Trucchi e consigli sul riso

Trucchi e consigli sul riso

Il riso è uno degli alimenti più versatili e amati in cucina, presente in innumerevoli piatti in tutto il mondo. Questo cereale ha origini antiche e diverse varietà che si prestano a svariate preparazioni. Conoscere le tecniche giuste per cucinarlo può fare la differenza tra un piatto mediocre e uno straordinario. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul riso, per utilizzarlo al meglio nella tua cucina.

Scegliere il riso giusto

Esistono molte varietà di riso, ognuna con caratteristiche uniche. Il riso Arborio, Carnaroli e Vialone Nano sono ideali per i risotti grazie alla loro capacità di rilasciare amido durante la cottura, creando quella cremosità tipica. Il riso Basmati, con i suoi chicchi lunghi e sottili, è perfetto per piatti etnici come il curry e il pilaf, mentre il riso Jasmine, aromatico e delicato, si sposa bene con piatti asiatici. Infine, il riso integrale, più ricco di fibre e nutrienti, è una scelta salutare per contorni e insalate. Proprio perché ne esistono tantissime varietà, la scelta del riso è fondamentale per ogni ricetta perché permette di ottenere il risultato desiderato.

Tempi di cottura

Il tempo di cottura del riso varia a seconda della tipologia di riso, del metodo di cottura e della preparazione desiderata. In generale, il riso bianco impiega dai 12 ai 18 minuti per cuocere, mentre il riso integrale ha dei tempi di cottura più lunghi, dai 30 ai 45 minuti. È importante non cuocere troppo il riso per evitare che perda i suoi nutrienti e diventi troppo molle. Il miglior modo per sapere se il riso è pronto è assaggiarlo: deve essere al dente, tenero ma con una leggera resistenza al morso.

Porzioni di riso

Determinare la giusta quantità di riso per persona è essenziale per evitare sprechi o porzioni insufficienti. Per un contorno, 70 grammi di riso a persona sono sufficienti, mentre per un risotto o un piatto principale, la porzione ideale è di circa 80-100 grammi. Per le minestre in brodo, si riduce a circa 50 grammi per persona.

La tostatura del riso

La tostatura del riso è un passaggio cruciale per la preparazione del risotto. Questo processo serve a sigillare i chicchi, impedendo loro di sfaldarsi durante la cottura. Tradizionalmente, il riso viene tostato con olio o burro, ma una tendenza moderna prevede la tostatura senza grassi. Basta scaldare una padella a fuoco medio e aggiungere il riso, mescolando continuamente finché i chicchi non diventano traslucidi e iniziano a scoppiettare leggermente.

Mantecatura perfetta

Per ottenere un risotto cremoso e ben mantecato, è importante seguire alcuni accorgimenti. Evita di mescolare continuamente durante la cottura, per non rompere le cuticole dei chicchi e rilasciare troppo amido. Aggiungi il brodo in abbondanza sin dall’inizio e mescola vigorosamente solo alla fine, fuori dal fuoco, aggiungendo eventualmente burro e formaggio grattugiato per la mantecatura finale.

Riso bollito

Per preparare un riso bollito dai chicchi integri e sodi, è utile aggiungere all’acqua di cottura il succo di una fetta di limone. Questo aiuta a fissare la coagulazione delle proteine, mantenendo i chicchi separati e ben cotti.

Lavare o non lavare il riso?

Il riso bianco non va lavato, per evitare di perdere le sostanze nutritive e per non rischiare che si sfaldi durante la cottura. Il riso integrale, invece, deve essere messo in ammollo per alcune ore in acqua fredda prima della cottura, per ammorbidirlo e ridurre i tempi di cottura.

Recuperare il riso avanzato

Il riso avanzato può essere utilizzato in tanti modi creativi per evitare sprechi. Puoi trasformarlo in tortini, crocchette, frittate di riso, arancini o usarlo come ripieno per verdure e pasta. Queste ricette permettono di dare nuova vita al riso già cotto, creando piatti gustosi e sfiziosi. Il nostro modo preferito di riciclare il riso avanzato? Senza dubbio i pomodori ripieni.

Risotto in pentola a pressione

La pentola a pressione può essere un’alleata preziosa per preparare un risotto in poco tempo. Basta preparare un soffritto nella pentola, aggiungere il riso, il condimento scelto, una spruzzata di vino e il brodo. Chiudi la pentola e cuoci per 7 minuti dal fischio. Il risotto sarà pronto, cremoso e perfetto.

Potrebbe interessarti anche