Come raccogliere le erbe

Si raccomanda di raccogliere le erbe solo se si conosce bene la pianta. Nel caso di dubbi è meglio evitare di utilizzarla. Con le erbe raccoklte ed essiccate in modo corretto si possono preparare a casa ottime tisane, una per ogni esigenza. Vedi Le tisane.

Consigli per la raccolta di erbe

  1. Quando si raccolgono le piante, per uso alimentare, è importante in primo luogo stabilire di quali parti si ha bisogno, foglie, fiori, radici, rizomi o semi.
  2. Verificare il momento migliore per la raccolta.
  3. Come raccogliere le erbeScegliere sempre piante dall'aspetto sano, senza malattie e che crescono in zone distanti da aree inquinate da traffico, industrie, animali.
  4. È meglio raccogliere solo la quantità di erbe di cui si ha effettivamente bisogno per evitare lo spreco.
  5. Le foglie di piante aromatiche come Basilico, Timo, Salvia, Menta e Melissa vanno raccolte quando i fiori si stanno per schiudere perché è il momento di massima concentrazione degli olii essenziali in esse contenuti.
  6. Si consiglia di utilizzare cestini in paglia per deporre il raccolto, meglio se piatti.
  7. Il periodo migliore di raccolta è la mattina di una giornata asciutta.

Come conservare le erbe raccolte

  1. Quando si raccolgono fiori e foglie in vista della conservazione, occorre essere sicuri che siano ben asciutti da rugiada o pioggia.
  2. Per la raccolta è meglio utilizzare le mani e non le forbici.

Essiccazione delle erbe

  1. L’essiccazione delle erbe raccolte deve essere il più rapida possibile. Meglio conservarle in un locale o in un luogo in ombra e ventilato, senza umidità. L’ideale sarebbe una stanza con temperatura costante di circa 32°, ad esempio un armadietto posizionato sopra ad un forno a bassa temperatura con lo sportello aperto. Con una temperatura inferiore ai 22° è meglio evitare perché si accumulerebbe troppa umidità.
  2. Si possono essiccare le erbe raccogliendole in mazzetti da appendere ad una trave o al soffitto, oppure posizionandoli su un vassoio ricoperto di mussola o rete finissima.
  3. Si consiglia poi di muovere le erbe spesso così da assicurare una buona ventilazione.
  4. Alcune erbe o semi, come il finocchio, la melissa, basilico e menta, si possono surgelare dopo esser state lavate e asciugate bene.
  5. L'ideale è l'utilizzo di un essiccatore domestico, acquistabile anche a prezzi contenuti. Sarà utile anche per l'essiccazione di frutta, verdura e di tutto ciò di cui si necessiti la conservazione.

Quanto tempo si conservano le erbe

  1. Le erbe dopo esser state essiccate devono conservarsi in scatole a chiusura ermetica, meglio se di carta, cartone o vetro e riposte al buio.
  2. Non vanno mai conservate in sacchetti di plastica.
  3. Ricordarsi di mettere delle etichette con il nome dell’erba e la data di raccolta. Se sono ben conservate possono durare anche anni.
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda