Tisana di anice

TISANA DEPURATIVA. Ci sono diverse tipologie di piante di anice: l’anice verde, quello stellato e il pepato ma in genere si utilizza l’anice verde, perché più facile da trovare e coltivare.

Proprietà della tisana di anice

Anice verdeNella foto a sinistra: pianta di anice verde.

  • Contribuisce a dare un sapore gradevole alle tisane, ottimo se combinato con il finocchio, anche per le sue caratteristiche calmanti e sgonfianti.
  • Può essere utile per alleviare il mal di testa, e la tosse.
  • Favorisce la digestione e aiuta in caso di stitichezza.
  • La tisana all’anice presa dopo i pasti riduce la flatulenza e i disturbi legati alla fermentazione intestinale.

Dove cresce

La pianta dell’anice è originaria del Medio Oriente. Cresce in terreni profondi e calcarei. In Italia è diffuso soprattutto l’anice stellato, che ha origine nel Sud Est Asiatico e oggi molto diffuso in India, Vietnam e Cina.

Come preparare la tisana di anice

Per preparare le tisane si usano i frutti, chiamati semi.

Per preparare una buona tisana si consiglia di usare l’anice stellato ridotto in polvere, circa un grammo per una tazza di acqua bollente di 250 ml. Si lascia in infusione a fuoco spento per circa 10 minuti e si filtra. Meglio se combinato con finocchio o altre erbe. Per agevolare il sonno è ottimo mischiato alla passiflora.

Controindicazioni

Per la presenza di sostanze estrogene è sconsigliato alle donne in gravidanza.

Le informazioni riportate sono di natura generica e non devono sostituire in alcun caso il consiglio del medico o un'eventuale terapia farmacologica in corso.

Curiosità

Forse non tutti sanno che l’anice viene usato anche contro il calo del desiderio. In questo caso si può fare per infusione una tisana con un cucchiaio di semi schiacciati in un litro d’acqua e berne un bicchiere la sera.

Materie prime: 
Anice stellato
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda