Topinambur

O topinambour, tuberi simili alle patate, sono ottimi anche crudi

Topinambur

Il tubero del topinambur, detto anche topinambour, è stato per decenni un alimento sostitutivo della patata, per anni abbandonato e attualmente rivalutato.

È un tubero commestibile, dalla polpa carnosa e biancastra e dal sapore delicato e dolce, simile al carciofo, e vicino al gusto e alla consistenza della patata. La forma di questo tubero è variabile e spesso buffa. Può essere consumato anche crudo per non disperdere le sue tantissime proprietà benefiche.

Informazioni generali

La pianta del topinambur

La pianta del topinambur, Helianthus tuberosus L. è una pianta molto vitale, un'erbacea perenne appartenente alla grande famiglia delle Asteraceae e al genere helianthus.

È quasi infestante, predilige terreni umidi e conquista terreni vicini a corsi d'acqua. Può raggiungere un'altezza di oltre 3 metri!

In Europa è coltivato soprattutto in Francia e Belgio, ma è facile vederlo anche qui in Italia crescere spontaneo nei campi incolti o lungo piccoli corsi d'acqua.

Se ne consumano i tuberi e per questo viene definita come patata.

I bellisimi fiori del topinambur

Il suo fiore giallo ricorda il girasole, da cui alcuni suoi nomi, tra cui girasole tuberoso o fior di sole.

Pianta topinambur
Pianta e fiori del topinambur

Stagionalità

I tuberi di topinambur si raccolgono in inverno.

Reperibilità

È ormai presente in quasi tutti i supermercati.

Varietà

In Toscana e anche in altre regioni italiane sono presenti soltanto due specie del genere Helianthus: il girasole Helianthus annuus coltivato in tutto il mondo, e l'Heliantus tuberosus originario del Nord America che fiorisce a fine estate.

Altri utilizzi

Oltre che nell'alimentazione umana, viene utilizzato dalle industrie alimentari per ottenere etanolo.
Dai suoi tuberi si ottiene anche la farina che può sostituire fino al 10% la farina di grano nella preparazione di prodotti da forno.

↑ Vai all'indice

Informazioni culinarie

Come cucinare i topinambur

Come le patate sono tuberi molto versatili in cucina e si prestano a varie cotture e ricette, le stesse delle patate.

Possono essere fritti o utilizzati per preparare delle frittelle, oppure ridotti in purea con l’aggiunta di burro. E ancora una volta cotti, quando sono ancora tiepidi possono essere conditi con burro e prezzemolo. Anche trifolati sono ottimi.

Ricordiamoci che assomigliano nell'aspetto e consistenza alle patate ma il sapore è simile a quello del carciofo.

Cottura dei topinambur

La cottura è simile a quella delle patate. Ridotti a cubetti di 1 centimetro, cuociono in 10 minuti se lessati, in 15-20 minuti se stufati. Lessandoli però disperdono molte delle loro proprietà per cui è preferibile stufarli, oppure meglio ancora consumarli crudi. Sì, proprio così! Infatti non tutti sanno che a differenza delle patate possono essere consumati anche crudi.

Topinambur crudo

A differenza delle patate, il topinambur può essere mangiato anche crudo.

Per consumarlo crudo è importante lavarlo molto bene sotto l'acqua fresca, sfregando leggermente evitarndo di eliminarne la pellicina sotto la quale troviamo i nutrienti.

Vanno poi immersi in acqua e limone come si fa con i carciofi per evitare che anneriscano.

A questo punto vanno tagliati a fette molto sottili o a julenne e potranno essere consumati in pinzimonio o conditi con un po’ di maionese oppure fatti marinare in olio, sale, pepe e limone o ancora essere aggiunti a fresche e gustose insalate miste, molto apprezzate anche da chi segue un'alimentazione vegana.

Insalate con topinambur
Insalate miste con topinambur

Immancabili nella bagna càuda

Nella cucina piemontese non mancano mai con la bagna càuda e la fonduta. In questo caso il topinambur viene lavato bene e lessato con la buccia in acqua salata per 15 minuti circa e lasciato ben sodo; a questo punto è pronto per essere intinto con le altre verdure nella Bagna Càuda.

Bagna cauda piemontese
Bagna càuda piemontese

Ricetta: topinambur trifolati

Sono buonissimi anche trifolati. La ricetta è semplice semplice, di seguito i passaggi per fare degli ottimi topinambur trifolati.

  1. Si lavano come spiegato sopra e una volta scolati si tagliano a fettine sottili di circa 2/3 mm
  2. In una padella antiaderente si scalda l’olio extravergine di oliva e si fanno imbiondire 2 spicchi d’aglio tagliati a metà
  3. Si versano quindi i topinambur nella padella, salare e mescolare per insaporire
  4. Continuare la cottura con il coperchio per circa 15 minuti, aggiungendo se si asciugano troppo un po' di brodo vegetale o acqua
  5. Poco prima della fine della cottura si aggiunge abbondante il prezzemolo tritato, una generosa macinata di pepe
  6. I topinambur dovranno risultare cotti, ma ancora abbastanza croccanti
  7. Servire i topinambur trifolati ben caldi come contorno ad un piatto di carne o con altre verdure.

Topinambur trifolati
Topinambur trifolati

Come scegliere

Quando andiamo a comprare i topinambur, i tuberi devono essere sodi, con buccia marroncino violacea, senza ammaccature o lesioni.
I migliori sono quelli allungati, a forma di fuso, rosati e lisci.

Come pulire

I topinamur sono un po' antipatici da pulire proprio per la superficie biturzoluta che li caratterizza. È importante che i siano lavati e spazzolati con cura. Meglio non pelarli.

Topinambur

Come conservare

Si conservano avvolti in sacchetti di carta in frigorifero. A contatto con l'aria, come le patate, tendono a raggrinzirsi. In alternativa va benissimo la classica conservazione in luogo fresco, asciutto e buio.

Suggerimenti

Il topinambur in insalata con un po' di succo di limone non diventa scuro.

↑ Vai all'indice

Informazioni geografiche

Zona di origine

Questi tuberi furono introdotti in Italia nel secolo XVII. La loro origine non è ancora certa anche se prevale la tesi che siano originari delle praterie occidentali del Nord America e Canada, dove crescono spontanei, così come crescono spontanei nelle nostre regioni.

↑ Vai all'indice

Informazioni nutrizionali

Le proprietà del topinambur

I valori nutrizionali del topinambur sono simili a quelli del carciofo: poche calorie e una buona quantità di fibre solubili, come l’inulina, che aiutano ad abbassare la glicemia.

Il topinambur è un alimento adatto all'alimentazione di convalescenti, anziani e bambini, oltre che di diabetici.

L'inulina per l'equilibrio intestinale

L'inulina, uno dei componenti fondamentali, serve per migliorare la digestione ed è soprattutto indicata per la riduzione della formazione di gas a livello intestinale.

L'assunzione di inulina comporta uno spiccato aumento nel tratto intestinale della presenza di Bifidobatteri e Lattobacilli, fermenti lattici importantissimi per una corretta digestione e per la salute del colon ed una contemporanea e massiccia diminuzione del numero dei batteri ritenuti nocivi.

L'inulina quindi favorisce il riequilibrio della flora intestinale, potenziandone l'attività e migliorandone il metabolismo.

Celiachia

Non contiene glutine.

Calorie dei topinambour

100 gr di prodotto senza condimento contengono 25 Kcal.

↑ Vai all'indice

Informazioni culturali

Origine del nome

Si pronuncia con l’accento sulla U finale. Il suo nome deriva dal nome di una tribù del Brasile, paese da cui si pensava erroneamente che provenisse.

Anche detto

Il topinambur è detto anche rapa tedesca, pera di terra, tartufo di canna, carciofo di Gerusalemme, tartufala bastarda.

Eventi relazionati

Sagra del Ciapinabò a Carignano (TO).

Nel dialetto piemontese

In piemontese li chiamano tupinabò o ciapinabò.

Nelle altre lingue

Topinambur in Inglese: Jerusalem artichoke (carciofo di Gerusalemme)

Topinambur in Francese: topinambour

Topinambur in Tedesco: topinambur

↑ Vai all'indice

Forse ti potrebbe interessare anche...

I vostri commenti

Quando ne ho l'occasione di vederlo sulle bancarelle dei fruttivendoli, lo compro e poi lo mangio crudo a fettine insieme al pomodoro, posso dire che è ottimo.

non lo conoscevo se lo trvo a roma lo provo

ottimo sia crudo che cotto, fà diminuire l'appetito.

È buonissimo sia crudo che con gli spaghetti, olio di oliva aglio zafferano erba cipollina+mozzarella di bufala provate!

molte grazie

Se altopinambur viene tagliato tutto il gambo il tubero sotto terra si rovina

buonissimo io lo mangio crudo senza condimento come stuzzichino buono buono

buon giorno,
gradirei sapere se il tubero pelato ed affettato si può conservare in vasi come le ciliege sotto sprito, come le cipolle ed altro E SE SI CONOSCERE LE LASI DI PREPARAZIONE E QUALI INGREDIENTI OCCORRONO. NEL COMPLIMENTARVI PER LA CHIAREZZA, SEMPLICITA' DEL SITO E IN ATTESA DI RISCONTRO PORGO DISTINTI SALUTI. ..
CONTATTI BELLI ALDO TEL. 075 8553450 CELL.3687584760

Come si conservano nei vasi di vetro per tutto l'inverno? Grazie attendo risposta

lo conosco ecoltivo nell orto da tempo. mi interessano metodi di conservazione...esistono ?.

li abbiamo scoperti da una settimana e ne mangiamo in quantità grufolando felici come dei cinghiali imbizzarriti, grazie Dio che li hai creati.

Ho cominciato da poco ad utilizzarlo, mi piace e hanno proprietà che fanno proprio al mio caso. Vorrei conoscere il metodo di coltivazione: in che periodo e come. grazie

ho provato a bollirli come si fa con le patate ma non si pelano bene come loro, l'acqua è diventata verde, e il sapore......si è perso e sono rimasti un pò duretti . la mia domanda è: quanto devono bollire? con o senza buccia vanno bolliti? grazie!!!!!

io lo mangio a fettine sottili nell'insalata e cosi si mantengono inalterate le proprietà che sono tante

GRAZIE delle dritte su questo tubero. Dalle mie parti cresce spontaneo in riva al Brenta ed altri torrenti, aspetterò l'inverno per raccoglierlo e poi......SLURP !!!!!!

avrei un bubbio. Ne ho seminati in quantità,ma adesso in inverno posso raccoglierli tutti come si fa con le patate e poi conservarle allo stesso modo oppure li raccolgo all'occorrenza e li consumo subito? ve lo chiedo perchè mi è parso di capire che si rovinano fuori dal terreno.Per quanto riguarda una nuova produzione si può lasciare già da questo inverno il tubero sotto terra? ciao attendo risposta

Io abito in Sardegna vorrei sapere se c'è anche quì(è forse la patata americana?).Grazie.

Ho piantato i topinanbur sono cresciuti bene ma non hanno ancora fatto i fiori, come mai. Grazie

Ho piantato i topinambur sono cresciuti bene ma non hanno ancora fatto i fiori, come mai. Grazie

Anch'io li ho piantati incominciano ha fiorire adesso

Dove abito io non si trovano. Dove posso comprarli su internet?
Grazie.

sono ottimi, io li mangio solo crudi, domando se c'è un quantitativo ottimale giornaliero. grazie

Lo consumo da tre anni e lo coltivo da due, per me è ottimo crudo con olio aceto di mele e un pizzico di sale. Non è adatto ad essere conservato al lungo, perché raggrinzisce perdendo molta acqua, non buttatelo, prendete i tuberi raggrinziti immergeteli un contenitore con acqua per un paio di giorni, e come per magia ritorneranno come appena raccolti. Io ho la possibilità di raccogliere la quantità che consumo di volta in volta. Per me la varietà bianca è la più buona. Ciao

dove posso comprare i semi?

Rispondo a Francesco, non si semina, basta comprare qualche tubero (rizoma) e lo si interra. Andrebbe fatto a Marzo-Aprile. Li si trova facilmente anche al supermercato. Ciao

Coltivare in casa in idrocoltura ecoltivo.com

Lascia un commento o una domanda