Ristorante Pommeri

Marzo 2010. Al ristorante Pommeri di Germano ed Elena Nasi, Strada Grotta, 4 - Strada Salsomaggiore Pellegrino P.se (PR). In occasione della 4° Rassegna Gastronomica "Antichi Piatti della Val Stirone" abbiamo il piacere di pranzare al ristorante Pommeri, scoprendo le antiche ricette con i tradizionali prodotti tipici della valle. Appena fuori città, in una stupenda cornice collinare, terra di antiche tradizioni, l’amore per la buona cucina, il grande vino e la costante ricerca di prodotti di qualità, danno origine a un perfetto connubio tra tradizione e innovazione. Di seguito la nostra esperienza.

Come raggiungere il ristorante Pommeri

DA MILANO e dal Nord Italia: prendere l'autostrada del Sole, uscire a Fidenza, proseguire seguendo Salsomaggiore Terme, proseguire seguendo indicazioni per Pellegrino Parmense per una ventina di km salendo in collina fino a raggiungere un bivio in cui un'insegna indirizza verso destra al ristorante Pommeri, località Grotta.
Panorama dal ristorante PommeriDopo aver visitato il Panificio e lo stabilimento dei Fratelli Lusignani panificatori a Pellegrino Parmense, lasciamo il centro e torniamo indietro (verso Salsomaggiore) per raggiungere la località Grotta.

Il panorama innevato e incontaminato fa da splendida cornice naturale al Ristorante.

Dalla terrazza panoramica del ristorante (foto a sinistra) si gode della suggestiva vista della Val Stirone.Il profumo del pane respirato nel panificio Lusignani e l'aria tersa di alta collina, ci hanno fatto venire un certo sano appetito.

Il ristorante, i proprietari e la storia

Ci accolgono all'ingresso Elena e suo marito Germano Nasi consigliere con delega al Turismo, Sport, Cultura e Manifestazioni del comune di Pellegrino Parmense. Da qualche anno hanno rilevato questo locale desiderosi di avere un posto tutto loro, come ci racconta Elena. Il nome infatti deriva dall'italianizzazione del nome che aveva prima il Ristorante: "Pommery" come il noto Champagne. Il tavolo posto all'ingresso con i prodotti tipici della zona colpisce la nostra attenzione; è un estratto dei sapori e profumi della produzione tipica locale di salumi, pane e vino.

Accoglienza, ambiente, tavola

Sala del ristorante PommeriNon essendo ancora tempo per pranzare sulla splendida terrazza, c'è infatti ancora molta neve, Germano ci fa accomodare all'interno.

La sala è davvero ampia e subito si notano i grandi tavoli rotondi, che per la forma e le generose dimensioni rendono l'ambiente invitante e intimo nonostante gli spazi ideali per banchetti per matrimonio ed eventi.

La tavola è apparecchiata in modo classico, sobrio, e il paniere con il pane dei Fratelli Lusignani ci ricorda che qui gli alimenti sono scelti con cura e grande attenzione alla qualità.

Ristorante PommeriFinalmente assaggiamo il pane. È come descritto: morbido, con una crosta importante e saporita e tendenzialmente acido. Il menù della Rassegna "Antichi piatti della Val Stirone". Per tutte le domeniche di Marzo, il menù degustazione prevede i piatti della tradizione della Val Stirone al modesto prezzo di 25 € tutto compreso, con vini d'annata dei Colli di Parma e caffè.

Inizia qui il nostro percorso a ritroso nel tempo, quando la povertà imperava e le materie prime povere la facevano da padrone sulle tavole dei contadini dalla metà dell'800 fino ai primi anni del 1900. Sul retro del menù della Rassegna c'è la "traduzione" e spiegazione dei piatti per poterli capire profondamente.

Il menù della Rassegna "Antichi piatti della Val Stirone".

Per tutte le domeniche di Marzo, il menù degustazione prevede i piatti della tradizione della Val Stirone al modesto prezzo di 25 € tutto compreso, con vini d'annata dei Colli di Parma e caffè.

Inizia qui il nostro percorso a ritroso nel tempo, quando la povertà imperava e le materie prime povere la facevano da padrone sulle tavole dei contadini dalla metà dell'800 fino ai primi anni del 1900. Sul retro del menù della Rassegna c'è la "traduzione" e spiegazione dei piatti per poterli capire profondamente.

Abbiamo gustato...

Antipasti

Turta ad patati del ristorante Pommeri Turta ad patati. Sottile sfoglia salata ripiena di patate lessate e condite con un soffritto di scalogno, concentrato di pomodoro e Parmigiano. La torta di patate nasce per utilizzare le patate novelle rotte dalla zappa durante la raccolta. Veniva consumata come piatto unico sotto il porticato del Santuario di Careno in occasione del pellegrinaggio.
Chisoeula Pellegrinese. Antica focaccia con il sugo di arrosto. Il sugo era sempre poco, venivano aggiunti gli aghi del rosmarino per insaporirla e disegnati rombi con la forchetta. Chisoeula Pellegrinese del ristorante Pommeri
Salott del ristorante Pommeri Salott. Morbida e fondente polenta con formaggella giovane di mucca.
Crostini di grano antico al grass pist. Pestata di lardo con erbe aromatiche. Veniva Consumato per la colazione, la merenda e fuori pasto. Crostini del ristorante Pommeri

Primi piatti

Minestra cul Savur del ristorante Pommeri Minestra cul Savur. Pappardelle dentellate con trito di noci, burro, Parmigiano. Era il classico piatto delle prefestività: Vigilia di Natale, Capodanno ed Epifania.
Supa in tal brod 'd verdura. Zuppa di verdura con grass pist, pane a lievitazione naturale raffermo e parmigiano. Si portava per colazione nei campi ai contadini. Talvolta veniva aggiunto vino rosso.

Fucén. Polenta tenera con verza nera, cotechino e salamino.

Si prestava a tante varianti, nelle famiglie benestanti veniva aggiunta la carne delle costine di maiale, burro e Parmigiano mentre nelle famiglie povere molta verza e poco cotechino.

Quella che avanzava veniva fritta in padella.

Fucén del ristorante Pommeri
Savarin di riso del ristorante Pommeri a Pellegrino P.se (PR) Al di fuori del menù degustazione della Rassegna, Germano ci fa assaggiare il loro "cavallo di battaglia": Il Savarin di riso alla Giuseppe Verdi con gli asparagi e i funghi, avvolto nel culatello. Bella la presentazione, ottimo l'equilibrio dei sapori.

Secondo piatto

Buséc'ca. Trippa. Si usava preparare la "buiona" con qualche giorno di anticipo facendola macerare con un mazzetto di erbe aromatiche "furtum".

Veniva cucinata spesso perchè saziava molto e costava poco.

Buséc'ca del ristorante Pommeri a Pellegrino P.se (PR)

I dolci

Lat in pé e turtèj mègar al ristorante Pommeri Lat in pé e turtèj mègar. Latte di mucca appena munto, uovo e zucchero caramellato, l'elemento liquido trae miracolosamente consistenza nella sapiente combinazione degli ingredienti e una lunga cottura a bagnomaria. I turtèj mègar sono tortelli dolci ripieni di castagne che venivano preparati per le feste Natalizie.
Sempre al di fuori del menù degustazione della Rassegna, ci viene fatto assaggiare anche un goloso dolce presente sulla loro carta: Il semifreddo allo zabaione.
La spiegazione delle preparazioni è tratta dal volantino illustrativo della Rassegna.
Il semifreddo allo zabaione al ristorante Pommeri

Il menù alla carta (Marzo 2010)

Gli antipasti

Il menù alla carta propone per gli antipasti, invitanti piatti di salumi della zona come culaccia, culatello di Zibello, salame, coppa piacentina, pancetta Crudo di Parma, crema di Parmigiano.

La Pasta e i Risotti

Tortelli di ricotta ed erbetta con il burro e la salvia o al radicchio rosso. Pisarei e fasò. Crespelline con polpa tenera di maiale. Tagliatelle con funghi porcini. Cappelletti in brodo di cappone. Risotto al Tartufo Nero di Fragno. Savarin di riso alla G. Verdi con asparagi, funghi avvolto nel culatello.

La Carne

Scottadito d'agnello alla griglia. Filetto di angus alla griglia o all'aceto balsamico di Modena. Guancialini di maiale in umido. La Duchessa di Parma su letto di spinaci al burro. Anatra al forno. Ecc...

I dolci

Semifreddo allo zabaione. Panna cotta ai frutti di bosco, al caramello, o al cioccolato. Torte secche di produzione propria.

La scelta del vino

Gutturnio al ristorante PommeriAbbiamo accompagnato i piatti della tradizione con un Gutturnio Montesissa dei Colli Piacentini. La cantina del Ristorante Pommeri offre un'ampia ed accurata selezione di etichette di vini, Brandy, Cognac, Rum e altri distillati.

Inoltre... a passeggio con gli asini e il sentiero dei pellegrini

A passeggio con gli asiniDomenica 14 marzo 2010, si è svolta, anche una suggestiva manifestazione dal titolo "Il sentiero dei boscaioli". Con partenza dalla frazione di Grotta, il trekking ha seguito gli antichi sentieri nei castagneti dove i boscaioli facevano rifornimento di legna trasportandola a dorso di asini e muli intorno al monte Larino e monte Cascinelle. Il percorso, adatto a famiglie con bambini, consente di osservare i boschi e il paesaggio agricolo abbandonandosi già allo spirito della “giornata mondiale della lentezza”: un momento dove il tempo dedicato a piccoli gesti di gentilezza verso noi stessi, gli altri e l'ambiente rivoluziona in modo costruttivo e silenzioso la nostra vita. Al rientro dal trekking, i partecipanti hanno potuto pranzare al Ristorante Pommeri.

“Il sentiero dei pellegrini”

Domenica 21 marzo 2010 con partenza da Pellegrino. Da lì attraverso l'antico e non difficile sentiero che passa sotto al Castello, si raggiunge, attraverso il bosco, il Santuario di Careno: meta del pellegrinaggio che secondo molti ha poi generato anche il nome del paese Pellegrino. Qui è prevista una breve visita guidata al Santuario, risalente al XIII secolo, poi la passeggiata proseguirà attraverso i prati fino a scendere ai Piani di Medaglie. Lungo il sentiero si incontra Gianni Lusignani, che illustra il progetto della filiera dei Grani Antichi di Pellegrino, che ha consentito  di produrre farina a km 0 per il pane del Forno F.lli Lusignani. Quindi il rientro è a Pellegrino e ci al Ristorante Lago Bleu per il pranzo con il menù speciale degli “Antichi Piatti della Val Stirone”.

Concludendo...

Germano Nasi, Nicoletta e Federica Spelta (Alimentipedia), Elena NasiOltre al panorama suggestivo, non lontano dalle grandi città, il Ristorante Pommeri ci ha offerto davvero una sana domenica, all'insegna della natura, del mangiare bene e della piacevole scoperta di profumi e sapori antichi della Val Stirone, facendoci sentire come a casa. Cogliamo l'occasione per ringraziare la disponibilità, gentilezza e ospitalità di Germano ed Elena Nasi.

Nella foto a destra: Germano Nasi, Nicoletta e Federica Spelta (Alimentipedia), Elena Nasi.

Info utili

Strada Grotta, 4 - Strada Salsomaggiore - 43047 Pellegrino P.se (PR)
Prenotazioni: Tel. 0524 64150.

 

I vostri commenti

Lascia un commento o una domanda