Vermentino ligure

È considerato il patriarca, il grande vecchio dell’enologia ligure perchè è presente in quasi tutta la Liguria e nel bacino Mediterraneo fin da tempi memorabili.

Colore

Limpido giallo paglierino con riflessi verdolini, talvolta dorati.

Profumo

Fruttato con note di cedro, frutta bianca, pesca gialla matura, albicocca, mela cotogna, mandorla, erbe e fiori campestri, finocchio selvatico, salvia, rosmarino, ginestra.

Gusto

In bocca è caldo ma fresco (dotato di acidità), dal sapore quasi sapido (con un'importante presenza di sali minerali), e pieno.

Gradazione

Dagli 11° ai 13°.

Costo

 Economico.

Abbinamento

Vino bianco secco a tutto pasto, ottimo con il pesce e i crostacei. Vedi Abbinamento vino cibo.

Vitigni impiegati

Vermentino. La Liguria conta solo 150.000 ettolitri di produzione annua di vino, ma vanta una buona tradizione vinicola soprattutto per alcuni vini bianchi molto interessanti sia nella Riviera Ligure di Ponente che di Levante, prodotti con uve Vermentino e Pigato. Il Vermentino è un vitigno spagnolo giunto dalla Corsica fino alla Liguria, poi in Toscana e infine in Sardegna. La sua uva resiste bene ai venti salmastri delle zone litoranee. I bianchi che si ottengono in Liguria da questo vitigno sono più delicati ed eleganti rispetto a quelli della Sardegna (Gallura), e prevalgono note di macchia mediterranea, anice e timo. Le condizioni climatiche della Liguria hanno da sempre permesso un'ottima coltivazione di questo vitigno in tutta la regione, tanto che dal 1970 è l'unico vitigno a frutto bianco raccomandato dalla Cee, per tutte le quattro province. Richiede un clima temperato caldo, ben soleggiato e ventilato, con terreno tendenzialmente asciutto e vicino al mare. Si può affermare che i colori dei luoghi dove nasce il Vermentino sono il giallo del sole, il rosso della pietra ed il blu del mare.

Dall'omonimo vitigno, solo in Liguria (dove è stato maggiormente valorizzato), si hanno ben quattro Vermentino appartenenti alle rispettive Doc, Riviera ligure di ponente, Colli di Luni, Golfo del Tigullio e Valpolcevera. La zona del Savonese è quella per tradizione che vanta, già prima e dopo l'inizio del secolo, aziende di rinomata fama come l'Azienda Vinicola Accame (fondata nella metà dell'800) di Pietra Ligure che esportava il Vermentino di Pietra sin nell'America Latina.

Zona di produzione

Riviera ligure di Ponente, nel tratto che va da Bussana a Dolceacqua, Perti di Finale e in particolare a Diano Castello, ma in tutte e quattro le zone DOC (Riviera ligure di ponente, Colli di Luni, Golfo del Tigullio e Valpolcevera).

Sostanze presenti

Può contenere solfiti.

Il bicchiere

Bicchiere da vino biancoDa servire in calici a stelo alto. Vedi Bicchieri da vino.

Temperatura di servizio

Intorno ai 10° C. Vedi Termometri da vino.

Nella storia

I primi documenti dell'esistenza della vite risalgono all'epoca romana ma fu nel Medioevo che vi fu un notevole incremento delle zone coltivate a vite. Oggi la viticoltura ligure si concentra prevalentemente sulle zone intorno a La Spezia, le Cinque Terre e buona parte della riviera di Ponente.

Eventi relazionati

Diano Castello (IM), oltre alla bellezza del luogo, con il suo suggestivo borgo, ogni anno, a Giugno, i castellotti (gli abitanti di Diano Castello) esaltano e ricordano con una grande manifestazione: "Il premio Vermentino" con il quale si rende omaggio alla all'azienda distintasi per la migliore produzione.

Turismo eno-gastronomico

Vale la pena visitare tutta la magnifica Riviera Ligure di Ponente.

Anche detto

Carbesso (carbess), Formentino, Turmentin, Piccabuono (piccabon); inoltre il Pigato è considerato da molti una sua varietà, pertanto lo si può considerare un sinonimo di Vermentino. In Portogallo è conosciuto come Codega, mentre in Francia come Malvoisie Précoce D’Espagne.

Materie prime: 
Uva
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda