Dall'ISS le caratteristiche dei pazienti deceduti positivi SARS-CoV-2 in Italia

I dati forniti dall'ISS al 22 ottobre del 2020

Quali individui sono maggiormente colpiti in modo fatale dall'infezione di SARS-CoV-2 in Italia? Di seguito riportiamo i dati raccolti e forniti dall'Istituto Superiore di Sanità al 22 Ottobre 2020 in base alle regioni, al sesso, all'età e alle patologie preesistenti all'infezione da Covid-19.

Dati statistici ISS
Dati statistici ISS sui deceduti Covid-19 al 22 Ottobre 2020

Chi sono i deceduti per Codid-19 al 22 ottobre 2020

L’analisi dell'Iss si basa su un campione di 36.806 pazienti deceduti e positivi all’infezione da SARSCoV-2 in Italia fino al 22 ottobre 2020.

Distribuzione geografica dei decessi

Lombardia --> 17.122 (46,5 %)
Emilia Romagna --> 4.531(12,3%)
Piemonte --> 4.121 (11,2%)
Veneto --> 2.287 (6,2%)
Liguria --> 1.690 (4,6%)
Toscana --> 1.206 (3,3%)
Lazio --> 1.110 (3,0%)
Marche --> 994 (2,7%)
Puglia --> 645 (1,8%)
Campania --> 508 (1,4%)
Abruzzo --> 501 (1,4%)
Sicilia --> 420 (1,1%)
Trento --> 420 (1,1%)
Friuli Venezia Giulia --> 374 (1,0%)
Bolzano --> 295 (0,8%)
Sardegna --> 178 (0,5%)
Valle d'Aosta --> 146 (0,4%)
Calabria --> 103 (0,3%)
Umbria --> 95 (0,3%)
Basilicata --> 34 (0,1%)
Molise --> 26 (0,1%)

Dati demografici

  • L’età media dei pazienti deceduti e positivi a SARSCoV-2 è 80 anni.
  • Le donne sono 15.719 (42,7%).
  • L’età mediana dei pazienti deceduti positivi a SARS-CoV-2 è più alta di 30 anni rispetto a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione.
    Età mediane: pazienti deceduti 82 anni - pazienti con infezione 52 anni.
  • Le donne decedute dopo aver contratto infezione da SARS-CoV-2 hanno un’età più alta rispetto agli uomini.
    Età mediane: donne 85 - uomini 79.

Grafici ISS deceduti per Covid-19
Fonte: Istituto Superiore di Sanità

Patologie preesistenti

Questo dato è stato ottenuto da 4738 deceduti per i quali è stato possibile analizzare le cartelle cliniche. Il numero medio di patologie osservate in questa popolazione è di 3,5.

Complessivamente:

  • 3011 (63,6%) presentavano 3 o più patologie,
  • 928 (19,6%) presentavano 2 patologie,
  • 631 (13,3%) presentavano 1 patologia,
  • 168 pazienti (3,5% del campione) presentavano 0 patologie,.

Prima del ricovero in ospedale:

  • il 22% dei pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi seguiva una terapia con ACEinibitori e il 14% una terapia con Sartani (bloccanti del recettore per l'angiotensina).
  • Nelle donne (1780) il numero medio di patologie osservate è di 3,6;
  • negli uomini (2958) il numero medio di patologie osservate è di 3,4.

Dati ISS deceduti per SARS-CoV-2
Fonte: Istituto Superiore di Sanità

Diagnosi di ricovero

  • Nel 91,1% delle diagnosi di ricovero erano menzionate condizioni (per esempio polmonite, insufficienza respiratoria) o sintomi (per esempio, febbre, dispnea, tosse) compatibili con COVID-19.
  • In 387 casi (8,9% casi) la diagnosi di ricovero non era da correlarsi all’infezione.
  • In 57 casi la diagnosi di ricovero riguardava esclusivamente patologie neoplastiche.
  • In 131 casi patologie cardiovascolari (per esempio infarto miocardico acuto-IMA, scompenso cardiaco, ictus).
  • In 52 casi patologie gastrointestinali (per esempio colecistite, perforazione intestinale, occlusione intestinale, cirrosi).
  • In 147 casi altre patologie.

Sintomi

I sintomi più comunemente osservati prima del ricovero nei pazienti deceduti positivi all’infezione da SARS-CoV-2: febbre, dispnea e tosse rappresentano i sintomi più comuni.
Meno frequenti sono diarrea e emottisi.
Il 7,5% delle persone non presentava alcun sintomo al momento del ricovero.

Complicanze

L’insufficienza respiratoria è stata la complicanza più comunemente osservata in questo campione (94,2%), seguita da danno renale acuto (23,3%), sovrainfezione (18,9%) e danno miocardico acuto (10,7%).

Terapie

  • La terapia antibiotica è stata comunemente utilizzata nel corso del ricovero (86,5% dei casi), meno usata quella antivirale (57,6%), più raramente la terapia steroidea (45,2%).
  • Il comune utilizzo di terapia antibiotica può essere spiegato dalla presenza di sovrainfezioni o è compatibile con inizio terapia empirica in pazienti con polmonite, in attesa di conferma laboratoristica di COVID-19.
  • In 1138 casi (26,5%) sono state utilizzate tutte e tre le terapie.
  • Al 4,6% dei pazienti deceduti positivi all’infezione da SARS-CoV-2 è stato somministrato Tocilizumab.

Tempi

  • Giorni che trascorrono dall’insorgenza dei sintomi al decesso: 12 giorni
  • Dall’insorgenza dei sintomi al ricovero in ospedale: 5 giorni
  • Dal ricovero in ospedale al decesso: 7 giorni
  • Il tempo intercorso dal ricovero in ospedale al decesso è di 6 giorni più lungo in coloro che sono stati trasferiti in rianimazione rispetto a quelli che non sono stati trasferiti (12 giorni contro 6 giorni).

Decessi di età inferiore ai 50 anni

Al 22 ottobre 2020 sono 412 dei 36.806 (1,1%), i pazienti deceduti SARS-CoV-2 positivi di età inferiore ai 50 anni.

In particolare:

  • 90 di questi avevano meno di 40 anni (60 uomini e 30 donne con età compresa tra 0 e 39 anni;
  • di 12 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche;
  • degli altri pazienti, 64 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità) e 14 non avevano diagnosticate patologie di rilievo.

Fonte: report prodotto dai membri del Gruppo della Sorveglianza COVID-19

Forse ti potrebbe interessare anche...

Statistiche sui deceduti italiani
Coronavirus: in gravidanza e allattamento
Parole dell'epidemia
Paura del contagio di Coronavirus

Libri consigliati:

Copertina La prova del cuore di Cristian Bertol

La prova del cuore

Cristian Bertol, chef e proprietario del ristorante "Orso Grigio" in Val di Non (Trentino), una stella Michelin, è un personaggio molto noto in...
Libro: Le ricette della tradizione vegetariana indù

Le ricette della tradizione vegetariana indù

Libro: Le ricette della tradizione vegetariana indù. Il significato che in India si attribuisce al cibo e alla sua preparazione è molto lontano dalla...
Libro: Pasta madre, pane nuovo, grani antichi

Pasta madre, pane nuovo, grani antichi

"Il pane è un alimento semplice, ricco di gesti consapevoli che vengono da un sapere antico e da mani sagge. Ogni pane ci racconta una storia." (Da...
Libro: Profumo di lievito e sfoglia di Luca Montersino. 2019

Profumo di lievito e sfoglia

Come sempre dal maestro Luca Montersino un grande libro ricco di ricette e di spiegazioni tecniche per realizzare magnifici dolci da forno. In questo...

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda