Pietra ollare

Cucina sana e dietetica con la pietra ollare. Ideale per carni e verdure, la cottura su pietra ollare è un'ottima e salutare alternativa alla cottura sulla griglia classica, consente infatti di cucinare in modo leggero e dietetico.

Cos'è la pietra ollare

Pietra ollareCome pietra ollare si indica un materiale litico di colore verde scuro, costituito per lo più da rocce talcoso-cloritiche e/o serpentinose in varietà compatte. La pietra ollare viene estratta in Val Chiavenna e Malenco, in Val d’Ossola, ed Engadina.

Le sue caratteristiche di lavorabilità e refrattarietà, e alta resistenza al fuoco la rendono ideale non solo per la costruzione di stufe e forni, ma anche per utensili da cucina, come piastre e pentole. Vengono spesso definiti erroneamente pietre ollari anche quei manufatti (rocce calcaree ed eruttive) che mostrano tecniche di lavorazione e morfologie simili, ma che non hanno quei caratteri di refrattarietà necessari per l'uso sul fuoco.

Piastre

Piastra in pietra ollareVariante alla classica griglia da barbeque, per cucinare pietanze alla brace. La piastra viene posizionata sopra alla brace del barbeque o del camino. Hanno uno spessore di almeno 2 cm. Sono solitamente provviste di una intelaiatura metallica per renderla stabile sul fuoco e di manici per poterla muovere. In commercio esistono anche modelli di barbeque elettrici già provvisti di piastra di pietra ollare oltre che di quella in ghisa. Garantiscono risultati superiori rispetto alle piastre in ghisa, e quindi ideali per cuocere carne, pesce, verdure, ma anche piadine e pizze. Eccezionale per cuocere le bistecche tipo fiorentina, tranci di pesce spada, salmone, cernia, grosse seppie e calamari, e polpi interi.

Pregi delle piastre in pietra ollare

  • Non dovendo aggiungere grassi permette una cottura dietetica.
  • Inoltre, i cibi sono più sani, in quanto, diversament dalle griglie tradizionali, i grassi non colano sulle braci e non si creano fumi dannosi per la salute.

Pentole e casseruole

Sono adatte alle lunghe cotture in umido come stufati, brasati.

Pentola in pietra ollarePregi delle pentole in pietra ollare

  • Cuociono in modo uniforme, rispetto alle pentole normali di acciaio o alluminio. Una volta riscaldata la pentola di pietra ollare, mantiene, infatti, una temperatura costante e uniforme senza che ci siano temperature più alte in corrispondenza della fiamma e più basse altrove.
  • Sono pentole molto belle e suggestive da portare in tavola.

Difetti delle pentole in pietra ollare

  • Sono notevolmente pesanti e delicate, e richiedono molto tempo per essere tanto riscaldate quanto raffreddato.
  • Necessitano inoltre di una manutenzione un po' macchinosa (vedi e primo utilizzo e pulizia).
  • Il costo è 2-3 volte superiore rispetto a una normale casseruola in alluminio antiaderente.

Come si usa

La pietra ollare deve essere portata gradualmente a temperatura con una sorgente di calore qualsiasi, quindi si può scaldare indifferentemente su un bbq a gas o a carbonella ma anche al camino o sul fornello della cucina. La cottura su pietra è meno violenta rispetto alla cottura su una normale piastra di ghisa.
Cucinare gli alimenti desiderati senza aggiungere grassi o oli ma solamente, se piace, spezie e
magari un goccio di vino (per alcuni alimenti).

Primo utilizzo

La prima volta che si usa una pietra ollare nuova si deve:

  • lavarla accuratamente con acqua salata e asciugarla con cura.
  • NON USARE NESSUN TIPO DI DETERSIVO!
  • Ungerla con olio d'oliva e tenerla unta per un tempo non inferiore alle 24 ore, asciugare l'olio in eccesso con carta assorbente.
  • Scaldare molto gradualmente su una fonte di calore assicurandosi che il fuoco sia omogeneo su
  • tutta la superficie in modo da evitare dilatazioni diverse che potrebbero causarne la rottura (piccole fessure non ne compromettono comunque l’utilizzo). Se si usa il fornello a gas usare uno spargifiamma.
  • Lasciare raffreddare la piastra.
  • NON GETTARE MAI ACQUA FREDDA sulla piastra PER RAFFREDDARLA, altrimenti si rompe.

Come pulire

Finito di utilizzare la pietra lasciarla raffreddare da sola lentamente. Una volta tiepida utilizzare un panno imbevuto di aceto e un raschietto o spazzola in ferro. Ungerla come la prima volta.

Cenni storici

La pietra ollare veniva utilizzata per la realizzazione di elementi architettonici scolpiti, stufe (culmine della produzione nel XIX e XX sec.), trogoli, lampade e soprattutto pentole (laveggi), marmitte e altri recipienti. Questi ultimi, che nel Medioevo sostituivano spesso quelli in ceramica, nell'Europa centrale sono considerati tipici delle regioni alpine. Giacimenti di pietra ollare si trovano nei cant. Grigioni, Ticino, Vallese e Uri, così come in Valle d'Aosta e in Valtellina. Nell'epoca preromana si tagliavano e si sbozzavano i blocchi grezzi mediante picconi e scalpelli per ricavarne recipienti e stampi di fusione, che in seguito venivano lavorati mediante lime e raspe. Nell'epoca romana si realizzavano contenitori con un tornio azionato ad acqua. I manufatti in pietra ollare erano diffusi nel Vallese, in Ticino e nei Grigioni, ma venivano esportati anche nella regione di Zurigo e nell'Italia settentrionale.

 

I vostri commenti

ma è adatta per Cuocere il pane nel forno eletttrico

ottimo.comunque da aggiornare nel momento di novita

Scusa salvatore, in senso??

Ho cucinato della carne sulla pietra ma si attaccata tutto il pangrattato che avevo messo,è normale che sia così, ho faticato per pulirla.Invece le zucchine non cucinavano bene, sembravano bolle altro che grigliate.

Io uso la pietra ollare da più di un anno e sono soddisfatta.
Ho regalato 2 padelle anche ai miei figli. La cottura della carne è favolosa.

potrei avere i prezzi di queste pentole?

Buongiorno Franco. Abbiamo aggiunto una tabella con alcuni modelli di pentole in pietra ollare acquistabili online su Amazon. I prezzi sono competitivi, ma restano sempre più costose rispetto alle tradizionali pentole e padelle. :-)

Mario. Da molto tempo ho una pietra ollare piuttosto grande ed è gradevole cucinare. Per cortesia qualcuno sa dirmi come evitare che le carni o i pesci diventino neri a fine cottura?
Grazie

La pietra ollare va bene in un forno a legna da pizzeria?

Cucino da oltre 20 anni, all'aperto nel mio giardino, sopra una pietra ollare di 3.5 cm. Per scaldarla utilizzo legni di quercia, carpino, pino e faggio. Prima dell'utilizzo la pulisco bene e la ungo leggermente con olio d'oliva. La cosa più importante è mantenere la temperatura ottimale, cosa per altro molto facile se si usa un vero fuoco. Cucino carne alla brace (pollo, costine, salsicce, hamburger, pljeskavice e cevapcici), verdure grigliate e pesci alla brace (branzini, orate, scampi, capesante, rombi e vari pesci al trancio). Massimo

La pietra ollare può essere usata sui fornelli elettrici? Se si, come?

Non ho fatto quello con il sale la prima volta che ho usato la pietra e e' rimasta macchiata di nero in mezzo.....cosa posso fare?

È da una vita che inseguo le pentoli oliari , si possono usRe sui fornelli elettrici e quali accorgimenti eventualmente devo seguire ? La piastra puô essere usata sul fornello elettrico anche lei

Mi hanno regalato una pietra da usare sul carbone l'ho lavata con acqua e poi ho versato solo dalla parte di sopra e non da sotto l' olio lasciandola x circa 24 ore, non ho usato il sale con l'acqua cosa faccio

Il sale serve ad abbattere la carica batterica (lo consigliano anche i dentisti)
Quindi se vuoi puoi sempre lavarla con acqua e sale.
Il problema di queste pietre e l'estrema fragilita' agli sbalsi di temperatura,
quindi vi consiglio sempre di interporre tra la piastra e la fiamma una base
di alluminio spessa 5 mm o piu' per evitare fessurazioni o rotture.
Ricordate inoltre di fare scolare bene i cibi ( se lavati) prima di adagiarli sulla piastra calda.
Pulire la piastra e' molto semplice aspettate che si raffreddi poi utilizzate acqua
calda ed un raschietto al posto dell'acqua potete utilizzare anche l'aceto.
Altro consiglio e' quello di trattare di tanto in tanto la pietra con olio di oliva estravergine buon appetito .-)

buonasera...mi hanno regalato una grill di pietra ollare con padelline spargifiamma...vorrei sapere quale materiale usare nelle padelline? carbonella o cos'altro? nelle istruzioni non lo dicono...grazie anticipatamente

Salve.
Comprai una piastra anni fa,mai usata.Vorrei provare.
La dovrei riscaldare su fornelli.Mi consigliano spargi fiamma.
Ma è necessario ungerla 24 ora prima?Poi la cottura della carne si fa sulla fiamma o raggiunta una temperatura si togli dai fornelli la piastra?
Per mantenere la temperatura?

Grazie

buon giorno,
come e' gia' stato chiesto,ma la risposta non e' stata esauriente, vorrei sapere se la pietra ollare e' adatta al forno (sul fondo) per il forno a legna per pane e pizze.
Grazie,
alberto

Ma si può scaldare in forno la prima volta a250 gradi ?

Posso usare la pietra ollare scaldandolasu una piastra elettrica dotata di vetro temperato?

Lascia un commento o una domanda