Uova di quaglia

Uova di quaglia

L’uovo di quaglia si usa come l’uovo di gallina ma è più leggero, più delicato, ma con alto contenuto di colesterolo. Ha molte proprietà nutrizionali, e sono importanti alimenti per chi soffre di allergia ai pollini. Le uova di quaglia sono piccole, con guscio picchiettato di scuro. Raggiungono mediamente il peso con il guscio di 20-30 grammi e sono prodotte dalle quaglie a testa bruna allevate come pollame. Un uovo senza guscio pesa circa 9 gr, le uova di quaglia quindi sono circa 1/5 delle uova di gallina. All’estero e soprattutto in Giappone sono un alimento di uso quotidiano, soprattutto consumate crude. Verificare sempre la provenienza e freschezza. In Italia non esiste ancora una legge che ne regoli la tracciabilità.

Informazioni generali

Utilizzo principale

Le uova di quaglia possono essere utilizzate in cucina esattamente come le uova di gallina: alla coque, sode, all’occhio di bue, per dolci o tagliatelle (pare reggano meglio la cottura). Attenzione sempre alle dosi, ricordando che a 1 uovo di gallina corrispondono sempre 5 uova di quaglia.
Per ottenere una totale efficacia degli effetti terapeutici dovuti alle sostanze contenute nelle uova di quaglia, il modo migliore di utilizzarle è quello a crudo con aggiunta eventualmente di un pizzico di sale e limone, il cosiddetto “uovo all’ostrica”.

Altri utilizzi

Si possono fare maschere per il viso o per i capelli con le uova di quaglia, in quanto sembra che aiutino a migliorare il colore del volto e rafforzare i capelli.
Per combattere le allergie ai pollini, alcune persone solo consumando uova di quaglia riescono a passare indenni la stagione dei pollini, comunque sarebbe meglio iniziare la terapia due settimane, venti giorni prima della comparsa dei pollini. Tratto da nutrizioneolistica.com

Uova di quaglia decorateCon i gusci delle uova di quaglia si possono creare delle vere opere d’arte decorandoli. Occorre soltanto prestare molta attenzione nello svuotamento affinchè il guscio non si rompa. Si consiglia di agitare l’uovo quando questo è ancora intero, e poi, con molta pazienza e delicatezza, usando una siringa per iniezioni forare il fondo dell’uovo e aspirare il contenuto che ormai è uniforme e quindi, riutilizzare il guscio come si vuole, che presenterà solamente un piccolo foro sul fondo.

Stagionalità e reperibilità

SI trovano tutto l’anno e sono abbastanza facili da reperire nei supermercati ben forniti.

Forme in commercio

Sono reperibili in commercio confezionate in vaschette contenenti solitamente 18-20 uova. Il prezzo non è molto conveniente.

Informazioni culinarie

Come pulire, conservare e cucinare

  • Si consiglia di lavare le uova di quaglia in acqua bollente prima di utilizzarle, per il resto non occorre temere di consumarle a crudo, perché grazie all’alta temperatura corporea delle quaglie vengono distrutti eventuali salmonelle e/o virus aviari. Per essere comunque più sicuri si consiglia di pastorizzarle.
  • Si conservano in frigorifero per circa 15 giorni.

Uova di quaglia sode

Cuocere 3- 4 minuti in acqua bollente leggermente salata poi risciacquare sotto l’acqua fredda.

Uova di quaglia a la coque

Cuocere 1 minuto e mezzo in acqua bollente leggermente salata. Bucare poi con uno spillo.

Come sgusciare le uova di quaglia

Aprire le uova di quagliaL’uovo di quaglia ha la membrana interna molto dura. Non sono semplici da rompere. Si suggerisce quindi di fare molta attenzione. Per sgusciarlo se sodo, si consiglia di romperlo toccando l’uovo su tutti i lati, aiutandosi magari con un coltello dalla lama ampia (vedi foto) e far rotolare tra le mani (o lungo la lama) per sbriciolare il guscio dell’uovo. Infine, prendere un pezzo di guscio con la membrana e togliere procedendo a spirale la buccia d’uovo. Per romperlo nel caso si voglia fare ad esempio una frittata senza “frantumare” il guscio, basta prendere l’uovo e, con un coltello seghettato, inciderlo a metà, provocando, dapprima la spaccatura e poi, proseguendo, la sua apertura.

Il trucco di Sergio Barzetti per aprirle facilmente

  • Mettere le uova in acqua fredda e cuocerle per un minuto dopo l’ebollizione.
  • Da calde metterle per 30 minuti in una scodella con metà acqua gassata e aceto.
  • Passata mezz’ora vedrete che il guscio si stacca da solo, basterà togliere alcuni pezzdetti che potrebbero rimanere attaccati.

Ricette

Spiedini finta mozzarella e pomodori

  • 16 pomodorini
  • 16 uova di quaglia
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1/2 cucchiaino di cumino macinato
  • 16 stuzzicandenti in legno

Cuocere le uova di quaglia 4 minuti per farle sode, e poi gettarle in acqua fredda per sbucciarle facilmente;
Mettere su ogni spiedino di legno, un pomodoro e un uova di quaglia;
Mescolare sale e cumino quindi disporre su un piatto una ciotola con questo sale vicino agli spiedini. Servire.

Frittatina uova di quaglia e di lompo rosso

Preparare una frittata con le uova di quaglia, come per le frittate classiche, facendo attenzione a non rompere i gusci che ci serviranno da contenitore. Riempire con la frittata e con le uova di lompo rosso, decorando con erba cipollina.

Informazioni nutrizionali

  • Le uova di quaglia sono degli alimenti davvero ricchi di valori e proprietà nutrizionali, molto di più rispetto alle uova di gallina.
  • Sono ricche di fosforo, calcio, potassio, proteine e vitamine.
  • I bambini che consumano una dose giornaliera di 2 uova di quaglia, crescono più sani e forti e le loro difese immunitarie contro eventuali infezioni sono rafforzate. (Questi studi sono stati documentati)
  • Nell’albume è contenuto un enzima che attua una elevata protezione dell’uovo contro le infezioni da batteri Gram-positivi e di conseguenza questa protezione si trasmette ai consumatori.
  • Le uova di quaglia sono un’utile integrazione in caso di allergia in genere e soprattutto se il problema riguarda i pollini di graminacee: nelle uova di quaglia si trovano delle micro quantità di frumento, mais, orzo, segale, che vanno a costituire un’efficace terapia desensibilizzante a basso dosaggio. In omeopatia infatti si somministrano sostanze ritenute dannose o pericolose per l’organismo, in quantità minime, in modo da contrastare gli effetti della loro azione quando vengono somministrate a un dosaggio superiore, un po’ come se fosse un vaccino.
  • Consumando abitualmente queste uova (3-5 ogni mattino a colazione) si ottiene un rafforzamento del sistema immunitario, migliorando sensibilmente il metabolismo e ritardando l’invecchiamento naturale delle cellule. Inoltre durante tutta la giornata determinano un notevole senso di benessere e ottimo umore. Dopo 3-4 mesi, di questa abitudine alimentare, si può constatare come lo stato di salute sarà considerevolmente migliorato.
  • Le uova di quaglia non provocano le allergie ed eruzioni cutanee che possono invece causare le uova di gallina, soprattutto nei bambini, (secondo il medico nutrizionista Ciro Vestita) anzi hanno un’azione terapeutica nel combattere le allergie per effetto delle proteine-ovomucidi, infatti queste uova sono utilizzate dalle industrie farmaceutiche per la preparazione di antiallergici.
  • ATTENZIONE però perché contengono un alto livello di colesterolo, maggiore persino del 60% rispetto a quello delle uova di gallina per cui ne è consigliato un uso limitato soprattutto se si hanno problemi di ipercolesterolemia.
    Nello specifico contengono 844 mg di colesterolo su 100 g di uova contro i 372 mg delle uova di gallina.

Consultare sempre il proprio medico di fiducia.

Celiachia

In purezza non contengono glutine.

Calorie

100 gr di uova di quaglia contengono circa 158 Kcal.

Informazioni culturali

Nelle altre lingue

In Inglese si dice: quail eggs
In Francese: oeufs de caille
In Spagnolo: huevos de codorniz
In Tedesco: wachteleier

Potrebbe interessarti anche