7 buoni motivi per non saltare la colazione

Soprattutto in estate è importante per una buona idratazione e non solo

Che consumare la prima colazione, tradizionalmente dolce in Italia, sia una buona abitudine per mantenersi in salute e in forma è una buona abitudine che 9 italiani su 10 sembrano rispettare anche se talvolta circolano in rete informazioni non del tutto attendibili tanto che, come indicano i dati Doxa/UnionFood, 1 italiano su 5 abbandona questa sana abitudine e il 17% ritiene persino che non sia sbagliato saltarla.

La prima colazione in estate

Cosa succede se si salta la prima colazione

A tal proposito, nell’ambito della campagna Io comincio bene  che promuove il valore della prima colazione e che è sostenuta da Unione Italiana Food (già AIDEPI), la più grande associazione in Europa che raggruppa aziende produttrici di beni alimentari, con il contributo della dott.ssa Valeria del Balzo, biologa nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma, si sono evidenziate le conseguenze e gli effetti che saltare la prima colazione ha sul nostro organismo.

Scopriamo di seguito i 7 effetti negativi che saltare la prima colazione ha sul nostro fisico e quindi anche sulla vita di tutti i giorni e quale tipo di colazione è utile per stare bene e in forma.

1. Calo delle energie

Senza il carburante della prima colazione il nostro organismo durante la giornata è come il serbatoio di un'auto di formula uno che durante una gara va via via svuotandosi. Infatti durante la notte le scorte di glucosio si esauriscono, ragion per cui è proprio al mattino, all'inizio della giornata, per poter ripartire, che si deve fare il "pieno" per riequilibrare i meccanismi endocrini, metabolici e cardiovascolari.

La dott.ssa Del Balzo consiglia infatti carboidrati, latte e frutta per ripartire alla grande in quanto apportano zuccheri a lento rilascio che danno energia per tutta la mattina. Il latte o suoi derivati, come lo yogurt, sostiene sempre la dott.ssa Del Balzo, apportano la necessaria quantità di proteine e grassi utili a stimolare il senso di sazietà in quantità ragionevolmente contenute ed inoltre contengono buone quantità di calcio e fosforo, nutrienti biodisponibili. Per finire consiglia un frutto o una spremuta per il corretto apporto di fibre, sali minerali, vitamine, polifenoli, come antiossidanti, e acqua.

2. Disidratazione, soprattutto in estate

È proprio in estate che al contrario di quello che si potrebbe pensare la prima colazione è indispensabile, infatti con le alte temperature si rende ancor più necessario apportare la giusta quantità di liquidi per non rischiare la disidratazione.

Prima colazione

La nutrizionista consiglia quindi, nelle calde mattine estive, di consumare :

  • bevande come il latte fresco, per esempio, con o senza caffè o lo yogurt che contengono, infatti, acqua, proteine, grassi, zuccheri, vitamine e sali minerali
  • succo di frutta senza zuccheri aggiunti o tè per chi non può consumare il latte
  • frutta, che contribuisce all’idratazione grazie all’apporto di acqua. Inoltre la stagione estiva ci offre molta frutta ideale per la prima colazione e in vacanza il tempo non manca per dedicare qualche minuto per lavarla, sbucciarla e consumarla con calma.

3. Si ingrassa

Sbagliatissimo è anche pensare che non fare la colazione faccia dimagrire! È vero infatti proprio il contrario a qualsiasi età come confermano numerosi studi (Okada C, Tabuchi T, Iso H., 2018). Consumare la prima colazione, piuttosto, aumenta il senso complessivo di sazietà, ottenendo di controllare e ridurre la quantità totale di energia assunta nel corso della giornata (Berti 2015).
Secondo una recente indagine dell’Osservatorio Doxa/UnionFood “Io comincio bene”, gli italiani sono bravissimi, infatti solo il 2% dei 23 milioni di italiani a dieta salta la prima colazione.

Nonostante questa consapevolezza, 1 italiano su 2 pensa erroneamente che sia più corretta una colazione proteica e il 56% pensa che andrebbero evitati alimenti con carboidrati, come i dolci, che invece rappresentano il carburante necessario per iniziare la giornata anche nel caso si debba perdere peso.

4. Si è più nervosi ed intrattabili

L'abitudine soprattutto italiana di mangiare dolci al mattino aiuta il buon umore, infatti produce la serotonina che come è risaputo ha un effetto calmante e antistress.

Quindi Si a quei prodotti che danno sensazione di benessere come:

  • pane,
  • biscotti,
  • merendine o dolci fatti in casa,
  • fette biscottate con marmellata, miele o crema spalmabile alle nocciole e al cacao
  • cereali da prima colazione o muesli,

La prima colazione è anche un rito, una coccola che gratifica, sostiene la Del Balzo e non solo una reazione fisiologica e chimica delle endorfine che agiscono sull’umore e tutto ciò ci consente di affrontare la giornata con maggiore positività.

5. L'attività cognitiva rallenta

Numerosi studi e pubblicazioni hanno evidenziato come senza la prima colazione la capacità di concentrazione si riduca, mentre un buon pasto al mattino appena svegli aumenta la memoria, migliora l'attenzione e la capacità di ascolto e comprensione. (Cueto 2001, Fanjiang 2007, Pivivk 2012).

La nutrizionista infatti conferma che una colazione basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento è il segreto per una migliore funzione cerebrale in quanto i neuroni per funzionare correttamente devono avere i serbatoi pieni di energia e in particolare di glucosio.

6. Calo delle prestazioni sportive

Lo sport è un rito mattutino molto amato dagli italiani. Secondo una recente indagine della Doxa/UnionFood, sono 18 milioni gli italiani che amano praticare sport alle prime luci del giorno.

I dati indicano che tra gli sportivi del mattino, il 7% non fa colazione né prima né dopo, mentre il 30% solo dopo l’attività fisica, errore che può compromettere la prestazione sportiva. Per ottimizzare le riserve glucidiche, epatiche e muscolari, e fornire all’organismo l’energia necessaria per l’attività fisica (We et al, 1985) è infatti indispensabile fare colazione prima dell'attività fisica mattutina e non solo, in quanto, alcuni studi evidenziano che la mancanza della prima colazione può riflettersi negativamente anche sulla prestazione sportiva del pomeriggio (Clyton et al, 2015).

L'esperta nutrizionista consiglia infatti per chi pratica uno sport al mattino, una colazione a base di carboidrati complessi e semplici con un buon apporto di liquidi derivati non solo dalle bevande ma anche dalla frutta senza trascurare l'assunzione di vitamine e sali minerali.

Ami correre? Vedi anche Mangiar di corsa: la colazione.

7. Si danneggia il cuore

Un numero crescente di ricerche scientifiche dimostra che consumare la prima colazione porta ad un miglioramento generale dello stato di salute e benessere a tutte le età. E da questo quadro emerge che il consumo regolare e nelle giuste proporzioni della prima colazione riduce il rischio di ipertensione (Witbracht et al, 2015) ed eventi cardiovascolari (Kubota et al 2016).

La dott.ssa Del Balzo asserisce proprio che la buona abitudine di fare la prima colazione migliora l’apporto di nutrienti utili alla prevenzione delle cardiopatie. Il latte, per esempio, contiene peptidi bioattivi, sostanze che controllano la pressione arteriosa, uno dei maggiori fattori di rischio per le patologie cardiovascolari.

Un recente studio (Iqbal et al, 2017) sembra dimostrare inoltre che il consumo di cereali a colazione riduca il rischio di malattie cardiovascolare. A dimostrazione di questa tesi un’indagine condotta su un campione rappresentativo della popolazione adulta del Molise da cui emerge che il consumo di alimenti tradizionali della colazione "all'italiana" come latte, yogurt, zucchero, miele, marmellata, biscotti, fette biscottate, brioches, cereali da prima colazione è positivamente associato alla riduzione del rischio cardiovascolare, alla qualità della vita e alla sindrome metabolica (Giuseppe et al, 2012).

Forse ti potrebbe interessare anche...

Tisana di caffè verde
La colazione per chi corre
Sgombro o maccarello
Vino e salute

Libri consigliati:

Libro di Andrea Ribaldone:  Un cuoco in famiglia. Cucinare come un vero chef in modo sano

Un cuoco in famiglia.

Questo libro nasce dall'incontro ai fornelli di una coppia inedita e vincente per il palato e la salute: lo chef Andrea Ribaldone, lo chef noto al...
Tesoro, salviamo i ragazzi! Libro di Marco Bianchi

Tesoro salviamo i ragazzi!

Lo stile di vita scorretto, l'assenza di attività fisica, gli squilibri e gli errori alimentari hanno portato all'incremento di una serie di...
Libro: Croissant e biscotti di Luca Montersino e Sammartini Roberto

Croissant e biscotti

Libro: Croissant e biscotti. Di Luca Montersino. Un volume per tutti coloro che amano la prima colazione, pasto fondamentale per iniziare al meglio...
Libro: Le mie 24 ore dolci di Gianluca Fusto

Le mie 24 ore dolci

In questo volume, Gianluca Fusto mette a disposizione la sua esperienza per rendere accessibili a tutti creazioni di alta pasticceria. Una selezione...

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda