Bacche di Goji essiccate

Le bacche di Goji, di cui esistono due specie (Lycium barbarum e il Lycium chinense), appartengono alla famiglia delle Solanaceae la stessa delle patate, del pomodoro, della melanzana e sono di origine Cinese ma ampiamente diffuse e consumate dalle popolazioni dell'Himalaya e del Tibet. Sono frutti antichissimi e da millenni vengono considerate portentose per il benessere dell'organismo ed in modo particolare per la vista dato l'altissimo contenuto di carotenoidi. Inoltre contengono la più alta concentrazione di antiossidanti presente in natura e rafforzano il sistema immunitario.

Si presentano di forma leggermente ovale e sono piuttosto piccole. Il loro colore è tendente al rosso o all'arancione scuro. Hanno un sapore simile a quello del mirtillo altri dicono che sia un incrocio tra una fragola e un lampone. Le bacche di Goji, note anche come “frutti della longevità” o “frutti della vita”, sono coltivate nelle valli Himalayane, del Tibet, della Cina del Nord e della Mongolia, e sono conosciute nel mondo per le loro straordinarie qualità nutritive tanto che secondo la medicina cinese, le bacche del Goji sarebbero una potentissima risorsa contro l’invecchiamento. Da noi sono arrivate da non molto e sono diventate un alimento "di moda".

La pianta

Pianta delle bacche di GojiIl Lycium Barbarum è un arbusto con foglie oblunghe, intere e piuttosto spesse e che produce fiori viola. Il frutto è una bacca carnosa ovoidale di colore rosso o arancione. Forma un arbusto decorativo piuttosto alto (sui 2 metri), con lunghi rami dal portamento ricadente, coperti di piccole foglie lanceolate.

I fiori

Fiori della pianta di GojiLa fioritura si compone di moltissimi fiorellini lilla a forma di stella (simili a quelli della patata: il Lycium appartiene anch’esso alla famiglia delle Solanacee) che daranno poi vita alle bacche, che da fresche appaiono sulla pianta come piccoli pomodorini scarlatti.

Come si coltiva il Goji anche sul balcone

Goji in vasoSi trovano in commercio nei vivai oppure online sia i semi che le piantine da poter piantare. È consigliato sceglierli biologici. Provenendo da zone con inverni rigidi è possibile coltivare il Goji in vaso senza timore del gelo o del freddo. Bisogna avere però un po' di pazienza se ne si coltivano i semi in quanto cresce molto lentamente e ha quindi bisogno di qualche anno d’età prima di produrre i frutti.

La semina

La semina delle bacche di Goji dovrebbe avvenire preferibilmente in primavera.

Coltivazione della pianta

Dopo aver acquistato la piantina è preferibile effettuare un travaso. Se le radici della pianta risultassero iuttosto secche le si può immergere brevemente in un secchio contenente acqua tiepida. A questo punto la pianta potrà essere trasferita in un vaso o in giardino e annaffiare.

Il terreno giusto e l'esposizione

Il terreno più adatto per la pianta di Goji è quello sabbioso e ben drenato. La pianta preferisce inoltre l'esposizione al sole.

Quando fruttifica

La maturazione dei frutti avviene di norma alla fine dell'estate, stagione in cui necessita di annaffiature frequenti. I frutti devono essere raccolti una volta giunti a maturazione completa.
Si consiglia di effettuare il raccolto indossando dei guanti per proteggersi dalle spine della pianta e per non scolorire i frutti.

Come si consumano le bacche di Goji

Ci sono molti gli utilizzi delle bacche di Goji in cucina soprattutto in quella tradizionale asiatica, oggi impiegate in piatti e preparati di ogni genere anche se molti acquistano le bacche Goji solo per le sue eccezionali proprietà.

Sono ottime aggiunte ai cereali la mattina, nelle insalate o nei dolci preparati in casa.

Frullato di Goji

Per ottenere un frullato gustosissimo e portentoso per la salute basta frullare una tazza di bacche di Goji, una di mirtilli, una di more, lamponi, ribes e una mela. A questa bevanda si può aggiungere a piacere latte di soia o succo d’arancia. La bevanda ottenuta è un portentoso antiossidante naturale.

Forme in commercio

Succo di bacche di GojiIn commercio, online e nei negozi di prodotti naturali è possibile acquistare delle bacche di Goji da utilizzare per la preparazione di tisane, frullati, marmellate e macedonie.

Tra i prodotti più venduti ci sono le bacche di Goji secche ed il succo di Goji, che si trova sia concentrato che miscelato con acqua o con altri succhi di frutta.

In Inghilterra le consumano soprattutto come tè.

Quando diffidare

È facile trovare nei negozi etnici e soprattutto cinesi delle bacche a bassissimo prezzo. Meglio non acquistarle perchè non sono biologiche e possono quindi al contrario danneggiare la salute.

Le bacche di Goji sono originarie della Cina, ma crescono spontaneamente nelle valli del Tibet, dell'Himalaya, della Mongolia e e nelle province della Cina dello Xinjiang e del Ningxia, anche se di recente vengono coltivate anche in Europa e soprattutto in Inghilterra.

Valori e proprietà nutrizionali delle bacche di Goji

Innumerevoli sono le proprietà di queste bacche e per questo considerate come un vero elisir di lunga vita. Oltre all'altissima quantità di carotenoidi e antiossidanti contengono vitamine, sali minerali, flavonoidi e polisaccaridi. Nel Goji sono presenti due importanti antiossidanti naturali: lo zinco e un’alta percentuale di vitamina C; in più queste bacche contengono quattro polisaccaridi bioattivi (LPB1, LPB2, LPB3, LPB4) capaci di attivare il sistema immunitario e renderlo abile nel distinguere tra cellule sane e cellule malate, soprattutto nelle patologie degenerative, come cancro e Alzheimer. Inoltre sono:

  • antiossidanti
  • riducono i livelli di colesterolo
  • effetti benefici sulla vista
  • aumentano l'energia
  • aumentano il benessere psicologico
  • hanno proprietà antinfiammatorie
  • stimolano il sistema immunitario
  • migliorano le funzionalità intestinali
  • migliorano il sonno e la memoria
  • agiscono contro le allergie
  • regolarizzano i livelli di zuccheri nel sangue
  • stimolano il metabolismo
  • proteggono la pelle dagli effetti dannosi dei raggi UV
  • hanno azione preventiva nella degenerazione cellulare

Attenzione però all'interazione con alcuni medicinali, è preferibile consultare il proprio medico.

Il nome

Il nome del genere, Lycium deriva da Licia una regione dell'Anatolia meridionale. Il frutto è conosciuto nella medicina tradizionale cinese come Fructus Lycii, ovvero in latino: Frutto di Licia.
La parola Goji, invece è un'approssimazione della pronuncia cinese del termine che indica la bacca in generale.

Nelle altre lingue

Lingua Voce
Inglese goji berries
Francese baies de goji
Spagnolo bayas del goji
Tedesco goji-beeren

Curiosità

Durante la dinastia Tang (circa 800 d.C.) c'era un pozzo circondato da piante di Goji e gli abitanti del luogo che si recavano al tempio per pregare, bevevano la sua acqua. Essi godevano di ottima salute, anche all’età di 80 anni non avevano capelli bianchi e non avevano perso neanche un dente. Le bacche di Goji che circondavano il pozzo cadevano nell’acqua, rendendola così miracolosa.

 

I vostri commenti

salve vorrei sapere se è possibile fare la marmellata delle bacche di kogjj
e come si fa.
grazie per la gentilezza
franca

Un dubbio, le bacche coltivate in Italia hanno le stesse proprietà delle bacche che provengono dal tibet? tenendo conto di smog, terreno e clima differenti... Gazie

grazie per il commento ma la richiesta era unaltra

buona serata

Perché le piante di goji hanno le foglie belle verdi, e dopo qualche mese le foglie fanno le muffe e cadono. Le piante sono esposte a pieno sole e il terriccio è a base di torba.
Grazie per la risposta.

ciao Franca! certo che è possibile preparare una marmellata a base di Goji. Puoi utilizzare tranquillamente quelle essiccate, meglio se biologiche ovviamente (ti consiglio www.viverezen.org). Lasciale ammorbidire in succo d'arancia e magari fai 50 gr di bacche e 50 gr di cranberries sempre essiccati, magari, puoi usare anche i semi di chia come addensanti.
Per quanto riguarda la provenienza, occorre assolutamente accertarsi che le bacche abbiano buone certificazioni, che siano state essiccate a mano e che siano biologiche per quanto possibile. I gruppi di acquisto solidali sono alla base dei prodotti di vivereZen e in questo modo sei praticamente certa della qualità dei semi.
http://www.viverezen.org/dove-acquistare-bacche-goji-di-qualita/

Io per le bacche di goji consiglio questo rivenditore http://life.youcrea.com/superfood/11-goji-tibetano-essicato, mi sembrano molto professionali e mi sono sempre trovato molto bene!

Io vi posso consigliare il negozio online dove lo compro, Youcrea Life, sono seri e affidabili e ottimi prodotti

Sono ottime sotto tutti i punti di vista.Provare per credere!

Il miglior modo per avere le bacche di goji fresche e crescerle nel proprio orto di casa. Non compratele su internet! Vi invito a leggere un ottimo articolo che mi ha illuminato sul sito vitamineproteine.com

Salve
Considero un articolo molto esaustivo e ben fatto. Volevo indicare anche un ulteriore articolo che aiuta le persone a selezionare al meglio le bacche di goji greenfamilyservice.net
Grazie

Salve
Si io le acquisto da questo sito qui greenfamilyservice.net/acquistare-bacche-di-goji/ e mi trovo benissimo, sono un azienda molto seria e competente. Grazie

Ma queste bacche contengono zuccheri? E poi sono indicate per chi ha problemi
di diabete? Grazie e distinti saluti.

Dunque, l’indice glicemico delle Bacche, che poi è un fattore così importante in caso di regimi dietetici ipocalorici, corrisponde a un valore davvero basso, pari a 28 sulla scala IG dell’Indice Glicemico, con un potere saziante elevato (Se pensi che una mela possiede un’indice pari a 38, le bacche ne hanno meno!). QUi trovi un articolo su tutti questi aspetti,sulle calorie, sui macronutrienti e dunque sull'assunzione delle Bacche. Spero di averti aiutato! :)
viverezen.org/calorie-bacche-di-goji/

Avete mai sentito parlare per esempio delle Goji Tibetane? Sono più grandi e dolci rispetto alle Goji in circolazione e provengono da zone meravigliose, ricche di risorse idriche, ad alta quota, ancora poco conosciute in Occidente ma ottime, se non superiori alle altre! viverezen.org/alimentazione/le-bacche-di-goji-tibetane/

vorrei sapere perche sulle foglie della mia pianta di goji presa 2 anni fa si forma una pellicola biancastra che puzza di pesce

Lascia un commento o una domanda