Dall'identikit dello sprecone, i 10 consigli antispreco

Da un'indagine del CREA nasce il decalogo per non sprecare

10 semplicissimi consigli da leggere e rileggere prima di fare la spesa o prima di mettersi ai fornelli perché #NONSPRECARESIPUO.

Spreco alimentare
Non buttare il cibo si può

Da una raccolta dati realizzata dal CREA* su 1.142 famiglie italiane per l'anno 2018, sono emersi, in occasione della II edizione della giornata della Nutrizione, dati molto interessanti sia sulla gestione degli acquisti di prodotti alimentari che sulla preparazione dei pasti e ha permesso di delineare l'identikit dello "sprecone".

L'identikit dello "sprecone" in Italia

Dall'indagine è emerso che il 77% delle famiglie dichiara di aver buttato via del cibo nella settimana precedente all'indagine. A sprecare meno sono i meno giovani, chi ha reddito più basso, i nuclei famigliari più numerosi e chi vive al Sud o sulle isole.
I prodotti più sprecati sono verdura fresca, pane, pasta, patate, uova, budini, yogurt e formaggi. Solo il 5% ammette di non finire il cibo nel piatto e di non conservare gli avanzi, tuttavia solo il 42% decide in anticipo i menù della settimana.

«Quello a cui siamo assistendo – ha dichiarato Laura Rossi, coordinatore dell’Osservatorio e ricercatrice del CREA Alimenti e Nutrizione – è un vero e proprio cambio di passo per lo spreco alimentare, inteso come tassello fondamentale dello sviluppo sostenibile. Dalle istituzioni internazionali e nazionali, dagli operatori economici e sociali, dai banchi alimentari e perfino da semplici cittadini, che ridistribuiscono a livello territoriale le eccedenze alimentari agli indigenti, arrivano segnali forti di una crescente sensibilità su questi temi: normative specifiche, progetti educativi mirati e nuove modalità di gestione dei prodotti alimentari sia nelle aziende che a casa».

10 modi per non sprecare il cibo

Allora come fare a non sprecare il cibo? Sempre il CREA Alimenti e Nutrizione ha stilato un decalogo che può aiutare ognuno di noi a limitare lo spreco alimentare, sia per ridurre l'impatto economico famigliare che quello sociale ed ambientale. 

1. Strategia antispreco

È molto funzionale a questo scopo pianificare la spesa e prestare attenzione nella preparazione e nella conservazione degli alimenti

2. Occhio alle tentazioni!

Davanti alle allettanti proposte di negozi e supermercati, o davanti alle maxi confezioni bisogna saper resistere alla tentazione, riflettendo su ciò che siamo davvero in grado di consumare.

3. Cibi freschi, ma non troppi

Dato che sono proprio i cibi freschi come frutta e verdura, pane e derivati del latte, pensiamo a quanto ce ne occorre davvero, perché sono i primi alimenti a finire nel cestino.

4. L'etichetta ci aiuta

La scadenza, quindi la durata dei prodotti è scritta sull'etichetta di ogni confezione, quindi perché non leggerla? E per chi è meno giovane, ricordarsi di portare gli occhiali per non avere scuse è una buona regola.

5. "Consumarsi entro" e "Da consumarsi preferibilmente entro"

Un ripassino su queste due diciture che troviamo in etichetta. "Da consumarsi entro" e Scade il" indicano il limite oltre il quale il prodotto non va consumato come per il latte, mentre "Da consumarsi preferibilmente entro" indica che dopo la data riportata il prodotto può essere ancora consumato in tempi brevi senza rischi, ma indica anche il prodotto potrebbe perdere in qualità.

6. Cucina Q.B.

Anche quando si cucina è importante non eccedere nel quantitativo preparato, potrebbe trasformarsi in avanzi che girano nel frigorifero per qualche giorno per poi trovare la fine del loro percorso in spazzatura. Se la ricetta che hai scelto indica che è per 4 persone, non è difficile dimezzare le dosi se si è in due o per 4 se si è soli, e così via.

7. Anche gli avanzi sono gourmet

Spesso le pietanze cucinate il giorno dopo sono addirittura più buone o possono essere "riciclate" con un po' di fantasia per veri e propri piatti gourmet.

8. Alle feste porta gli avanzi

Non si deve pensare agli avanzi come a un qualcosa di cui vergognarsi. In occasioni di feste o ricevimenti portare gli avanzi come dono gastronomico si può tradurre in un grande gesto di rispetto.

9. La doggybag sbarca in Italia

Se un tempo qui in Italia era una "figuraccia" chiedere al ristorante o alla pizzeria di portarci a casa ciò che si era avanzato, oggi anche da noi si può richiedere la doggybag sicuri di fare una bella figura.

10. Tieniti informato sulle iniziative della tua città/paese

Informarsi sui programmi antispreco della propria città può essere utile per donare il nostro surplus alimentare ai bisognosi; un opera buona a 360 gradi.

A questo decalogo utilissimo vorremmo aggiungere un undicesimo punto:

11. Impara a usare bene il frigorifero

Anche il riporre correttamente i cibi in frigorifero può essere utile ad evitare gli sprechi. Ogni zona del frigo ha infatti temperature diverse, se hai dei dubbi puoi leggere la nostra guida Come mettere gli alimenti in frigorifero.

#NONSPRECARESIPUO e tu come lo fai?

In questa occasione vorremmo lanciare l'#NONSPRECARESIPUO. Raccontaci i trucchi e gli stratagemmi che usi quando fai la spesa e quando cucini per non buttare il cibo oppure come "ricicli" i tuoi avanzi. Lo puoi fare scrivendo in fondo alla pagina il tuo commento oppure sulla nostra pagina FB.

Forse ti potrebbe interessare anche...

Ricotta fatta in casa
Filetto di tonno rosso di carloforte scottato in padella con cipolla rossa brasata, salsa al cannonau.
Ristorante Tana degli orsi
Cioccolato

Libri consigliati:

Libro: Formaggi d'Italia

Formaggi d'Italia

La guida ai formaggi tradizionali d'Italia in una nuova edizione, aggiornata e arricchita. 293 specialità artigianali descritte con testi e immagini...
Torte, crostate e ciambelle

Torte, crostate e ciambelle

Un dolce piacere per i golosi di tutte le età: fragranti crostate e profumate ciambelle,torte glassate o farcite, creme e ripieni preziosi. Il tutto...
Copertina del libro: Lampone sul balcone, in terrazzo, in giardino

Lampone sul balcone, in terrazzo, in giardino

Solo a guardarlo questo libro viene voglia di mettersi a coltivare lamponi a casa. Sembrano frutti impossibili da riprodurre in vaso, ma grazie a...
Libro: Dolci bicchieri. Nuove tendenze in pasticceria. Di Mazzarella M.G.

Dolci bicchieri

Libro: Dolci bicchieri. Questo lavoro nasce da ricerche di approfondimento e di aggiornamento intorno alla pasticceria che ci ha portato a scoprire...

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda