Fiadoni

O ravioli pasquali o R sciatun, dolci tipici delle feste di Pasqua in Abruzzo

Fiadoni, dolci tipici pasquali abruzzesi
Fiadoni, dolci tipici pasquali abruzzesi

Ricetta: Fiadoni

Tempo: 
1 ora
Bambini: 
adatto ai bambini
Celiachia: 
contiene glutine
Difficoltà: 
molto facile

Prodotto da forno tradizionale di Abruzzo e Molise, i fiadoni si presentano con un involucro di pasta sottile simile a ravioli e contengono un ripieno di formaggio e/o ricotta e uova. Viene preparato soprattutto per le feste pasquali, anche se si consuma tutto l’anno, sia nella versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, che dolce, più diffusa nelle aree interne. In Molise, il fiadone o R sciatun, famosi sono quelli di Rionero Sannitico -Isernia-, di Riccia, Santa Croce di Magliano, San Giuliano del Sannio in provincia di Campobasso, è una torta circolare del diametro di circa 40 cm, con altezza variante tra 4-5 cm.

Informazioni operative

Ingredienti per la pasta

  • 1 kg di farina
  • 1 bicchiere d’olio d’oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 4 uova + 2 per spennellare

Ingredienti per il ripieno

  • 1 bustina di lievito di birra disidratato
  • 4 uova
  • 500 gr di rigatino abruzzese
  • 500 gr di pecorino

Procedimento per Fiadoni

Preparazione della pasta

  1. Disporre la farina a fontana su una spianatoia e aggiungere all’interno 4 uova, l’olio, il vino ed un pizzico di sale.
  2. Amalgamare e impastare fino a creare una palla ben omogenea e liscia.
  3. Lasciare riposare per almeno 30 minuti.

Suggerimento: non versare subito tutta la farina ma meglio incorporarne un po’ da aggiungere man mano che si crea il composto, in base a quanto ne assorbe.

Preparazione del ripieno (farcia)

In una scodella capiente unire i formaggi grattugiati, le 4 uova intere, ed il lievito e mescolare bene in modo da amalgamare bene il lievito. Quest'ultimo può non servire se si usano formaggi più leggeri del rigatino.

Preparazione e cottura dei fiadoni

  1. Prendere un po’ di pasta e stenderla con un mattarello o con una la "nonna papera" fino ad ottenere delle sfoglie sottili ma non troppo altrimenti induriranno presto.
  2. Mettere l’impasto a mucchietti sulla sfoglia con l’aiuto di un cucchiaio oppure delle palline, una distante dall’altra in modo tale da poter richiudere il fiadone come per fare i ravioli.
  3. Richiusa la sfoglia e si devono ritagliare i fiadoni a mezze lune e spennellarli con il rosso dell’uovo e fare un taglio a croce sulla parte superiore o un semplice taglio orizzontale.
  4. Riscaldare il forno e cuocere a 200°ventilato per circa 15 minuti o per  20/30 minuti al massimo con forno statico. Sono cotti quando prendono una colorazione dorata.

Varianti

In Molise, il fiadone o R sciatun (famosi sono quelli di Rionero Sannitico -Isernia-, di Riccia, Santa Croce di Magliano, San Giuliano del Sannio in provincia di Campobasso), è una torta circolare del diametro di circa 40 cm, con altezza variante tra 4-5 cm.

Come conservare i fiadoni

Per conservarli morbidi anche per 5/6 giorni li si può mattere in una busta di carta come quella del pane.

↑ Vai all'indice

Informazioni culturali

Il nome

Fiadone deriverebbe dal germanico “fladen” latinizzato in “flado” dal significato di “cosa gonfia”, richiamando così una delle sue fasi di cottura.

Detti anche

R sciatun o Ravioli pasquali.

Origine

Abruzzo e Molise.

Storia

L'origine del fiadone risale ai tempi di Messisburgo, con citazioni nello "scalco rinascimentale" della corte di Ferrara; la ricetta arriva in Abruzzo perché prevedeva come ingrediente lo zafferano già prodotto d'eccellenza dell'aquilano. Nel tempo la ricetta si è modificata adattandosi alle varie realtà locali.

Curiosità

Il fiadone è anche il più famoso dessert corso: è una torta a base del formaggio corso brocciu e di limone.

↑ Vai all'indice
Redazione Alimentipedia

Forse ti potrebbe interessare anche...

Menta
Capesante affumicate su crema di zucca
Crema di patate e funghi porcini trifolati
Richiami giugno 2023

Libri consigliati:

Libro: Cucina con il wok. Di Ballureau Bruno

Cucina con il wok

Libro: Cucina con il wok. Il wok è uno strumento di cottura straordinario, semplice e universale, che vi permette di creare una cucina variata,...
Copertina libro.Il pane della vita. Di Sara Papa

Il pane della vita

Ottobre 2016 - Esce il quinto libro di Sara Papa, la "Signora del pane". Di seguito il mio personale racconto e le mie emozioni, ma soprattutto...
Olio di oliva di Mauro Amelio

Olio di oliva. Analisi sensoriale e percorsi didattici

Libro di Laura Rangoni: La cucina bolognese in oltre 450 ricette tradizionali. Tutti i trucchi e i segreti per ricreare i sapori autentici di una tradizione ricca e gustosa di L. Rangoni

La cucina bolognese in oltre 450 ricette tradizionali

Per un bolognese il cibo non è solo cibo, ma una forma di arte, quando non una vera e propria "religione". Il libro è scritto da Laura Rangoni.

I vostri commenti

sono veramente stupita di aver trovato la ricetta per preparare il fiadone molisano,v i ringrazio

:-) Grazie a te!

A dire il vero io non riesco proprio a capire COSA vada nel ripieno e COSA nell'involucro!

Ciao Patrizia. Grazie per la segnalazione. C'è stato sicuramente un "mescolamento" delle informazioni durante uno degli ultimi aggiornamenti pesanti che abbiamo fatto al database...ora la ricetta funziona. Ci scusiamo, ma può capitare...nonostante i controlli su 5000 pagine qualcosa può sfuggire!

Lascia un commento o una domanda