Cerfoglio

Anthriscus cerefolium
Cerfoglio

Questa erba aromatica è molto simile al prezzemolo, molto più delicata e non facilmente reperibile in Italia. Le foglioline del cerfoglio, finemente disegnate, sono di colore verde chiaro e si tingono di rosso in autunno. L'aroma ricorda il prezzemolo e l'anice.

La pianta

Pianta del cerfoglioÈ una pianta annuale. Si è ormai naturalizzata nella flora americana, nordafricana ed europea, cresce infatti spontaneamente nei boschi e nei prati. La pianta può crescere dai 40 ai 70 cm. Ha foglie a lamina suddivisa che possono arricciars.

fiori sono piccoli e bianchi riuniti in una infiorescenza ad ombrella di circa 2,5 cm di diametro.

I frutti sono diacheni oblunghi e ovali, di circa 1 cm di lunghezza.

Come coltivare il cerfoglio

I semi devono essere interrati in terra leggera e concimata in autunno o in primavera. Il terreno deve essere bene esposto, in estate la semina deve essere fatta in terreni ombreggiati. Il cerfoglio deve essere raccolto giovane, è quindi opportuno seminarlo almeno ogni tre settimane. I semi raccolti in primavera sono preferibili e vanno seminati prima dell'inverno.

Reperibilità

Abbastanza raro da trovare in Italia fresco, più diffuso invece quello essiccato, dal sapore più pungente.

Come si conserva il cerfoglio

Il cerfoglio ha un aroma molto delicato che si perde sia con l'essiccazione che con la surgelazione.

Minestra di cerfoglioÈ indicato dovunque possa essere usato il prezzemolo, di cui è lontano parente, al quale spesso è preferito per il suo sapore più delicato.

Può essere aggiunto a zuppe, minestre, carni bianche come pollo e  coniglio o uova. Si accompagna bene anche a legumi come fagioli, fave e piselli. In Francia lo preferiscono al prezzemolo e lo usano frequentemente aggiunto ad omelette ed insalate.

Consigli

È importante aggiungere il cerfoglio solo a fine cottura, così che il gusto piacevole e le sue proprietà non si disperdano infatti è ricco di vitamina C, di ferro, magnesio e carotene e quindi benefico per la salute.

Il cerfoglio fu importato in Europa dai Romani dalla Russia meridionale, dal Caucaso o dal Medio Oriente

È ricco di vitamina C, di carotene e di magnesio.

Proprieta del cerfoglio

Ha proprietà emollienti; perciò è utilizzato per curare contusioni, punture di insetto, occhi infiammati dal sole e dal vento, blefariti, geloni e nella preparazione di cataplasmi.

Decotto

Era usato anche per lavare le parti arrossate dei neonati.

Decotto di radici

È un vero aiuto nella forma di depressione che colpisce talora le persone anziane.

Infuso

È utilizzato per curare idropisia, coliche epatiche, reumatismi, gotta e dolori mestruali. L'infuso, picchiettato sul volto o lasciato a lungo come una maschera di bellezza, attenua le rughe e migliora il tono della pelle.

Tisana

La tisana di cerfoglio stimola le funzioni digestive e risulta benefico per il fegato e per la circolazione.

Consultare sempre il proprio medico di fiducia.

Curiosità

LumacaGli agricoltori sono soliti piantare cespugli di cerfoglio per attirare le lumache, che in questo modo non danneggiano il resto della coltivazione.

Il nome

La denominazione scientifica, Anthriscus cerefolium, deriva dal greco anthriskos e dal latino cherifolium. Il significato è discusso: tra "fiore di siepe" o "rallegro per l'odore" in riferimento all'aroma delle sue foglie.

Altre lingue

Lingua Voce
Inglese chervil
Francese cerfeuil
Spagnolo perifollo
Tedesco kerbel