Orata

È fra i pesci più pregiati, di costo elevato; allo stato brado se ne trovano, purtroppo, pochi esemplari (10%); esistono specie d'allevamento (90%) che non hanno lo stesso gusto di quelle pescate e hanno un contenuto in proteine e grassi superiore. L'orata ha il corpo ovale allungato e compresso ricoperto da grosse squame non presenti sul muso. Bocca piccola, muso corto ed occhio grande. Ha denti aguzzi. Ha una sola pinna dorsale e anale, 2 ventrali e pettorali, pinna codale forcuta. Azzurrognola sul dorso, dorata sui fianchi con linee più scure, argenteo sul ventre.

Utilizzo principale

Le carni bianche dell'orata sono molto apprezzate. Si presta a diverse preparazioni; eccellente soprattutto alla griglia, è ottima cotta al forno oppure in crosta di sale.

Orata al cartoccio

Orata al cartoccioL'orata al cartoccio è un secondo piatto di pesce molto veloce da preparare e poco calorico. L'orata viene riempita con aglio e aromi a piacere e poi cotta in forno avvolta in un cartoccio. Con questa cottura il pesce conserva inalterato il suo sapore e la sua morbidezza. È scenografico portare a tavola il cartoccio e sfilettare il pesce al momento.

Costo

Medio alto.

Stagionalità

Tutto l'anno.

Reperibilità

FACILE. Le orate d'allevamento sono reperibili in ogni supermercato.
MEDIA. Per l'orata pescata è necessario recarsi nei mercati, dove comunque non sempre è reperibile.

Come scegliere

L'orata è fresca quando si presenta con colore vivo, con carne compatta e soda; le squame devono essere ben attaccate al corpo.

Come pulire

Pulizia e trattamento. Si procede ad eliminare le squame partendo dalla coda utilizzando un coltello o lo squamatore; si devono togliere le interiora incidendo lo stomaco partendo dalla coda verso la testa; si tolgono le branchie e la pelle con un coltello affilato.

Come conservare

Il pesce è un alimento molto delicato, che deve essere consumato o congelato il prima possibile. Appena acquistato deve essere eviscerato e lavato accuratamente sotto acqua corrente. Conservarlo in frigorifero, ben coperto da pellicola alimentare o chiuso in un sacchetto freezer, per 1 o 2 giorni al massimo. Se è molto fresco, è possibile anche congelarlo, a -18°C, in appositi sacchetti ben chiusi, avendo l’accortezza di eliminare quanta più aria possibile. Si può così conservare 3 mesi."

Zona di diffusione

L'Orata è una specie diffusa nel Mediterraneo e nell'Atlantico nord orientale.

L'orata appartiene alla classe dei pesci magri come le acciughe, il luccio, merluzzo, palombo, rombo, sogliola, spigola. L'orata è molto magra, ricca di proteine nobili, contiene vitamine B1, B2 e vitamine PP. Tra i sali minerali spiccano in particolar modo: fosforo, iodio, ferro e una discreta quantità di calcio. Indicata nell'infanzia, adolescenza ed età avanzata, per i convalescenti, nelle malattie del fegato e gastrointestinali (però non affumicata) nell'arteriosclerosi e nell'obesità.

Celiachia

Fresco o surgelato non contiene glutine.

Controindicazioni

Limitazione nell'iperuricemia, nella gotta e nell'insufficienza renale.

Tabella nutrienti

Nutriente Valore
Calorie 90 Kcal

Valori per ogni 70 gr di prodotto.

Origine del nome

Il nome scientifico è Sparus aurata. Dal latino "aurata", del color dell'oro.

Dialetti

Dialetto Voce
Liguria auràda, aurata, oggià, ouè, vò
Veneto doràda, oràda, oràa, orada da la corona, orae de la corona, oradela
Friuli Venezia Giulia doràda, oràda, oràa, orada veccia, palassiola, oraela
Toscana aurata, dorata
Marche aurada, orada
Abruzzo orada, dorada
Lazio dorata
Campania aurat
Puglia arata, arate, aurata, bandicede, bannicella
Sicilia aràta, auràta, dèntici-aurata, ruràta, zuràta, sau-vidìcchiu
Sardegna cagnina, canina, canina de stanni, carina, corina, caniottu

Altre lingue

Lingua Voce
Inglese sea bream
Francese daurade
Spagnolo havsruda
Tedesco goldbrasse

 

 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda