«Farina, grammi 400. Zucchero, grammi 200. Burro, grammi 80. Mandorle, grammi 40. Uva sultanina, grammi 30. Pinoli, grammi 20. Cedro, o zucca candita, grammi 20. Anaci, un pizzico. Spirito di vino, cucchiaiate n. 2. Bicarbonato di soda, un cucchiaino scarso. Uova, uno intero e tre rossi. Questi biscotti sono più fini dei precedenti; e ritengo non lascino nulla a desiderare. Le mandorle sbucciatele, e tanto queste che i pinoli lasciateli interi. Il candito tagliatelo a pezzettini. Fate una buca nel monte della farina e collocateci le uova, lo zucchero, il burro, lo spirito e il bicarbonato. Intridete il composto senza troppo lavorarlo, poi apritelo ed allargatelo per aggiungervi il resto, e tirate un bastone alquanto compresso, lungo un metro, che dividerete in quattro o cinque parti, onde possa entrar nella teglia; doratelo e cuocetelo al forno. Cotto che sia tagliatelo nella forma dei biscotti a fette poco più grosse di un centimetro. e tostateli leggermente da ambe le parti.»
 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda