Minestra di cardi

Primo piatto della tradizione del Natale in Abruzzo

Minestra di cardi

Ricetta: Minestra di cardi

Numero persone: 
4
Bambini: 
adatto ai bambini
Celiachia: 
contiene glutine
Difficoltà: 
molto facile

È un brodo a base di cardi. Questo piatto tradizionale si consuma il giorno di Natale in Abruzzo. Il brodo, come da tradizione, viene fatto con carni miste e verdure e viene lasciato bollire per circa tre ore. Per accorciare i tempi di cottura, si può utilizzare la pentola a pressione. La “Minestra col cardone” è un tipico piatto abruzzese da proporre in inverno come minestra leggera che introduce ad un primo piatto importante. Molto facile da preparare, pone solo il problema di trovare il cardone.

Informazioni operative

Ingredienti per Minestra di cardi

grossi
800
gr
Parmigiano
grattugiato
100
gr
1
Noce moscata
grattugiata
qb
di tacchino, gallina, vitella
qb
rigaglie di pollo e tacchino
qb
Vino bianco
secco
1
bicchiere
Zuppa imperiale
a dadini
qb
qb

Procedimento per Minestra di cardi

  1. Innanzi tutto occorre procurarsi i cardi (freschi e bianchi). Pulire le lunghe coste del cardo, tagliarle a piccoli dadini e porli in abbondante acqua acidulata con il limone, quindi lavare con cura. Lessare i cardi in abbondante acqua salata e fare cuocere fino a che non siano divenuti morbidi e teneri. Scolare, immergere in acqua fredda e quindi strizzare con vigore e riporre in un largo tegame possibilmente smaltato.
  2. Aggiungere ai cardi un composto di uova e parmigiano (un uovo e due cucchiai di parmigiano a persona) abbondante noce moscata grattugiata.
  3. A parte si saranno preparati un ottimo e limpido brodo di tacchino, gallina e vitella, un soffritto di rigaglie di pollo e tacchino (preparazione: intagliare a dadini minutissimi gli stomaci precedentemente lessati, il fegato, i cuori e le creste, soffriggerli in un battuto fine di cipolla, tirando la cottura con un bicchiere di vino bianco secco), una zuppa imperiale tagliata a dadini.
  4. Versare una giusta quantità di brodo bollente nel tegame dei cardi aggiustati e rimestando delicatamente portare ad ebollizione a fuoco lentissimo affinché la minestra resti chiara e trasparente.
  5. A questo punto aggiungere la zuppa imperiale a dadini, le rigaglie e servire.
↑ Vai all'indice

Informazioni culturali

Origine

Abruzzo.

Anche detto

Minestra col cardone.

↑ Vai all'indice

Forse ti potrebbe interessare anche...

Agnello cacio e uova
Capra alla neretese
Ratafià di arance
Cardo comune o coltivato

Libri consigliati:

Libro di Igles Corelli: Con il cucchiaio. Zuppe, minestre e creme

Con il cucchiaio

Libro di Igles Corelli: Con il cucchiaio. 60 zuppe, minestre e creme proposte da uno dei più geniali chef italiani: Igles Corelli. 200 pagine con 250...
Libro: Aceto Balsamico. Di Massimo Bottura

Aceto Balsamico. Massimo Bottura

Aceto Balsamico è il primo  libro scritto dallo chef della cucina molecolare Massimo Bottura nel 2005. In queste pagine Massimo Bottura, chef...
Libro di Alessandro Borghese: Tu come lo fai?

Tu come lo fai?

"Chef, ma tu come lo fai?". Quante volte Alessandro Borghese si sente ripetere questa frase, per la strada, in sosta a un semaforo, durante le sue...
Libro: La carbonara perfetta

La carbonara perfetta

Centocinquanta pagine divise a metà tra storia e contemporaneità della carbonara, uno dei piatti romani più famosi e diffusi in tutto il mondo....

I vostri commenti

ho un cardo molto grande.in questo mese,da quanto ho letto,non si deve mangiare,dovrò goderlo solo per la sua bellezza?aspettando l'inverno?

Con l acqua , la bollitura , dei cardi si può riutilizzare x fare il brodo? Puo far d'anno il troppo concentrato?

Lascia un commento o una domanda