Come si imbottiglia il vino

Imbottigliare il vino significa trasferire il vino dalle damigiane alle bottiglie. Imbottigliare il vino è un rito di vecchia data. Al giorno d'oggi, in tempi di crisi è un ottimo metodo per risparmiare, fatto l'investimento iniziale, delle attrezzature e delle bottiglie, ogni anno successivo si avrà un gran risparmio sul costo al litro, basterà solo acquistare le damigiane di vino e i tappi. Perché l'operazione di imbottigliamento abbia successo è necessario che, oltre al vino, anche le bottiglie e i tappi siano di buona qualità. Vedi anche Tipologie di bottiglie da vino.

Quando si imbottiglia, la luna giusta

Le fasi lunari

Molte tradizioni popolari indicano i periodi migliori per imbottigliare il vino in base alle fasi lunari. In realtà non esistono prove scientifiche della veridicità di queste credenze.

Tuttavia seguire il calendario delle fasi lunari e importante per non perdere le le tradizioni tramandate di generazione in generazione.

Fasi lunari per imbottigliareSecondo la tradizione è opportuno imbottigliare il vino nuovo con la luna vecchia. I vini fermi possono essere imbottigliati in qualsiasi momento dell’anno.

Tabella delle fasi lunari secondo il tipo di vino

Luna piena: favorevole per tutti i tipi di vino
Luna quarto: per vini da invecchiamento e vini dolci
Luna nuova: non consigliabile per lavorare vini
Primo quarto: periodo per ottenere vini più frizzanti

I mesi giusti per imbottigliare

I periodi considerati i più adatti per l'imbottigliamento coincidono con i mesi di marzo e settembre. Nel mese di marzo è indicato imbottigliare i vini da consumare entro l'anno poiché durante l'inverno che segue alla vendemmia, si depositano sul fondo la maggior parte delle sostanze in sospensione nel vino, per cui finito questo ciclo è piuttosto agevole imbottigliare vino limpido. Per i vini che non vanno consumati nell'anno successivo alla vendemmia ma in quello che segue, si può preferire il mese di settembre;

Il clima giusto

La giornata scelta per imbottigliare deve essere soleggiata, mite, non piovosa e senza vento.

Preparazione delle bottiglie

È necessario fare i calcoli di quante bottiglie serviranno prima di ritrovarsi senza sul più bello. Quindi contare quanti litri sono contenuti nelle damigiane (di solito sono 54 lt) e dividere per 0,75 ml. Se è la prima volta che si imbottiglia si possono acquistare le bottiglie vuote nei negozi specializzati. Solitamente sono vendute pulite, ma è sempre meglio dare una sciacquata con acqua.

Lavaggio delle bottiglie

Scovolino per lavaggio bottiglie

Le bottiglie che poi consumiamo durante l'anno sarà bene di volta in volta lavarle con acqua e bicarbonato accuratamente così da averle già pulite al momento del successivo imbottigliamento.

Per facilitare il lavaggio ci si può servire degli appositi scovolini.

Asciugatura delle bottiglie

Asciugatore per bottiglie da vino

Una volta lavate vanno lasciate asciugare a testa in giù, meglio aiutarsi con l'apposito scolabottiglie (foto a sinistra) in metallo plasticato dove le bottiglie appena lavate vanno messe a sgocciolare col collo rivolto verso il basso.

Conservazione delle bottiglie

Cappellotti anti polvereSe le bottiglie pulite vangono tenute in una cantina o in un locale piuttosto polveroso, conviene procurarsi gli appositi cappellotti antipolvere per conservarle così pulite fino all'imbottigliamento successivo.

Vedi anche Tipologie di bottiglie da vino.

Le damigiane

Solitamente i produttori di vino ritirano le damigiane vuote e consegnano quelle piene, ma nel caso si sia già in possesso di damigiane vuote e le si debba far riempire dal produttore di vino le damigiane, vanno lavate accuratamente quanto le bottiglie e fatte asciugare con cura, non devono avere residui di nessun genere e non avere sentore di muffa. Vanno lavate con acqua e bicarbonato, riempiendo la damigiana per metà e sbattendola energeticamente tenendola per i manici quindi farla sgocciolare e asciugare col collo rivolto verso il basso. Durante il viaggio verso la cantina è bene mantenere la damigiana chiusa col tappo in modo tale che non si impolveri. Una volta in damigiana, al vino, per essere isolato dall'aria e quindi protetto dal rischio di ossidazione viene aggiunto di una piccola quantità di olio enologico o di una pastiglia di paraffina. Al momento dell'imbottigliamento si asporta l'olio mediante la cannula aspiratrice mentre per le pastiglie di paraffina non è necessario l'impiego di alcun attrezzo poiché sono ancora più facilmente eliminabili in quanto galleggianti sulla superficie del liquido.

Cosa serve per il travaso del vino

Gli attrezzi sotto descritti si possono facilmente reperire in un qualsiasi negozio specializzato. Ne esistono vari modelli e quindi di vari prezzi. Di seguito si vuole fornire un'idea di ciò che serve. Il negoziante saprà fornirvi ogni informazione rispetto alle vostre esigenze. Da non dimenticare di avere a portata di mano anche un imbuto e un cavatappi per rimuovere eventuali tappi non inseriti bene nella bottiglia e qualcosa da mangiare, come pane e salame, capita infatti di dover succhiare dalla canna e quindi bere...meglio non essere a stomaco vuoto.

Travasatore

Canna per imbottigliareCanna a sifone in plastica o gomma lunga 1,50 m circa con serbatoio aspirante e rubinetto (foto a sinistra).

Cannula aspiratrice (o succhiarolo)

Per eliminare l'eventuale strato di olio enologico presente sul pelo liquido della damigiana nel caso non sia stata usata la pastiglia di paraffina facilmente eliminabile.

AvvinatoreAvvinatore

Facilita le operazioni di sanificazione delle bottiglie. Si usa riempiendo lo sterilizzatore con acqua e 2 cucchiaini di metabisolfito di potassio. Inserendo la bottiglia nell'apposito ugello e premendo la bottiglia stessa, si immette a pressione un getto di liquido sanificante (foto a destra).Riempi bottiglie

Riempitrice

Ne esistono molti modelli. È una macchinetta con 2 o più becchi e con una vaschetta che si riempie col vino travasato dalla damigiana. Aiuta a velocizzare il travaso anzichè procedere per singola bottiglia.

Tappi

I tappi che si trovano attualmente in commercio sono solitamente già trattati e quindi pronti all'uso, qualora però non si abbia la massima garanzia di qualità e igiene del prodotto è opportuno sottoporli a un lavaggio in soluzione di acqua e anidride solforosa e poi sgocciolarli. Se si imbottigliano invece vini deboli in acidità e alcol il tappo va trattato con olio di vaselina o paraffina oppure con un bagno in soluzione solforosa.

Vedi Tappi in sughero e Varietà di tappi per il vino.

Macchina tappatrice

TappatriceÈ indispensabile per tappare le bottiglie con tappi di sughero. Anche di tappatrici ne esistono diversi modelli. È preferibile acquistare una tappatrice di buona qualità, affinche siano garantiti degli indici stantard minimi nell’inserimento del tappo. La strozzatura del tappo effettuato dalle ganasce della tappatrice deve essere uniforme e l'inserimento del tappo in sughero nel collo della bottiglia deve avvenire con precisione e/o comunque secondo le regolazioni impartite alla tappatrice.

In commercio infatti si trovano tappatrici che nella fase di inserimento del tappo si piegano determinando una torsione deleteria alla tenuta del sughero.

Etichette (non obbligatorie)

Etichette per bottiglie di vinoSe ne trovano in commercio vari tipi personalizzabili. Sono utili sia per distinguere i vari tipi di vino, per avere un promemoria dell'anno di imbottigliamento e per abbellire la bottiglia nel caso la si voglia regalare.

Come si procede al travaso

  1. ImbottigliamentoDopo aver appoggiato la damigiana su un piano più alto rispetto alle bottiglie, aprire il tappo e se si presenta una pastiglia, rimuoverla o se c'è presenza di uno strato oleoso, risucchiarlo con l'apposita cannula aspiratrice.
  2. Infilare un'estremità della canna travasatrice nella damigiana e l'altra o direttamente nella bottiglia da riempire o nella vaschetta della riempitrice automatica. Utilizzando questa macchinetta sarà più facile e veloce riempire le bottiglie in quanto il flusso del vino dalla vaschetta alla bottiglia si interrompe automaticamente una volta che le bottiglie sono piene, ne si può riempire tre alla volta. Inoltre è dotata di un galleggiante che interrome il flusso del vino dalla damigiana alla vaschetta e di un rubinetto a farfalla per interrompere il flusso manualmente.
  3. Procedere alla tappatura con l'apposita tappatrice. A tappatura ultimata non devono rimanere più di due centimetri di spazio vuoto tra il tappo e il vino perché è necessario che nella bottiglia sia presente la giusta quantità di aria.

Consigli

Quando si decide di effettuare il travaso dalla damigiana è importante che venga effettuato in modo completo senza cioè lasciare del vino nella damigiana.

 

I vostri commenti

la tapatrice per il tappo di v.p.c quale ci vuoloe

bravi complimenti

Grazie Gabriele! I complimenti fanno sempre piacere! Un brindisi virtuale :-)

Federica

Ottimi consigli io ne vorrei uno i tappi di plastica vanno bene

io sterilizzo le bottiglie,è un vantaggio?

Desidero avere informazioni sul costo completo di spedizione di una imbottigliatrice per vini.
saluti

Fa sempre piacere rispolverare la memoria con buoni consigli nonostante le tante primavere (87) vissute con un buon bicchiere di vino genuino ai pasti principali.Io ho sempre imbottigliato a luna calante e mi sono sempre trovato bene, naturamente comprando vino dei colli bolognesi.( Zappolino di Castel di Serravalle).Grazie e buona giornata.Dante Lolli

Ho acquistato 2 damigiane di prosecco di Treviso.
Mi hanno detto (essendo un vino frizzante ) di non imbottigliare durante la fase di luna adatta ai vini frizzanti perchè c'è il rischio che mi faccia saltare il tappo.
E' vero secondo voi che siete esperti.

Grazie

Per alby: quel prosecco imbottiglialo fino al 29 marzo e dovrebbe tendere al frizzante senza essere esplosivo, altrimenti poi attendi la settimana di Pasqua, sempre che le damigiane abbiano la pastiglia di paraffina per non far ossidare il vino.
Bottiglie champagnotte da almeno 550gr e tappi corona o a gabbietta.

E buoni brindisi!

Complimenti, le vostre spiegazioni sono comprensibili anche a chi come me si trova per la prima volta in questo meraviglioso mondo.
Colgo l'occasione per chiedere se travasare e conservare il vino nelle dame da 5lt può andar bene e, se le bottiglie con i tappi a vite si possono utilizzare per imbottigliare e se si per quanto tempo si può conservare il nettare di Bacco.
Grazie....e Salute!!!!

Salve, mi sono state consegnate ven 28 marzo delle damigiane di prosecco di Valdobbiadene e di Cabernet. Pensavo di imbottigliarle la settimana di Pasqua, come ho fatto altre volte, ma sul foglio che mi hanno lasciato con il calendario per l'imbottigliamento c'è scritto di imbottigliare entro pochi giorni dall'acquisto. La stessa cosa me l'ha detta anche il signore che ha consegnato il vino motivandomi che le temperature si stanno alzandosi ed è meglio imbottigliare prima.
Cosa mi consiglia di fare? Perchè allora c'è un calendario per imbottigliare?
Grazie 1000 per la disponibilità
Giovanni

Ho preso una damigiana di bianco (Durello) deve diventare frizzante.
Vorrei sapere le date esatte per imbottigliamento
Ringrazio anticipatamente.

Ciao. Ho comprato due damigiane; una di bonarda e l'altra chardonnay. Voi mi sapete dire quando e' il periodo giusto per imbottigliare e farli diventare frizzanti?
Grazie ciao ciao Angelo

VORREI LA FASE GIUSTA PER TRAVARE I VINI GRAZIE

Ciao Antonino, Luna piena: favorevole per tutti i tipi di vino Luna quarto: per vini da invecchiamento e vini dolci Luna nuova: non consigliabile per lavorare vini Primo quarto: periodo per ottenere vini più frizzanti....da qualsiasi calendario puoi vedere mese per mese le fasi lunari :-)

Ho del prosecco da imbottigliare, qual'è il giorno migliore per il mese di aprile?
Grazie per l'informazione.

Per ottenere vini frizzanti si dice di ibottiglare per esempio dal 15 aprile al 28 aprile che è luna calante mentre dite che col primo quarto si ottiengono vini frizzanti non capisco mi potete spiegare? Grazie.

domani ho intenzione di imbottigliare una damigiana da lt. 54 di prosecco.
E' giusto il periodo o vado incontro a fregature?

Dovrebbe essere il primo quarto quindi in teoria ok per vini frizzanti :-)

Ho lavato le bottiglie con acqua calda e detersivo per i piatti.le ho risciacquate bene e fatte asciugare.mi hanno detto che ho sbagliato ad usare detersivo. È vero? Grazie

Ciao Viviana. In effetti se le bottiglie sono state usate solo per contenere vino o sono nuove, non serve usare detersivo anzi meglio di no per evitare residui indesiderati :-)

Salve, noi siamo in possesso di una botte in cemento di 500 litri e quando facciamo i primi travasi, mettiamo il vino in un tino in plastica, puliamo la botte in cemento e poi rimettiamo il vini nella stessa. Orbene, ho l'impressione che durante il tempo necessario per pulire la botte il vino prenda troppa aria e per questo motivo poi non conserva la reale fragranza e bontà. Chiedo cortesemente di spiegarmi il ruolo dell'aria nel travaso del vino. Grazie Onorio

ho imbottigliato una damigiana di bonarda mosso , con la luna consigliata , dopo 15 giorni mi sono accorto che 4 bottiglie erano senza tappo !!!.... ho usato il tappo a capsula !..... perchè ?........... cosa ne faccio di queste 4 bottiglie ?

Ciao Tony. Con la bonarda mossa il rischio c'è...un anno ci sono letteralmente esplosi 3 bottiglioni tappati col sughero...spesso succede per il caldo...quando si è fortunati salta solo il tappo altrimenti la sorpresa è quella di un pavimento color bonarda.

Non credo che scientificamente non sia provato nulla sul fatto dell'imbottigliamento in base alle fasi lunari. Certo nel mondo dell'industria moderna del vino non conta affatto in quanto il vino purtroppo subisce spesso lavorazioni chimiche, che oltre a colore e sapore trasfornano e bloccano in parte anche la sua naturale fermentazione. Il vino è vivo fermenta e si trasforma col tempo e in base a tanti fattori. E i nostri avi, cultori del vino, sapevano bene quanto influenza l'imbottigliamento del vino sulla durata qualita' e x far si che non scappi x aumentarne o dininuirne la "panna" ecc ecc le fasi lunari, che alzano e abbassano il livello del vino in qualsiasi contenitore si trovi, venivano seguite anche a partire dalla raccolta dell'uva. E sucessivamente anche ad ogni stadio di lavorazione, riposo del mosto fermentazione e x i vari travasi. Non esistevano metodi chimici e solo cosi naturalmente si otteneva il miglior risultato.

Non ho travasato del vino rosso per pulirlo dopo la vendemmia ed ora è un po' acetoso,
posso fare qualcosa per eliminare questo difetto? Ringrazio anticipatamente per i suggerimenti.

Marcello 13/06/14

il mio vino non ha molti gradi, e vorrei saper come mai a volte viene frizzante e molto chiaro a volte diventa aceto
da frizzante sembra spumante
ora posso imbottigliare, contrallando la luna se è giusta per farlo

Ho comprato del prosecco nel mese di marzo ma per vari motivi non l'ho ancora imbottigliato. Se lo faccio in questo mese rischio di perderlo?

Faccio il vino in casa tutto bene fin qui ma quando lo metto nelle bottiglie mi fa sempre un panno bianco sopra lavo sempre le bottiglie con il Milton le risciaquo e le lascia asgiugare vorrei sapere cosa fare per evitare questo problema grazie

ho comprato del gotturnio le bottiglie si rompono in estate cosa posso fare

mi potete spedire il pane e salame di cui dicevate ? grazie

Salve,
Dopo quanto tempo(giorni) dall'acquisto va imbottigliato il vino dalla damigiana? Se lo tengo con la pastiglia di paraffina quanto tempo ho a disposizione?

Non è stato per niente utile, poichè non viene spiegato l'effetto trascinamento , effetto sifone, dovuto al legame a idrogeno.

Se vuoi delucidarti tu, Laura, te ne saremo grati, basta che non si entri in dettagli non più definibili come "divulgativi". Grazie

Buona sera stamattina ho imbottigliato del prosecco di questa annata,era contenuto in damigiana, volevo chiedervi quanto ci mette x diventare frizzante? Pronto per essere bevuto. . . Grazie

Buongiorno, ho acquistato del vino in Puglia precisamente del nero di Troia, Montepulciano e rosato ed ora lo sto imbottigliando in provincia di Parma, volevo sapere se è sufficiente chiudere solo col tappo in sughero o devo anche mettere tipo un fermo o gabbietta ? Mi riferisco in particolare al rosato... Non vorrei fermentasse... Grazie e scusate la domanda da ignorante è la 1 volta che provo l imbottigliamento..
Buon vino a tutti

Metodo descrittivo chiaro , utile e pratico . Da consultare per non commettere errori . Grazie.

Lascia un commento o una domanda