spiega in modo chiaro ed esaustivo come farlo in casa e come utilizzarlo. Rassicura i presenti più titubanti nel partire a farlo da zero, che a fine corso ci donerà un po' della sua pasta madre nata 150 anni fa! Spiega chimicamente come nasce e come vive. A questo punto Sara prende un inusuale pacchetto, che chiama "il bambinello" (foto a destra). Lo apre. Dentro, avvolto da una naturale crosta, c'è il suo lievito madre. Tanti sono i consigli che offre su come rinfrescarlo, in quale proporzioni usarlo, quale farina usare per i rinfreschi, cosa fare se "muore". La chiarezza delle sue spiegazioni sono certa che porterà tutti noi a saperlo mantenere in vita. Vedi Lievito madre di Sara Papa.

L'acqua

L'acqua dovrebbe essere di sorgente. In alternativa ci consiglia un'acqua minerale non troppo dura nè troppo molle. Va bene la Levissima. La temperatura deve essere tra i 22 e i 23°.

Dimostrazione pratica. Trucchi per impastare. La cottura.

Sara PapaIn questi due giorni di corso abbiamo visto passare dalle mani di Sara chili di farina. I tavoli in poco tempo si riempivano di impasti di tutti i tipi. Il primo consiglio che ci dà è quello di setacciare sempre la farina.
Poi sciogliere il lievito di birra in acqua a temperatura ambiente e aggiungerlo alla farina, poi si aggiunge il sale lontano dal lievito se si tratta di lievito di birra. Poi si amalgama il tutto e sulla spianatoia si impasta. La maestria delle sue mani la dice lunga sulla sua esperienza.
Sara invita i presenti a provare il movimento del polso che per lei è ormai naturale (foto a destra). Lo si impasta per circa 5 minuti. E poi lo si lascia lievitare per una ventina di minuti, comunque fino a quando raddoppia di volume, gli si da la forma desiderata e poi si lascia lievitare ancora. Ma un trucco per saper quando ha raggiunto il massimo della lievitazione c'è e Sara ce lo svela. Basta prendere un po' di pasta, si fa una pallina e la si mette in acqua molto fredda. Quando sale a galla, la pasta è pronta!

Sara PapaIl forno deve essere statico o a gas. Si inforna il pane a forno già caldo. Un trucco per ottenere una crosta più morbida è quella di mettere nel forno qualche cubetto di ghiaccio cos' da creare una giusta quantita di vapore. Sara sconsiglia il classico pentolino con l'acqua. Una volta cotto il pane, lo si lascia raffreddare su una gratella e quando è freddo, per farlo conservare più a lungo e per mantenerne l'umidità lo si avvolge in una grande tovaglia.

Meravigliose creature

Alcune delle ricette di pani realizzate insieme a Sara Papa.

Treccia ai semi di sesamo

Treccione di Sara Papa

Pane arcobaleno

Pane arcobaleno

Preparazione del pane arcobaleno di Sara papa

Pane arcobaleno

Pane arcobaleno di Sara Papa

Frustine di semola con olive e peperoncino

Frustine di semola con olive e peperoncino

Rotolo di pane con scamorza e speck spennellato con...

Rotolo di pane con scamorza e speck spennellato con...

Panini al latte con uvetta di Corinto

Panini al latte con uvetta di Corinto

Procedimento per il treccione a sei capi

Treccione a sei capi

Trecce mignon con arachidi tostate

Treccine con arachidi tostate

Momenti

Natura

Natura "viva"

Nel giardino dell'Agriturismo
Nel giardino dell'Agriturismo "Pan di legno"

Bruno (proprietario), Federica Spelta (Alimentipedia), Sara Papa

Bruno (proprietario), Federica Spelta (Alimentipedia), Sara Papa

Foto di gruppo con alcuni dei partecipanti al corso

Foto di gruppo con alcuni dei partecipanti al corso

Sara Papa e il suo pane

Pane arcobaleno

farina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi anche il calendario corsi di Sara Papa sul suo sito ufficiale.

 

 

I vostri commenti

SARA PAPA SEI MERAVIOGLIOSA!

io la seguo sempre...anchio sono della meravigliosa calabbria...volevo chiedergli due consigli il primo quando si dice far lirvitare per 24 ore in forno parlo di lievito di birra non si rovina la pasta se non sta nel frigo....eppoi la pasta per la pizza a me non si stende la pasta eppure la faccio lievitare per tante ore non sara' che metto nu lievito su un chilo di farina forse e troppo

Ciao Rosetta! Io la pasta la faccio lievitare una notte in frigo e poi la tiro fuori un po' prima (un paio d'ore) dell'uso. Per fare che ti stenda bene: non lavorarla più, allargala con le punta delle dita sulla teglia e se si ritira, lasciala così ariposare per una decina di minuti o poco più e vedrai che si lascerà modellare. Spero di esserti stata utile. Ciaooo

ho visto la tua arte su Alice. Sei meravigliosa!!!!
Voglio imparare a fare il pane.

Ciao Sara mi chiamo Brigida e faccio il pane nel forno a legna tradizionale il pane è buono ma una volta cotto la mollica non ha le bolle, perchè? Mi daresti un consiglio? Auguroni per natale.

ho provato a fare il pane con il lievito madre ma è andato male....ti seguo tutti i giorni in televisione,mi daresti qualche consiglio?

16/01/2013

Ciao Francesca!! Bisognerebbe avere i dettagli per cui è andato male il tuo pane...posso intanto consigliarti il libro di Sara Papa http://www.alimentipedia.it/libri/tutta-la-bonta-del-pane.html ... e semmai puoi scrivere nella nostra speciale sezione dove Sara risponde di persona :-)

grazie sara ,finalmente ho imparato a fare il pane come si deve.

VORREI SAPERE L'INPASTO DEL PANE, TUTTI GLI INGREDIENTI MISURATI GIUSTI.
IN UN CHILO DI FARINA COSA CI VA' ?
QUANTO DEVE LIEVITARE DOPO INPASTATO E QUNTO DEVE STARE IN FORNO E LA TEMPERATURA.
POI IL LIEVITO MADRE QUANDO E' PRONTO LO DEVO CONSERVARE IN FRIGO,NON SO SE RINFRESCARLO ANCORA GRAZIE GIUSEPPINA

Sono tantissime le domande che poni Giuseppina...navigando per Alimentipedia troverai le risposte...ma se preferisci col libro di Sara Papa Tutta la bontà del pane...scioglierai qualsiasi dubbio... lo trovi qui: http://www.ibs.it/code/9788858000724/papa-sara/buono-come-il-pane.html?s...

Ciaooo

Grande Sara!!!! Sono affascinato dalle tue fantasiose ricette, in special modo quelle fantasti filoni multicolor! Complimenti!!!!!

bravissima.ho provato a fare il pane e mi e riuscito benissimo.grazie.

non ancora riesco a far maturare il lievito madre.volevo sapere quanti giorni ci vuole per essere maturo da fare il pane ed altro.grazie.

Salve Sara, vorrei sapere se quest'anno terrai dei corsi di panificazione a Padova o dintorni. Grazie

ciao sara ho messo a fare il lievito l11 gennnaio .vorrrei sapere quandè pronto per fare il pane.grazie tante.

ciao volevo chiedere se dopo che faccio i rinfreschi va bene che lo metto nel frigo per 1 settimana.(se il lievito non e ancora maturo),grazie.

Ciao Sara ho fatto il poolish con petra1 buono il gusto ma.....il fondo è troppo crociate l'interno meraviglioso. Può dipendere dal forno? statico 200° 40min media altezza.grazie

GENTILISSIMA PROPRIO STAMATTINA E' ARRIVATO IL LIBRO.

INOLTRE VORREI SAPERE QUALE FARINA DEVO COMPRARE PER FARE IL PANE IO HO VISTO CHE LEI USA PEDRA 1 DOVE POSSO COMPRARLA ,VA BENE SU INTERNET .? GRAZIE GIUSEPPINA

Gentile Giuseppina...ottimo acquisto! Per l'acquisto delle farine Petra può acquistare dal sito www.farinapetra.it o se ci comunica la sua provincia potremo farle sapere se ci sono rivenditori di farine Petra.

Grazie!!! E le assicuro che ha scelto bene!!!

seguo tutti i giorni il tuo programma, grazie a te ho scoperto la passione per il pane fatto in casa.
vorrei sapere se esistono e dove si trovano punti vendita a Roma della farina petra

Ciao Liliana... puoi ordinare farine Petra qui on line www.farinapetra.it o chiedere informazioni... :-)

GENTILISSIMA SIGNORA SARA MI TROVO A CROTONE
GIORNI FA' HO PREPARATO IL LIEVITO MADRE,HO FATTO 1 KILOGRAMMO PANE ,PERO' E' VENUTO PESANTE E CRUDO. DOPO IMPASTATOQUANDO LO DEVO TENERE PER LIEVITARE ? PERCHE HO SEGUITO LE ISTRUZIONE DEL LIBRO , MA NON HO AVUTO IL RISULTATO CHE VOLEVO. PERCHE' NON LO FATE VEDERE IN TELEVISIONE COME COME FATE IL PANE? GRAZIE

Gentile Giuseppina, può vedere Sara Papa e il suo pane ogni giorno su Alice Tv. Le cause del pane pesante e crudo possono essere dovute a vari fattori: lievito madre non abbastanza forte, poco tempo di livitazione (deve raddoppiare di volume), il forno o le farine di scarsa qualità. Riprovi senza perdersi d'animo.
Buona giornata.

ciao sara, sei fanntastica,complimenti?

Cara Sara sono Annamaria da Macerata ,non mi perdo una puntata delle tue meravigliose ricette e devo dire che sei veramente molto brava.Sono di Matera e tu in trasmissione hai dato la ricetta del pane di Altamura che ,per me, è il pane più buono al mondo, come anche la focaccia .Vorrei gentilmente sapere, vivendo a Macerata, dove posso comprare le farine Petra.Grazie e complimenti ancora.

Carissimi.....quanti siete!!!!!!!! mi dovete scusa se non riesco a rispondervi a tutti ma sono spesso fuori casa e dal cell. è coplicato rispondervi. Sono felice per tutto quello che fate. Il lievito madre ha bisogno di cura e amore con lo stesso amore che dedichiamo alla nostra persona, ci alimentiamo per mantenerci in vita, lo stesso è il lievito, ogni 4-5 giorni ha bisogno di cibo per nutrirsi (farina). E' molto importate la farina che utilizzate, lasciate perdere le manitoba e le 00. Quando ho un momento di tempo affronteremo anche questo argomento......Ciao

GENTILISSIMA SIGNORA SARA HO VISTO CHE HA RINFRESCATO IL LIEVITO PRESO DAL VASETTO IL PEZZO CHE HA CRESCIUTO LO HA RIMESSO NELLO STESSO VASETTO ? IO HO FATTO IL MIO LIEVITO QUASI DA UN MESE E DUE PEZZETTI LI IN DUE VASETTI E IN CINQUE GIORNI SONO CRESCIUTI QUASI FINO ALL'ORLO. CHE DEVO FARE ? IO ABITO A CROTONE ,DOVE POSSO TROVARE LA FARINA PANE E DOLCI? LA RINGRAZIO TANTO GIUSEPPINA

Ti vedo utti i giorni in TV imparando diverse cose.e ammirandoti sempre di più Oltre alle pubblicazioni quindicinali hai pubblicato qualche libro : il titolo e dove si può acquistare.

GENTILISSIMA SIG.RA SARA HO UN ALTRO DUBBIO . QUANDO PRENDE IL LIEVITO DAL VASETTO PER RINFRESCARLO , . QUELLO CHE RIMANE NEL VASETTO SI PUO' USARE ANCORA ? SALUTONI GRAZIE ANTICIPATAMENTE.

Grande Sara, grazie per avermi dato suggerimenti fantastici per il pane con il leivito madre. Vorrei fare pane con grano saraceno, ma avendolo già provato da solo non ho ottenuto un buon risultato, in che dosi dovrei usarlo per circa 500 gr. di farina. Grazie

GENTILISIMA SARA HO FATTO IL PANE E MI VIENE ACIDO, HO RIFATTO I TARALLI E MI VIENE CON QUEL SAPORE ACIDO .
HO FATTO IL BAGNETTO COME FA VEDERE LEI MA E' LO STESSO ACIDO. COME DEVO FARE? GRAZIE SALUTONI GIUSEPPINA

Buongiorno Giuseppina. Tenga presente che i lievitati fatti con lievito madre hanno sempre una punta di acidità. Se lo sente troppo allora provi a fare dei rinfreschi molto ravvicinati.

Grazie

Gentilisima sara, tuto ok per il lievito ma vorei sapere di preciso per fare il pane lo tolgo la sera dal frigo e poi.

Complimenti per il suo programma io l'ho scoperto un mese fa stando a casa per malattia e cambiando in continuazione canale, ho trovato "pane amore e fantasia". Mi sono innamorata subito e dal 14 /01/13 non vi ho piu lasciato. Ora che sono ritornata al lavoro sono triste perche' non riesco piu a seguirvi .

Cara Sara,
sono contenta di aver scoperto il tuo programma perchè da tempo, nei panifici, non riuscivo a trovare un pane che mi ricordava il pane della mia nonna. Grazie a te e alle tue spiegazioni accurate riesco a capire il motivo e mi sono resa conto che diventa difficile trovare delle farine buone sul mio territorio (Brindisi - Puglia).
Ho preparato la pizza ed era buonissima e molto più digeribile nonostante l'abbia fatta con la farina che avevo e con il lievito compresso. Appena acquisto una buona farina farò il lievito madre.
Ho una domanda da farti. Sul tuo libro "Pane, Dolci e Fantasia" c'è la ricetta del pane al caffè con una biga a lievitazione 22° C per una notte o 12 ore. Devo obbligatoriamente avere una temperatura di 22°C? Se oscilla da 17°-20°C, posso farla lievitare più a lungo? Indicativamente per quanto?
Grazie!

grazie ai tuoi consigli sono riuscito a fare un buon pane con lievito madre.
credo mi venga abbastanza bene ma a volte avrei desiderio di vedere il pane, una volta tagliato a fette, con buchi di lioevitazione più grandi.
il mio viene con buchi molto fitti ma piccoli e non posso dire che sia poco lievito perchè nelle due lievitazioni cresce sempre più del doppio.
grazie sara, sei grande!!!

.....farina :farine :lievito:lieviti:forno.temperture .farina di semola rimacinata:mi dicono la migliore :la zero.la doppio zero:ma il pane mi viene non mangiabile:cosa mi consigliate papale papale per le farine lievito forno e sapore del pane? grazie

salve gentilissima signora,vorrei avere delle delucidazioni sulla farina manitoba che lei sconsiglia, fa' male ? la ringrazio e la saluto caramente

Carissima ti riporto quello che in parte ho scritto sul mio ultimo libro:
Con il termine Manitoba già nel primo dopoguerra si intendeva un grano o una farina con notevoli qualità panificatorie, usata nella produzione di pani e dolci a lunga lievitazione, dalle ciabatte ai panettoni e ai pandori, dove l’alto contenuto di proteine garantiva la riuscita del prodotto. Il termine Manitoba è sempre stato usato in modo improprio poiché l’esatta definizione di questo grano proveniente dal Canada è CWRS (Canada Western Red Spring, ossia «grano canadese dell’ovest primaverile rosso») e si riferisce a una somma di varietà seminate in primavera negli stati dell’Ovest canadese, Alberta, Saskatchewan e Manitoba. Oggi tuttavia vengono chiamate impropriamente Manitoba anche farine provenienti da grani coltivati in Europa.
Oggi c’è un abuso di queste farine in quanto sono molto raffinate (che gonfiano e basta), e con contenuto 0 di fibre.
Sono farine molto proteiche, ma secondo me in una farina non dobbiamo cercare la quantità di proteine...ma la qualità che è fatta di fibre, vitamine, sali minerali che fanno bene al nostro organismo e che troviamo solo nelle farine macinate a pietra.
Ciao Sara

GENTILISSIMA SIGNORA SARA
VORREI IN INFORMAZIONE CIOE' HO RINFRESCATO IL LIEVITO DEL VASETTO DEL FRIGO. VORREI SAPERE QUANDO POSSO USARLO PER FARE IL PANE,E SE LO DEVO TOGLIERE LA SERA PRIMA PER FARE IL PANE. GRAZIE

Buongiorno signora Sara, da anni preparo le mie colombe pasquali in casa ma con il lievito di birra così come da ricetta in mio possesso. Sono buone e vanno a ruba ma avrei voglia di provare a farle con il lievito madre che ho preparato come da sue indicazioni... mi può aiutare?
Nella mia ricetta ci sono 40gr. di lievito di birra su un Kg.1,020 di farina.
La ringrazio anticipatamente e le faccio i miei complimenti per le sue pubblicazioni che ho acquistato e che tengo gelosamente! Buona Pasqua

Salve! Qui http://www.alimentipedia.it/colomba-pasquale.html può trovare una ricetta con lkievito naturale :-)

ciao,ho fatto il pane col lievito madre ed è venuto benissimo;ora però avrei una domanda: se faccio l'impasto del pane la mattina e ringiovanisco il lievito,e nel pomeriggio voglio fare un altro impasto,posso riutilizzare lo stesso lievito ringiovanito la mattina? se si,dopo averlo riutilizzato nel pomeriggio lo devo ringiovanire?

gentile sign. papa, ho provato a fare il pane con il suo lievito madre ed è venuto benissimo; ora però avrei una domanda da porle: se faccio l'impasto del pane la mattina e ringiovanisco il lievito, e nel pomeriggio decido di fare un altro impasto, posso riutilizzare lo stesso lievito che ho ringiovanito? se si, nel pomeriggio lo devo ringiovanire?
la ringrazio anticipatamente e le auguro una Buona Pasqua

Stando a casa in convalescenza, ho trovato "Pane amore e fantasia" e a vedere lei, sembra così semplice fare il pane, che vorrei provarci anch'io, visto il tempo che ho a disposizione. Il problema è procurare la farina Petra.
Con l'occasione le faccio gli auguri di una serena Pasqua.

Sara, sei troppo forte!!!!! Complimenti x il tuo lavoro che fai benissimo. Grazie x le dritte che dai in trasmissione. Un abbraccio virtuale da una tua accanita fan.

se preparo l impasto xla pizza la sera x il giorno dopo dove la devo tenere e come faccio a comprare la farina petra 1

Ciao Liliana! L'impasto puoi tenerlo in frigorifero, in una ciotola abbastanza capiente unta con olio e coperto con pellicola :-) Io faccio sempre così. Per la farina Petra puoi andare sul sito: http://shop.farinaearte.it/ opppure chiamare il numero 0429 649110 :-)

Cara Sara avevo chiesto un informazione ma non ho avuto risposta capisco che non hai tempo quindi scusami se ancora chiedo, ho visto che dici sempre :ho rinfrescato ieri sera il lievito del barattolo di vetro ma tu lo lasci in frigo oppure fuori per lievitare cosi in fretta perche nel frigo ci vuole un po di tempo.il tuo gia dalla sera al secondo giorno e' gia bello lievitato come mai il pane mi viene basso cotto fuori e dentro un po' crudo? ti prego rispondimi non riesco a fare il pane come il tuo ho consumato un sacco di farina petra 1 da 12 kg solo per fare i rinfreschi ora vorrei arrivare al pane fatto bene ti ringrazio e aspetto le tue risposte ... spero!saluti giuseppina

Ciao Giuseppina, in effetti Sara è presissima in questo periodo, più del solito :-) Posso dirti che è giusto tenere il LM in frigorifero. Quanto lasci lievitare l'impasto? Col lievito madre ci vogliono un po di tempo e se ti viene basso può essere che non sia abbastanza "forte" il lievito o che non lasci lievitare abbastanza l'impasto, deve raddoppiare di volume. Per essere certa che sia pronto, stacca dall'impasto del pane una pallina, mettile in un bicchiere d'acqua...se galleggia è pronto! Ciaooo

CIAO SIGNORA SARA, CONTINUO A DISTURBARTI, NON CONCLUDO NIENTE, CONSUMO FARINA,ENERGIA ELETTRICA E TEMPO, CON TANTA RABBIA.HO IMPASTATO IL PANE, LASCIATO LIEVITARE UNA NOTTE, LA MATTINA HO FATTO LA FORMA ,LASCIATO LIEVITARE TUTTO IL GIORNO, OGNI TANTO FACEVO LA PALLINA E LA METTEVO NEL BICCHIERE, MA RESTAVA GIU . LA SERA HO MESSO IL PANE NEL FORNO, UN PO SI E' GONFIATO PERO' E' VENUTO PESANTE COME PIOMBO . DOVE SBAGLIO, HO FATTO LE TRECCINE ,NON SONO LIEVITATE COTTE FUORI E CRUDE DENTRO FACENDO LO STESSO PROCEDIMENTO DEL PANE. AVEVO CHIESTO DEL TUO LIEVITO DEL BARATTOLO DI VETRO, LO RINFRESCHI LA SERA, MALO TIENI FUORI DAL FRIGO PERCHE' VEDO CHE LO PRENDI GIA' BELLO LIEVITATO, QUINDI NON LO PRENDI DAL FRIGO, PERCHE' CI VUOLE TEMPO PER LIEVITARE MI PUOI SPIEGARE. TU SEI LA MAESTRA INSEGNAMI COME DEVO FARE. ALTRIMENTI CI RINUNCIO SE DI QUESTI TEMPI HO SPRECATO ABBASTANZA E VERAMENTE MI PIANGE ILCUORE SENZA UN ESITO POSITIVO. IL FORNO LO METTO STATICO, FORSE DEVO ABBASSARE LA TEMPERATURA. HO CONGELATO IL LIEVITO,HO FATTO QUELLO SECCATO ,CON TANTA PASSIONE MA SENZA RIUSCIRE A FARE UN PANE, AIUTAMI SARA IO DIVENTO MATTA . SPERO CHE MI RISPONDI ANCHE SE TI HO ANNOIATO.TI RINGRAZIO DI CUORE E TISALUTO CIAO.

SIGNORA SARA IL 17 LE HO SCRITTO MA ANCORA OGGI NON HO RICEVUTO RISPOSTA,PIU' CHE ALTRO PER SAPERE PER IL LIEVITO MA SE NON MI PUO' RISPONDERE LA RINGRAZIO LO STESSO VUOL DIRE CHE MI RIVOLGO AD ALTRI ESPERTI IN MATERIA.GRAZIE GIUSEPPINA

Gentile sig.ra Giuseppina, Sara Papa in questi giorni è in giro per l'Italia a tenere corsi. Appena può le risponde certamente. Mi scuso, ma è un periodo in cui è davvero oberata. Non so se comunque ha il suo libro Tutta la bontà del pane. Le potrebbe essere molto utile nel frattempo.

Salve Sara,sono Sergio Polo e ti scrivo dalla Sardegna....sole e mare anche da noi.....premetto che sono molto appassionato di cucina ed ho anche lavorato nel settore....ma la mia è una passione tramandata da mia madre...che pur essendo casalinga era una brava cuoca(...e con poco...visto che eravamo 7 figli ed uno stipendio...).Vedendo le tue trasmissioni mi sono deciso d'intraprendere, un po' per mia cultura e un po' per integrazione alla cucina,l'arte del pane partendo appunto dal lievito madre....premetto che non ho avuto nessuna difficolta' e mi sono subito cimentato con il pane di Matera che è uscito a dir poco perfetto....anche se credo poco lievitato internamente....volevo chiedere,essendo il mio lievito madre anche giovane con circa 12 rinfreschi fatti....quanto tempo far lievitare l'impasto di questo pane di matera....considerando appunto l'uso di questo lievito in alternativa a quello di birra e..per di piu' molto giovane(anche se in 4 ore triplica di volume a temperatura ambiente....se puoi rispondimi...grazie mille...saro' lieto di allegarti le foto del mio primo pane....PS anche i Krackers non lievitati e al sesamo e rosmarino e cipolla sono ottimi...Cordiali saluti e Grazie

Beh Sergio, direi che hai ottenuto risultati super perfetti! Quello che conta tanto e tu lo sai certamente è anche la qualità della farina, ma mi sembra di capire che i risultati siano già OTTIMI! :-)

Ciao Sara volevo farti i complimenti per le cose che prepari. Ho provato a fare il lievito madre con 50g di farina 1 e 25g di acqua coprendola con un panno umido ma dopo 2 giorni mi si è formata la muffa sulla crosta. Cosa devo fare? dove ho sbagliato? Grazie Ciaoooooo

Ciao Andrea. Se non l'hai già fatto prova a rifarlo con le istruzioni di Sara che trovi qui http://www.alimentipedia.it/lievito-madre-di-sara-papa.html :-) Facci sapere :-)

Mi dispiace tanto per Giuseppina, che credo ha bisogno di leggere con attenzione qualche libro, la lievitazione è soggetta a molti accorgimenti che sono da una parte semplici, ma allo stesso tempo hanno bisogno di alcune procedure particolari. E' impossibile spiegare da lontano senza vedere ciò che succede in ogni persona che lievita.
Anche Andrea, è strana la muffa, forse ci sono delle muffe nell'aria o microrganismi indesiderati...appunto da lontano è difficile stabilire le cause!!!!!!

Grazie che mi hai dedicato del tuo tempo per rispondere, allora ci riproverò

vorrei sapere se da novembre in poi ci sono corsi sulla panificazione e dove.
ringraziando saluto.

finalmente con i suoi consigli sono riuscita a fare il lievito madre, ha un buon profumo e raddoppia in 3-4 ore ma, ho un problemino, nonostante abbia rifatto L M tenendo solo l'acqua come dice lei dopo averlo sciacquato, il pane risulta un poco acido e mi sembra specialmente se si mangia dopo due o tre giorni. Mi può consigliare e dire cosa sbaglio? So che una punta di acidità nel L M è normale, ma mi sembra troppo . La ringrazio in anticipo della risposta e saluto.

Salve redazione, ho letto che Sara Papa sara' a Corato (BA) il18 e 19 Novembre per qualche corso o dimostrazione. Vorrei cortesemente sapere dov'e' con precisione che terra la lezione gli orari e condizioni. Vimringrazio

Ciao Felice. Abbiamo chiesto a Sara, che in questi giorni e presissima e non riesce a rispondere, appena lo sappiamo ti riferiamo :-)

avendo tanto lievito madre posso rinfrescare solo quello che mi serve,usandolo spesso posso lasciarlo fuori dal frigo,

ma se il lievito rimane fuori dal frigo ,prima di fare il pane va sempre rinfrescato,grazie

sono felice di vedere la trasmissione pane, amore e fantasia che ho scoperto per caso. Faccio il pane con il L M già da un po' leggendo qua e là, ma avrei bisogno di tanti consigli soprattutto perché mi piace farlo con la farina integrale. vorrei partecipare a un corso tenuto da lei sara papa, io vivo vicino a firenze : Sa dirmi dove posso incontrarla e fare un corso?

Buongiorno a tutti voi che seguite così calorosamente Sara e i suoi consigli. Devo comunicarvi che Sara ha risposto a più commenti di recente ma il sistema non li ha visualizzati. Stiamo cercando di risolvere il problema tecnico "anomalo". Scusateci per il disguido, il prima possibile sarete avvertiti delle sue risposte. Grazie per la fiducia.

ciao Sara,
sto sperimentando gli impasti con lievito madre. Vorrei poter partecipare ad un tuo corso: per caso ne tieni a Firenze o vicino?
I tuoi DVD dove si si possono acquistare?

Ciao Elisabetta, puoi trovare il calendario corsi sul sito di Sara http://www.sarapapa.eu/ idem per i suoi DVD :-) Ciao e a presto

Ciao a tutti,
mi spiace che quando è stato possibile ho risposto ma c'è stato un problema tecnico.....
Molti di voi chiedono i corsi nelle proprie città, se attraverso il mio sito non lo trovate, sappiate che ognuno di voi può organizzare un corso....presso un agriturismo, un ristorante amico...oppure in un qualsiasi luogo dove c'è una cucina e un forno frofessionale....
Ciao Sara

Salve, due domande, per favore.
1) Le farine Petra sono disponibili anche integrali, visto che a mio padre, anziano con problemi di glicemia alta (diabete dell'anziano), il dottore ne ha consigliato l'uso anche come pane?
2) Esiste un rivenditore Petra per queste farine in provincia di Macerata? Dove?
Grazie molte

Buongiorno Nicola, Petra 9 conTuttoilGrano è più di una farina macinata a pietra e nello stesso tempo è più di una farina integrale. I rivenditori sono i seguenti, altrimenti può acquistare in tutta sicurezza sul sito ufficiale http://shop.farinaearte.it/affiliate/8907

ANTICHI MASTRI DI PIERUCCI, LOC.UVAIOLO,13 - SAN SEVERINO MARCHE (MC)
FORNO DON BOSCO DI DOMIZI LUCA, PIAZZA DON BOSCO, 1 - TOLENTINO (MC)
PINCIAROLI CLAUDIA & C. SNC, PIAZZA TOGLIATTI 1/5 - TOLENTINO (MC) 
PAPPAFO' DI CORRENTI GIULIANO, VIA MONTAGNANO N.98 - CAMERINO (MC)
OSTERIA DI VIA LEOPARDI, VIA GORIZIA N.30 - RECANATI (MC)

come tanti anche io mi sono entusiasmata e appassionata quando ho iniziato a seguire SARA mi piacerebbe seguirla meglio far parte di un gruppo ma non riesco un consiglio'

Ciao Maria. Puoi far richiesta sul fan club su FaceBook "SARA PAPA... Pane Amore e Fantasia" :-)

Gent. Sara ho avuto il piacere di conoscerla su alice, anche se non sempre posso seguirla perché lavoro fuori casa, ma le faccio i complimenti per tutto soprattutto per la chiarezza con cui spiega le sue ricette sul pane. Io mi faccio il pane carasau e le spianate in casa nel mio giorno libero, lo impasto la sera prima e lo cuocio l' indomani mattina ,così metto poco lievito di birra, ma vorrei poter usare il lievito madre, perché lei mi ha proprio convinta e mi ha fatto ricordare che anticamente anche da noi si usava "sa madriche" che penso proprio sia il lievito madre e se lo prestavano tra vicine di casa quando si faceva il pane. Io non so se sono stata chiara ma mi farebbe piacere sapere quanto lievito madre dovrei mettere per fare 10Kg di pane (io minimo ne faccio così),premetto che io il lievito madre non lo mai fatto e mi sono cercata la sua ricetta su internet. nel ringraziarla per la sua disponibilità la saluto cordialmente.

salve, sono sempre io, anche se non ho avuto ancora risposta, aspetto comunque, perché so gli impegni che ha, e intanto le faccio un'altra domanda, è possibile fare il lievito madre con la semola?
In attesa di una sua cortese risposta la ringrazio vivamente.

sono sempre io, vorrei sapere se Sara c'è ancora su " Alice ", perché la sto cercando da un po' di giorni, visto che non ha risposto alle mail volevo seguirla almeno sul programma. Sempre in attesa di una cortese risposta porgo i più cordiali saluti.

cara bella signora con il tuo amore per il sacro Pane (vedi l'ultima Cena di ns/ Signore) contagi tutti coloro che ti seguono ed io sono una neo- contagiata....! A proposito del "sacro" mia nonna (16 figli, nata sul finire dell'800) per ragioni anche economiche visto il numero della sua figliolanza, faceva sempre il pane in casa ed io ne ero affascinata tanto da seguirla passo passo. Quando aveva finito il primo impasto, prendeva il coltello e faceva un taglio a croce poi mi ha insegnato che si doveva fare il segno della croce perchè il pane venisse al meglio ....... da grande ho capito che quel taglio occorreva per altro motivo!!!!.....ma a me è rimasta quell'abitudine. Ti ho raccontato questa cosa per metterti a parte delle tradizioni della mia romanità. grazie ancora per i tuoi preziosi consigli .

Lascia un commento o una domanda