L'avventura del campeggio: pratici consigli per viverla al meglio

E anche il cibo giusto contribuisce nel creare un'esperienza indimenticabile

Quella del campeggio è un'esperienza che chiunque dovrebbe provare almeno una volta nella vita.

Il campeggio
Consigli per la vacanza in campeggio

Dormire sotto le stelle regala sicuramente emozioni irripetibili, ma per un'avventura in sicurezza, devono essere adottati alcuni basilari accorgimenti. L'inesperienza del principiante, nel camping può giocare brutti scherzi, quindi vediamo insieme alcuni pratici consigli per viverlo al meglio.

Campeggio: attenzione all'abbigliamento

Il primo consiglio utile da tenere presente nel campeggio riguarda l'abbigliamento. Una volta preparato e disposto sul letto i capi di interesse, è opportuno metterne in valigia solamente la metà. Il camping non è una sfilata di moda, quindi si deve portare con sé solamente l'essenziale. Eventualmente preferire qualche capo di biancheria intima in più, dalla maggiore utilità rispetto al pantalone preferito.

Cibo e cucina

Esistono diversi livelli di camping, a seconda di quanto si ami l'avventura. Ovviamente la vita tradizionale in un'area attrezzata è sicuramente più semplice rispetto a delle vere e proprie escursioni all'aria aperta. Se la scelta ricade sulla versione avanzata, soprattutto in caso di lunghe camminate, è opportuno limitare i pesi nello zaino. Un'accortezza utile in tal senso, è preferire della semplice stagnola per cucinare gli alimenti da campeggio, rispetto alle normali padelle. Ovviamente in questo caso occorre un po' di pratica, ma è possibile preparare comunque carne, verdure, uova ed altri cibi specifici in maniera rapida e...divertente.

La tenda

Quasi inutile sottolineare come verso la tenda si debba prestare una particolare attenzione nella scelta, e sia il capitolo più lungo da affrontare. Innanzitutto, meglio optare per un modello di qualità, che sia realmente impermeabile e resistente ad eventuali tagli di pietre e rami. In seconda battuta deve essere ben areata e traspirante, nonché ovviamente impermeabile. Infine, il modello scelto deve essere sufficientemente leggero. Indicativamente, per una tenda di 2/3 persone, dovrà avere un peso compreso fra i 3 e i 5 kg.
A questa caratteristica si deve prestare un'attenzione particolare, perché un tragitto di pochi minuti effettuato tra il parcheggio e l'eventuale piazzola è un conto, ma un’escursione di ore con in spalla un peso maggiore, è sicuramente differente. In commercio esistono moltissimi modelli di altrettante dimensioni, e trovare quello più idoneo non sarà un compito particolarmente difficile. Un occhio di riguardo dovrà essere prestato anche nel posizionamento, ovvero lontano da flussi d'acqua, come adesempio i torrenti, perché se durante il sonno dovesse piovere ed alzarsi il livello del corso, la situazione potrebbe diventare piuttosto spiacevole. Da evitare anche alberi vecchi ed isolati.
Il luogo ideale per montare la tenda potrebbe essere in un punto riparato dalle rocce, avendo cura di fissare i tiranti agli alberi adiacenti, che offriranno anche riparo alla luce del sole diretta. Così facendo si eviterà anche lo spiacevole effetto sauna. Un consiglio per il momento del montaggio: da evitare sono le ore notturne o comunque di buio. Farlo di giorno consente di prendere confidenza con il luogo e con quello che circonda.

Il sacco a pelo

Il secondo accessorio che consente una reale protezione dagli agenti atmosferici dopo la tenda, è il sacco a pelo. Questo deve essere sufficientemente caldo, affidabile e da non dimenticare, anche ben comprimibile, per non rubare eccessivo spazio nello zaino. In commercio esistono modelli che ben resistono alla pioggia, realizzati con materiali resistenti e repellenti all'acqua che possono soddisfare ogni esigenza.

Gli insetti

Quello degli insetti rimane sempre un problema per gli amanti del campeggio, perché soprattutto nelle ore del riposo, possono essere elemento di grande disturbo. Dal momento che ci si trova in mezzo alla natura, meglio evitare se possibile prodotti chimici, preferendo delle soluzioni naturali. Ognuno di questi odiati insetti è più sensibile di altri a determinate sostanze. Le zanzare, è risaputo, non amano la citronella. Le vespe girano al largo dal profumo del caffè, le zecche sono respinte da alcuni oli essenziali e dall'aceto.

Qualche accessorio

Da non sottovalutare, è anche l'importanza di alcuni pratici accessori fondamentali per il campeggio. Tra questi troviamo sicuramente una buona torcia, magari una lanterna a led ricaricabile solare, il più classico dei coltellini svizzeri e un po' di sana propensione all'avventura.

Forse ti potrebbe interessare anche...

Mascherine
Sardegna: i formaggi
Identità golose 2010
Acai, bacche di acai

Libri consigliati:

Libro di Alessandro Borghese: Tu come lo fai?

Tu come lo fai?

"Chef, ma tu come lo fai?". Quante volte Alessandro Borghese si sente ripetere questa frase, per la strada, in sosta a un semaforo, durante le sue...
Libro: A tavola con gli elfi. Di Boni Kiki

A tavola con gli elfi

Libro: A tavola con gli elfi. Un videocorso costruito sulla falsariga delle trasmissioni televisive di cucina, per la regia di Mauro Giulianini. Una...
365 insalate per tutto l'anno e per tutti i gusti

365 insalate

...per tutto l'anno e per tutti i gusti. Giornalista curiosa e buongustaia, Alice nel Paese delle insalate è la prima "insalatologa" italiana,...
La birra in tavola e in cucina. 100 ricette originali preparate con la birra. Di Leonardo Romanello

La birra in tavola e in cucina

Libro di Leonardo Romanelli, sommelier, giornalista, critico enogastronomico, volto televisivo di trasmissioni di successo tra cui "Chef per un...

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda